Egitto, carte di identità per le donne e cittadinanza attiva

da UN WOMAN

Il Direttore della Divisione di Programma di UN Women, Gülden Türköz – Cosslett , insieme al Direttore Regionale per gli Stati Arabi , Sameera Al- Tuwaijri e al Governatore di Giza, Ali Abdel Rahman, hanno distribuito carte d’identità alle donne egiziane nel comune di Giza al fine di presentare il programma comune ” Citizenship Initiative”.

“Siamo qui per sostenere gli sforzi nazionali per le donne, poiché esse devono partecipare come cittadine attive nello stato egiziano”, ha detto Türköz – Cosslett . “Con le carte d’identità , le donne possono accedere ai servizi forniti dallo Stato, così come le istituzioni finanziarie . senza questi servizi, le donne e le ragazze non possono beneficiare appieno dei benefici sociali, sanitari e di sostegno economico o di partecipare attivamente alla società. ”
Lanciato nel 2011, il programma di registrazione e rilascio di 2 milioni di carte d’identità per le donne rurali ed emarginate in tutto l’Egitto nel corso di tre anni è uno sforzo congiunto di UN Women, il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite, il Ministero di Stato egiziano per lo sviluppo amministrativo ( MSAD ) , il Registro di Stato Civile del Ministero dell’Interno, il Fondo sociale per lo sviluppo, e un certo numero di attori della società civile e gli organismi nazionali .
Il governatore di Giza ha osservato che questa iniziativa è di fondamentale importanza in quanto fornisce alle donne gli strumenti necessari per aiutarle a partecipare ed esercitare i loro diritti fondamentali in quanto cittadine. A Giza , il programma mira a rilasciare 50.000 carte di identità alle donne più emarginate, identificate da uno studio di rilevamento condotto da MSAD. Ad oggi, 42.212 moduli di domanda sono stati raccolti da tutto il governatorato e sono state emesse 16.000 carte di identità nazionali.

Commenti chiusi.