WOMENAREUROPE “PER UN’ALTRA EUROPA, LAICA E DEI DIRITTI”

In occasione della “GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA” dell’8 MARZO, le Donne per l’autodeterminazione (sigla che raccoglie le principali associazioni e movimenti femministi) hanno indetto una grande manifestazione unitaria, che si svolgerà SABATO 8 MARZO, con partenza alle ORE 14,30 da Piazza Vittorio Veneto, per concludersi in Piazza Castello. In allegato trovate il documento su cui è stata indetta la manifestazione.

Le prossime elezioni per il Parlamento Europeo saranno un’importante occasione per scegliere, secondo il principio della democrazia paritaria, le donne e gli uomini che decideranno le politiche europee per i prossimi anni.
Infatti l’Europa non è un’entità lontana, bensì incide sulla nostra vita quotidiana. Oggi le politiche economiche e finanziarie dell’Europa, basate sull’austerità e sul cosiddetto “rigore”, invece di essere la cura per la crisi economica europea, ne costituiscono spesso la causa primaria e causano disoccupazione, taglio dello stato sociale e impoverimento delle popolazioni a vantaggio delle istituzioni bancarie e della finanza speculativa.
Occorre assolutamente una svolta, per costruire un’altra Europa dei popoli, laica e dei diritti per tutti, uomini e donne. Per queste ragioni manifestiamo l’8 MARZO, GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA, perché il sogno di un’altra Europa diventi realtà.

Le parole chiave per le quali saremo in piazza l’8 Marzo sono: LIBERTA’, DEMOCRAZIA, STATO DI DIRITTO, UNIVERSALITA’ DEI DIRITTI, AUTODETERMINAZIONE, SESSUALITA’ CONSAPEVOLE, CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE E DI ORIENTAMENTO SESSUALE, WELFARE-LAVORO-STATO SOCIALE

Sulla base di questi principi fondanti, rivendichiamo:

– difesa della legge 194 sull’interruzione volontaria di gravidanza, per l’aborto libero, sicuro e garantito
– libertà di accesso all’aborto farmacologico (pillola RU486)
– libertà di accesso alla sterilizzazione volontaria
– libertà di accesso alla contraccezione, anche a quella d’emergenza (pillole del giorno dopo e dei 5 giorni dopo, anche da parte delle minorenni)
– maternità responsabile e consapevole
– insegnamento curriculare di educazione sessuale nelle scuole di ogni ordine e grado
– riconoscimento giuridico delle coppie di fatto (sia di persone dello stesso sesso, che di sesso diverso)
– libertà di accesso al matrimonio egualitario per le coppie dello stesso sesso (costituite da donne o uomini)
– libertà di accesso (per tutte le coppie, sposate e conviventi e anche per le donne singole, di qualsiasi orientamento sessuale) alla fecondazione assistita
– divorzio breve
– libertà di adozione di minori da parte delle coppie conviventi (composte da persone della stesso sesso o di sesso diverso) e anche da parte delle donne single
– lotta contro le mutilazioni genitali femminili (infibulazione, clitoridectomia ed escissione delle piccole e grandi labbra)
– lotta contro la violenza sulle donne, contro il femminicidio, contro l’omolesbotransfobia, contro qualsiasi discriminazione basata sull’odio
– lotta conta la tratta delle donne migranti e degli esseri umani di qualsiasi nazionalità e contro la loro riduzione in schiavitù
– lotta contro la prostituzione coatta e le organizzazione criminali che la gestiscono
– diritto alla casa
– diritto al lavoro dignitoso
– sostegno adeguato al reddito delle persone disoccupate (salario di cittadinanza)
– sostegno alla scuola pubblica di ogni ordine e grado (a partire da quella dell’infanzia, aperta e assicurata a tutte le famiglie che ne facciano richiesta)
– politiche attive di sostegno alla maternità e alla paternità
– democrazia paritaria nelle istituzioni, nelle forze politiche, nei sindacati, nelle associazioni
– incentivo all’accesso delle donne nei posti di lavoro, nelle professioni, nei consigli di amministrazione delle aziende pubbliche e private

8 MARZO: perché dalla “Festa” delle donne parta una nuova stagione di conquista di libertà per tutte e per ciascuna e per l’intera società

CONSULTA TORINESE PER LA LAICITA’ DELLE ISTITUZIONI – COORDINAMENTO TORINO PRIDE GLBT
SE NON ORA QUANDO? Torino – DONNE PER LA DIFESA DELLA SOCIETA’ CIVILE -ASSOCIAZIONE FEMMINILE FRIDA MALAN – UNIONE DONNE DEL TERZO MILLENNIO – SCAMBIAIDEE – FERMATA D’AUTOBUS – SPAZIO DONNE DI CASCINA ROCCAFRANCA – AZIONE CIVILE TORINO
IO_DECIDO_8_MARZO_2014-1 (3)

Commenti chiusi.