Nessuno ha il diritto di chiamarsi amore

” Care ragazze, cari ragazzi,
donne e uomini, uomini e donne,
vi insegno cosa non è l’amore.
L’amore non è offese, urla e nemmeno schiaffi.
Così come non è lividi, calci e pugni.
L’Amore è quella cosa che se ti accade
la riconosci perché non fa rumore!”

Venerdì 15 aprile, ore 21, presso la Sala Grande del Circolo dei Lettori di Torino, via Bogino 9

Marco Bonfiglioli, Capo dell’Ufficio Detenuti e Trattamento Provveditorato Regionale del Piemonte e Valle D’Aosta,
Monica C.Monica Cristina Gallo, Garante delle persone private della libertà Comune di Torino
Laura Onofri, consigliera Comune di Torino,

insieme all’autrice del libro “Nessuno ha il diritto di chiamarsi amore” (Robin Edizioni),
Nadia Giannoni, proveranno a mettere sotto accusa l’Amore, quel sentimento per cui si sono scalate montagne, rincorsi cuori, e…? E, come purtroppo spesso accade, uccise donne, al punto che si è stati costretti a inventare un termine: femminicidio.
Possibile mai che un sentimento sì bello possa finire nella spazzatura? E perchè?
Intreccio di vite, dati, fatti, controversie e personaggi capaci di guidare il lettore in un ampia riflessione sul tema, faranno da cornice a una splendida serata, in cui a parlare non saranno solo le pagine del libro.

Commenti chiusi.