Violenza contro le donne “Mai più complici!”

stampa

da la Stampa.it il blog dei giornalisti   di Stefanella Campana

30/4/2012 – VISTO DA LEI. PETIZIONE DI SENONORAQUANDO CONTRO IL TRISTE PRIMATO ITALIANO

Dall’inizio del 2012 sono già 54 le donne morte per mano di uomo. Un triste primato italiano. L’ultima vittima Vanessa, 20 anni, siciliana, strangolata dal suo fidanzato. I nomi, l’età, le città cambiano, le storie invece si ripetono: sono gli uomini più vicini alle donne a ucciderle. Bambine, ragazze, donne uccise nell’indifferenza. Non chiamiamoli omicidi passionali, storie di raptus, amori sbagliati, gelosia, ma femminicidi di chi non accetta la libertà delle donne.  Un fenomeno sottovalutato, spesso ridotto sui media a trafiletti, senza far emergere cause e responsabilità. Contro l’indifferenza, il silenzio, la rete SeNonOraQuando ha lanciato un appello per dire “basta” che ha già raccolto sul web in poco tempo migliaia di adesioni. E come già fatto il 13 febbraio di un anno fa, chiedono anche agli uomini di mobilitarsi con loro “per cercare insieme forme e parole nuove capaci di porre fine a quest’orrore”.

Per chi vuole aderire: info@senonoraquando.eu

Per firmare la petizione: www.petizionepubblica.it/PeticaoVer.aspx?pi=P2012N24060

Lascia un commento