Ancora sulla scelta di non istituire il Ministero delle Pari Opportunità

Laura Onofri

La maggior parte delle donne chiede di istituire Il Ministero alle Pari Opportunità per due ordine di motivi: il primo simbolico: non farlo  significa non riconoscere dignità a questi temi. Il secondo perchè, come già successe per il Ministro Fornero dare le deleghe ad un sottosegretario al lavoro (in questo momento uno dei Ministeri che più dovrà mettere in campo iniziative per far ripartire questo Paese.) significa di fatto consegnare le politiche sulle PO ai dirigenti del Settore. Anch’io potrei essere d’accordo ad azzerare il Ministero delle PO, ma in cambio vorrei risorse sonanti, da destinare ai vari comparti delle PO ed una sorta di cabina di regia su tutte le Politiche di genere, sull’ LGBT e specialmente sul tema della violenza, che faccia un monitoraggio sulle Leggi che il governo vara, pee evitare che nelle pieghe dei dispoditivi, come spesso accade, ci siano norme discriminatorie.L’ho detto già in altre sedi, non devono sempre essere le donne a pagare il prezzo di scelte dovute a compromessi politici. Se la tenuta del Governo è in bilico per un nome al posto di un altro, con i gravi problemi che ci sono, meglio che salti subito!

1 Luglio 2013 |

Commenti chiusi.