Lettera aperta alla cittadinanza e alle famiglie utenti degli asili nido di Torino

Qui di seguito pubblichiamo la lettera aperta delle lavoratrici precarie dei servizi per l’infanzia del Comune di Torino che  oggi 16 aprile  alle ore 16 manifesteranno davanti al Municipio.
Siamo solidali con le lavoratrici precarie ,  ed anche con tutte le famiglie che usufruiscono di questo servizio nella nostra città.
Pur comprendendo il periodo difficile che il Comune sta attraversando e consapevoli dei tagli  che gli Enti locali continuano a subire, riteniamo che si debba cercare una soluzione che tenga conto sia delle rivendicazioni delle lavoratrici precarie che  dei bisogni delle famiglie, e in particolare delle donne, in quanto i servizi educativi sono una priorità fondamentale per uno sviluppo economico  a misura delle donne,
auspichiamo pertanto che venga trovata una soluzione condivisa per questo indispensabile servizio.
Se non ora quando – Torino
 

Lettera aperta alla cittadinanza e all’utenza

 

Il nostro settore sta vivendo in questi giorni un attacco frontale da parte dell’Amministrazione su tutto quello che caratterizza la vita all’interno delle strutture.

Da mesi affrontiamo in completa “solitudine” le difficoltà e le carenze di organico.

Il nostro lavoro contraddistinto da ascolto e attenzione ai bisogni formativi ed evolutivi dei bambini è quotidianamente svilito da spostamenti ed emergenze, a questo si aggiunge un’assenza completa di progettualità politica rispetto all’esistenza stessa dei servizi nell’attuale organizzazione.

Per far fronte comune contro le spinte privatistiche che aleggiano sulle nostre teste ,vi comunichiamo le decisioni prese nelle assemblee che hanno visto una partecipazione numerosissima di lavoratrici/ori.

 

* Blocco dell’utilizzo del monte ore a copertura di carenze e mancanze del servizio (sia negli asili nido sia nelle scuole dell’infanzia);

* Sospensione, nei nidi coinvolti nel progetto qualità, di tutte le procedure;

* Blocco degli straordinari;

* La partecipazione ai corsi di formazione non potrà avvenire nella giornata del sabato (giornata non lavorativa);

* La riduzione all’essenziale della programmazione didattica

* Conferma del presidio manifestazione di lunedì 16 aprile dalle ore 16 in poi davanti al municipio, in concomitanza del Consiglio Comunale. Al presidio sono invitati tutti i genitori e sarà presentata una richiesta di audizione ai Capi Gruppo.

L’Assemblea ha dato mandato alle Organizzazioni Sindacali CGIL CISL UIL di indire per fine aprile uno sciopero ad ore a difesa del servizio e del personale precario.

 

Pertanto chiediamo con tutte le nostre forze ai genitori, alla cittadinanza, a tutte le persone che hanno “ a cuore “ il futuro dei nostri bambini, di partecipare alla manifestazione del 16 aprile.

Facciamoci portavoce in ogni possibile ambito lavorativo della battaglia comune in difesa del servizio pubblico.

 

FP – CGIL CISL – FP UIL – FPL

 

16 aprile 2012 |

Lascia un commento