LIBRI PER L’ESTATE

laura onofri

L’idea me l’ha suggerita involontariamente Luisella, chiedendomi qualche titolo da mettere in valigia e da leggere in vacanza.
Iniziamo a fare una rubrica in cui segnaliamo libri che abbiamo letto, non necesariamente recenti, e che vorremmo consigliare alle amiche?
Saggi, romanzi, raccolte di poesie ma che in qualche modo, o perchè l’autrice è una donna o perchè trattano di temi di genere,vorremmo che fosseroro letti anche da altre, magari per parlarne e discuterne insieme al prossimo nostro incontro.
Inauguro io oggi con qualche titolo, ma spero che tutte voi vogliate contribuire segnalandone altri
Romanzi
Susan Abulhawa – Ogni mattina a Jenin – Ed.Feltrinelli: un romanzo che tocca il cuore, che racconta con pacatezza e sensibilità la storia di quattro generazioni di palestinesi costretti a lasciare la propria terra dopo la nascita dello stato di Israele e a vivere la triste condizione di “senza patria”.

Gioconda Belli – La Donna abitata – Ed. E/O: Due donne che si incontrano. Le loro vite molto diverse. Vissute in epoche diverse tra guerre diverse; una in India contro i conquistadores, l’altra in centroamerica contro la dittatura. Intensa e appassionata storia di morte, amore, magia e solidarietà.

Sahar Delijan – L’albero dei fiori viola – Ed. Rizzoli: un insieme di vite piegate dalla Rivoluzione khomeinista, il romanzo attraversa la storia iraniana dagli anni Ottanta ad oggi. Protagonisti, giovani uomini e donne che avevano creduto nella Rivoluzione e avevano manifestato e combattuto per cacciare lo Shah, e si trovarono poi, a rivoluzione avvenuta, con un regime dispotico come se non più del precedente, costretti quindi alla clandestinità per difendere la società libera e laica in cui avevano creduto.

Saggi
Loredana Lipperini – Di mamma ce n’è più d’una – Ed.Feltrinelli: Una volta era negata, perché bisognava contrattarla con il datore di lavoro, con il compagno, con se stesse. Oggi la maternità è diventata un “destino”, un ordine naturale, esclusivo e trionfante. Raccontare l’artificialità del modello materno di ritorno è molto difficile, ed è quasi impossibile indicarlo come pericoloso.

Marilisa D’Amico – La laicità è donna
– Ed.L’asino d’oro: Questo volume traccia un quadro dei principali nodi italiani che legano indissolubilmente il cammino della piena realizzazione dei diritti delle donne alla confusa e spesso insufficiente applicazione del principio di laicità costituzionale.

per inviare segnalazioni scriveteci a senonoraquando.torino@hotmail.it

Commenti chiusi.