“Donne, parole che lasciano il segno”

 

La pubblicazione “Donne, parole che lasciano il segno” raccoglie le opere selezionate nell’ambito del concorso letterario nazionale omonimo, realizzato nel 2012-2013 dall’associazione culturale VocidiDONNE di Biella, insieme alle Associazioni “Non Sei Sola” e “Donne Nuove”.

Il concorso era rivolto a donne residenti in Italia (anche straniere) che direttamente o indirettamente avessero avuto esperienza di violenza, così da offrire uno spazio aperto alla creatività, un’opportunità di espressione e di condivisione di sensazioni e angosce, una possibilità per abbattere i muri invisibili della solitudine.

Il lavoro capillare di diffusione dell’iniziativa ha fatto sì che abbiano partecipato circa 150 donne da tutto il territorio nazionale (dal Trentino alla Sicilia), di ogni età e di ogni estrazione sociale (dall’impiegata alla carcerata). Le venti poesie e i dieci racconti brevi sono stati selezionati da una giuria di donne di età, provenienza e professionalità diverse (scrittrice, antropologa, psicoterapeuta, sociologa e docente universitaria).

I cambiamenti culturali avvengono anche grazie al contributo di chi osa e rompe il silenzio o di chi mette in discussione il dato per scontato. Ed è proprio questa capacità che si è voluto valorizzare con il concorso e con la pubblicazione della raccolta delle prime venti poesie e i primi dieci racconti.

Tutte le opere che hanno partecipato sono invece pubblicate sul sito dell’associazione (www.mafaldavocididonne.it).

 

Per informazioni sull’associazione e sul concorso:

vocididonne@gmail.com

Il volume potrà essere consultato presso lo Stand Di Se Non Ora Quando – Torino ed Amnesty International al prossimo Salone Internazionale del Libro di Torino

 

 

 

 

 

Lascia un commento