Mostre da non perdere per chi resta in città….

C’è chi parte e c’è chi resta a Torino, quest’anno vorremmo segnalare mostre ed iniziative soprattutto su temi femminili o di artiste, in giro per Italia e nel mondo. Intanto iniziamo con quelle che Cinzia Ballesio, ha scelto per chi rimane o arriva nella nostra città.

Vi invitiamo a inviarci segnalazioni e suggerimenti scrivendo a senonoraquando.torino@hotmail.it

Museo del Cinema – Mole Antonelliana – dal 17 luglio 2019 al 6 gennaio 2020

#FacceEmozioni. 1500-2020: dalla fisiognomica agli emoji.

“#FacceEmozioni 1500-2020: dalla fisiognomica agli emoji”: la mostra al Museo del Cinema

Nella splendida cornice della Mole Antonelliana sono esposti cinque secoli di storia della fisiognomica, pseudoscienza che vede come protagonista il volto, espressione dell’anima dell’essere umano.

Leggi il resto »

Artiste e mercato. I risultati delle aste londinesi

Artribune      16 marzo 2018           –           Cristina Masturzo

Le cifre battute da Christie’s, Sotheby’s e Phillips confermano una tendenza poco felice del mercato contemporaneo: quella di precludere alle donne i vertici delle aggiudicazioni all’asta.

Le artiste donne continuano a far fatica ad affermarsi sul mercato globale rispetto ai colleghi uomini, restando escluse dalle posizioni più alte nelle aggiudicazioni in asta.
Nelle sessioni londinesi di marzo appena concluse, attirano offerte che superano il milione di sterline solo Louise Bourgeois (Spider III, 1995, Christie’s, £ 4.733.750), Maria Helena Vieirada Silva (L’Incendie I, 1944, nuovo record d’asta dell’artista, con un’aggiudicazione da Christie’s di £ 2.048.750), Marlene Dumas (The Pilgrim, 2006, Phillips, £ 1.749.000), Yayoi Kusama (Infinity Nets OQ4, 2000, Sotheby’s, £ 1.269.000) e Cecily Brown (The Homecoming, 2015, Christie’s, £ 1.568.750, A swan comforting a snake, 2014, Sotheby’s, £ 1.209.000).

Maria Helena Vieira Da Silva, L’incendie I, 1944, £ 2.048.750 (courtesy of Christie’s Images Limited 2018 ©) Leggi il resto »