Chi è Alexandria Ocasio-Cortez, la nuova star dem

Huffington Post   28 giugno 2018

L’erede di Sanders trionfa nelle primarie del senato a New York

Mamma portoricana, papà del sud del Bronx. Alexandria Ocasio-Cortez, la nuova stella dei dem ha nel dna un’idea di America radicalmente diversa da quella di Donald Trump. “Donne come me non è previsto che corrano” per il Congresso, ha dichiarato l’attivista dei Democratic Socialists of America nello spot elettorale che l’ha portata al trionfo e che è diventato virale sui social media. Prima di sconfiggere Joe Crowley, tra i politici del partito democratico più potenti di Washington, la 28enne candidata alle primarie dem di New York, Alexandria, faceva la barista al Flats Fix di Manhattan.

La giovane donna di colore, educatrice ed attivista, ha lavorato per la campagna presidenziale di Bernie Sanders, il senatore liberal del Vermont battuto da Hillary Clinton ma che ha galvanizzato milioni di millennial, donne, esponenti delle minoranze. “Non vengo da una famiglia ricca e potente. Sono nata in un quartiere dove il codice di avviamento postale della zona in cui vivi determina il tuo destino”, ha detto Alexandria che ha proposto sanità per tutti, l’abolizione del dipartimento per l’Immigrazione e le frontiere, la protezione dei ‘dreamers’ (i giovani immigrati portati negli Usa da piccoli da genitori clandestini) e un sistema di finanziamento delle campagne elettorali più trasparente.

“Si è messa contro tutto l’establishment democratico del suo distretto e ha vinto”, ha commentato Sanders. Per molti osservatori, la Ocasio-Cortez incarna il futuro dei dem. Si è laureata alla Boston University e ha lavorato per il senatore Ted Kennedy. Dopo la laurea è tornata nel Bronx dove ha lavorato come educatrice ma anche come barista per poter aiutare la madre, donna delle pulizie, a scongiurare il pignoramento della casa dopo la morte del padre, ucciso dal cancro. “Capisco il dolore della classe dei lavoratori – ha detto in un’intervista alla Msnbc – perchè io ho sperimentato quel dolore”.

La scorsa settimana aveva sospeso la campagna per le primarie dem di New York per andare in Texas a protestare contro la separazione delle famiglie di immigrati.

Commenti chiusi.