STOP ALLA CAMPAGNA DELLA BRICOMATT CON UNA DONNA CHE VOMITA NEL WC

Come avrete appreso da molte segnalazioni arrivate  in questi giorni, da Associazioni e Istituzioni,  nella provincia di Torino veniva distribuito un volantino che per reclamizzare un wc sceglie una donna bulimica che vomita in bagno.
Dopo le numerose proteste di singole donne, di associazioni e di istituzioni l’azienda ha deciso di chiudere la campagna e porgere le proprie scuse con questo comunicato:





Buongiorno,

Vi informiamo che abbiamo ricevuto comunicazione dall?Istituto  dell’ Autodisciplina Pubblicitaria (IAP) nella quale ci invitano a desistere dalla diffusione dei messaggi relativi alla campagna “Liberati dal peso delle scelte”.

Avremmo potuto opporci, ma abbiamo scelto di accogliere l’invito. ritenendo che la sensibilità altrui vada sempre rispettata.
Accogliamo le segnalazioni di chi ritiene la campagna “offensiva nei confronti delle donne” e per tanto rinunciamo a proseguire in quel senso pur ritenendo che sui cartelloni ed in tv, escano tutti i giorni immagini forse più raffinate ma molto peggiori sotto questo profilo.
La ns. Donna voleva ingentilire un prodotto , la discarica di macerie e rifiuti da ristrutturazione, normalmente molto maschile, ad occhi meno critici, i nostri, non era apparso il problema.
Diversamente vogliamo anche porgere un milione di scuse per la segnalazione arrivata dall’ associazione “anoressia”. Piaga che potrebbe colpire chiunque o qualunque genitore, ci ha toccato nel profondo. Alle persone che si sono sentite offese in questo senso chiediamo ancora scusa. Non abbiamo pensato a cosa avrebbe potuto portare alla mente quella immagine a chi sia stato toccato direttamente o indirettamente dalla malattia.
Questo è il motivo principale per il quale ci sentiamo …..” sciocchi”………….
Per tutto il resto, RITIRIAMO la campagna per far cosa gradita sperando che venga apprezzato lo sforzo che deve sopportare un’ azienda che molto ha investito in una pubblicità per la quale, diversamente dall’ opinione di alcuni , è stata apprezzata da altri.e siamo certi che se noi dobbiamo rispettare e riflettere sul dissenso di alcuni, taluni dovrebbero rispettare e riflettere su chi ha un punto di vista diverso.
In un mondo che urla ….., in un periodo difficile, in momenti di tensione chiunque puo’ commettere errori, magari gravi ma in buona fede, portato a riflettere deve fare un passo indietro o CHI PERO’, pochi fortunatamente, non ha aspettato un istante ad ingiuriare noi o chi ha elaborato la “campagna” o peggio ha verbalmente aggredito con particolare veemenza i dipendenti innocenti e perfino ignari dell’accaduto, non solo non chiediamo scusa, ma lo invitiamo a riflettere almeno quanto abbiamo fatto noi, A RINUNCIARE MAGARI NEL FUTURO ALLA VIOLENZA CON LA QUALE SI E’ ESPRESSO, E MAGARI, ANCH’ EGLI A CHIEDERE SCUSA !!!!!!!!!!!!! A tutti gli altri.
Per i motivi sopra esposti invitiamo tutti a non divulgare ulteriormente le immagini.

GRAZIE per averci fatto riflettere, e ancora scuse !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

La Direzione Bricomatt.



SE NON ORA QUANDO – TORINO

Lascia un commento