MANIFESTAZIONE A VERONA CONTRO IL CONGRESSO MONDIALE DELLE FAMIGLIE 30 marzo 2019

A Verona siamo scese in campo insieme a una rete enorme di associazioni in difesa dei diritti delle donne, LGBT, e dei diritti in generale contro quello che si è autodefinito il Congresso mondiale delle Famiglie e che ha visto la partecipazione di una parte significativa del governo italiano, dal ministro degli interni e vicepremier Matteo Salvini, ai ministri della Famiglia e dell’Istruzione Fontana e Bussetti. Oltre a uomini delle istituzioni, come il governatore del Veneto, Zaia e il sindaco di Verona Sboarina.

La risposta a una simile aggressione ai diritti e alle conquiste civili degli ultimi 50 anni è stata una mobilitazione senza precedenti per denunciare una precisa strategia politica a livello internazionale, con una visione misogina della storia delle donne, che non risparmia i diritti di omosessuali, Lgbt e qualsiasi forma di libertà di scelta individuale, ma che soprattutto minaccia le famiglie reali in Italia e in Europa che non si conformano a dottrine religiose e illiberali dei secoli passati.

In centomila a Verona abbiamo risposto a questa violenza, con cuore, testa e determinazione.

Ancora una volta la rete delle donne ha mosso la protesta.

Noi che da sempre ci battiamo per l’autodeterminazione dei diritti sessuali e riproduttivi, per la democrazia e la laicità dello Stato, perché ciascun individuo possa scegliere liberamente ciò che riguarda la propria vita, il proprio corpo, la propria salute, il proprio lavoro, il proprio futuro, non siamo disposte ad arretrare di un millimetro.

La forza dei movimenti emersa da Verona non deve andare dispersa perché stiamo affrontando un periodo buio ed oscurantista che mai avremmo pensato di dover rivivere e noi lavoreremo in questa direzione

.Per questo il nostro impegno non finisce con Verona, ma prosegue per contrastare questa politica illiberale e oscurantista.

Di seguito trovate una serie di articoli sul Congresso delle famiglie e sulla Contromanifestazione di Verona del 29,30 e 31 marzo

LINK DI ARTICOLI SUL CONGRESSO DELLE FAMIGLIE DI VERONA E SULLA CONTROMANIFESTAZIONE

Vogliamo figlie e figli felici non chiusi dentro a gabbie
Dio patria a Verona
Esclusivo fondamentalisti cristiani
Davvero la costituzione parla di famiglia
A Verona parole dell’attivismo internazionale famiglie vita crescono diritti
Congresso famiglie verona
Manifestazione contro congresso
Congresso famiglie feti in gomma come gadget ricordo
Verona non è il medio
Comunicato congresso famiglia Verona
Lo striscione di appendino
Verona diritti che rischiamo perdere

Italia delle scuole e delle città così diversa da quella del congresso di Verona
Revealed-trump linked us christian
La famiglia naturale non esiste comunicato della società italiana
Il congresso mondaile delle famiglie verona
Comunicati stampa
Ha vinto fontana il patrocinio
Il documento degli estremisti religiosi per ristabilire ordine naturale
il ministero dei costi del congresso
Congresso Verona famiglia finanziamenti russia
c Congresso famiglie 200 professori revocare patrocinio governo Congresso famiglie Verona don Ciotti una vergogna La storia del manifesto contro il congresso della famiglia di Verona
Congresso delle famiglie il ministro leghista fontana confermo patrocinio del governo
Congresso Famiglie Verona segretario di stato Parolin
Congresso mondiale delle famiglie
Professori università docenti ricercatori
Governo patrocinio lobby
Verona il capogruppo leghista si dimette congresso della famiglia imbarazzante
Camusso cgil partecipa a manistazione 30 Marzo a Verona
World congress of families
Cirinna presenta mozione contro congresso familiare
Verona model city far right ultra catholic alliances
18 Aprile 2019 |