Anche questa volta tutti uomini?

Nei prossimi giorni il Consiglio Regionale del Piemonte sceglierà le delegate e i delegati che rappresenteranno la nostra Regione alle elezioni per la Presidenza della Repubblica Italiana.

Il Presidente della Repubblica, come prescritto dall’articolo 83 della Costituzione Italiana, viene «eletto dal Parlamento in seduta comune dei suoi membri.

All’elezione partecipano tre delegati per ogni Regione eletti dal Consiglio regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La Valle d’Aosta ha un solo delegato.

Grandi elettori sono tutti coloro che costituiscono il collegio che eleggerà il Presidente della Repubblica. Ovvero, i senatori, i deputati e i58 rappresentanti delle Regioni.

In un momento così difficile per la nostra Repubblica, riteniamo che sia oltre che doveroso, assolutamente necessario,  tenere conto del punto di vista di entrambi i generi nella scelta nomina della più alta carica istituzionale dello Stato.

Reclamiamo  pertanto  che in questo delicato passaggio istituzionale si assicuri una rappresentanza della nostra Regione che valorizzi adeguatamente la presenza delle donne.

 Le iniziative di sensibilizzazione e le manifestazioni organizzate da Se Non Ora Quando? e dalle altre associazioni delle donne negli ultimi anni in tutta Italia, hanno portato questo tema alla attenzione della opinione pubblica che è ormai consapevole che la presenza delle donne è indispensabile alla crescita economica civile e sociale del paese e vuole vederlo riconosciuto non solo a  parole, ma anche nei fatti.

Il Comitato di Torino di Se Non Ora Quando? sollecita  le consigliere e i consiglieri del Piemonte ad assumere la responsabilità della rappresentanza del nostro territorio riconoscendo l’importanza del contributo delle donne.

 

SE NON ORA QUANDO? – Comitato di Torino

Lascia un commento