Saluto della Ministra Josefa Idem a POTERE ALLA PAROLA!

Pubblichiamo il saluto che la Ministra Josefa Idem ha inviato a tutte e tutti i partecipanti dell’iniziativa del Comitato di Torino al Salone Internazionale del Libro : POTERE ALLA PAROLA!

E’ con grande piacere che faccio arrivare, con queste righe, il mio saluto alle organizzatrici, agli ospiti e alle ospiti e, in particolare, ai tanti ragazzi e ragazze che sono certa sono con voi in questo momento.

So che da tempo tante donne, tra cui Se non ora quando Torino, si dedicano con immensa passione al tema del pieno raggiungimento dei diritti delle donne e al tema annoso della violenza di genere. Il cambio di passo di questi ultimi anni nella consapevolezza (anche in un numero di uomini sempre maggiore) che un diritto negato alle donne sia un diritto negato alla società’ tutta, è dovuto a un lavoro faticoso, quotidiano, coraggioso.

E la strada da percorrere sappiamo che è ancora lunga.

Oggi discuterete dell’importanza della “parola” e di quello che può e deve dare in termini di ricchezza delle nostre relazioni, del nostro vivere. E sono certa parlerete del prezioso potere che le parole hanno di incidere nelle anime e nelle vite di ciascuno di noi. Il potere della parola di costruire o annientare. Un punto questo su cui non si riflette ancora abbastanza.

Come poco si parla di un linguaggio fintamente neutro e che invece cancella la bellezza e il valore della differenza.

Quello che oggi ci costringe, nel nostro Paese, a una corsa contro il tempo per fermare l’ascesa dei femminicidi e della violenze di genere, arriva da lontano.

E sappiamo tutte che non può bastare la repressione per affrontarlo. Ogni donna sa, anche semplicemente guardando alla propria storia, che parole e linguaggi sono stati, e sono ancora, imbrigliati da stereotipi. Stereotipi di cui le donne pagano il prezzo ogni giorno. Stereotipi che continuano a produrre modelli che sono terreno fertile per discriminazione, prevaricazione, violenza.

Abbiamo un solo faro per costruire politiche efficaci ed e’ la Cultura: è da li che dobbiamo partire.

Le ospiti di grande rilievo della vostra iniziativa sapranno senz’altro dare riflessioni e spunti di grande valore.

Io, nell’esercizio del mio mandato con deleghe senza portafoglio ma con immenso valore, come le Pari Opportunità, lo Sport e le Politiche giovanili, ho voluto impostare i miei primi passi dal valore dell'”ascolto”. Ed e’ proprio ascoltando che ho rafforzato la mia convinzione che nessuno può vincere la battaglia dei diritti senza recuperare il ruolo di guida che un vero cambiamento culturale deve avere, in particolare per il contrasto alla violenza sulle donne.

Io lavorerò, con voi, perché questo possa accadere.

Buon lavoro e buon evento!

Josefa Idem

Ministra per le Pari Opportunità, lo Sport e le Politiche Giovanili

Commenti chiusi.