SALUTE RIPRODUTTIVA CONTRACCEZIONE E DIRITTI/2

Continuiamo con la nostra rubrica dedicata alla SALUTE RIPRODUTTIVA, alla CONTRACCEZIONE e ai DIRITTI con una rassegna stampa di articoli internazionali su queste tematiche, curata da Cinzia Ballesio

POLONIA: la criminalizzazione dell’educazione sessuale.

Il 15 ottobre scorso la Camera del Parlamento polacco ha votato a favore di un disegno di legge che vuole criminalizzare l’educazione sessuale, equiparandola alla pedofilia, proponendo pene fino a 5 anni di carcere per insegnanti, medici o addetti ai lavori attivi in progetti di insegnamento dell’educazione sessuale.

Il nuovo disegno di legge, dal fuorviante titolo STOP PAEDOFILIA, è stato proposto dal partito di estrema destra al governo, Diritto e Giustizia (PiS) e appoggiato dalla Conferenza episcopale polacca, una delle più conservatrici in Europa.

Leggi il resto »

SALUTE RIPRODUTTIVA, CONTRACCEZIONE E DIRITTI/1

Continuiamo con la nostra rubrica dedicata alla SALUTE RIPRODUTTIVA, alla CONTRACCEZIONE e ai DIRITTI con una rassegna stampa di articoli internazionali su queste tematiche, curata da Enrica Guglielmotti

12 settembre 2019 -Opendemocracy I conservatori cristiani del Regno Unito si uniscono contro una disposizione che rende obbligatoria l’educazione sessuale

In questo articolo viene descritto un evento che i gruppi conservatori cristiani hanno organizzato contro una disposizione del Dipartimento dell’Educazione del Regno Unito che ha reso obbligatoria in tutte le scuole primarie l’Educazione alle relazioni, ed in tutte le scuole secondarie l’Educazione sessuale ed alle relazioni. Questo provvedimento era stato adottato a seguito di un vasta consultazione che ha coinvolto genitori, giovani ed esperti.

qui l’articolo integrale

23 settembre 2019- The Guardian Una Lettera inviata dagli Stati Uniti agli Stati membri dell’ONU per opporsi all’aborto

Si ritiene che gli Stati Uniti abbiano scritto agli Stati membri delle Nazioni Unite per esortarli a unirsi a una “coalizione in crescita” di paesi che si battono contro l’aborto, in quello che sembra essere l’ultimo tentativo dell’amministrazione Trump di far arretrare i diritti delle donne.

Leggi il resto »

Conferenza internazionale sulla popolazione e lo sviluppo

Come sta accadendo in altri paesi Europei, anche in Italia la stampa non sembra interessata alla prossima conferenza organizzata dalle Nazioni Unite in tema di diritto alla salute sessuale e riproduttiva, empowerment femminile e parità di genere.

E’ dal 1994, anno della 1° Conferenza Internazionale ONU sulla Popolazione e lo Sviluppo tenutasi al Cairo, che è stato individuato un Programma di Azione che ha riconosciuto questi temi come fondamentali per combattere la povertà e contribuire ad un miglioramento delle condizioni di vita nel mondo.

Chiediamo pertanto  alle giornaliste ed ai giornalisti, alle associazioni ed a chiunque sia sensibile a questi temi di dare notizia di quanto le Nazioni Unite stiano facendo e segnaliamo pertanto i seguenti siti

The Nairobi Summit on ICPD25 e The Nairobi Summit to Advance the ICPD Programme of Action UNFPA

Leggi il resto »

MATERNITA’ CONSAPEVOLE OGGI

Maternità consapevole oggi
12 aprile 2019
Aula Carle—AO Ordine Mauriziano
Largo Turati 62 – Torino

ore 8.00 Registrazione Partecipanti
ore 9.00 Saluto delle Autorità
ore 9.20 Enrica Guglielmotti:  Introduzione. Scelta della maternità tra diritti e realtà

Prima sessione Moderatori: Mario Campogrande e Laura Ferrara

ore 9.30 Francesco Pallante : Art. 32 della Costituzione: diritto alla salute
ore 9.50 Enrica Guglielmotti: Diritti riproduttivi: Atlante Europeo della contraccezione e situazione italia
ore 10.10 Maria Rosa Giolito: I consultori 40 anni dopo la legge 194
ore 10.30 Silvio Viale: IVG in Piemonte                                                                                                                                              ore 10,50 : Discussione interattiva

ore 11.10: Coffee Break Leggi il resto »

Legge 194. Relazione nuova, approccio vecchio

Quotidiano.sanità.it   21 gennaio 2019

Gentile Direttore,
qualche giorno fa è stata presentata la relazione al Parlamento sullo stato di applicazione della legge 194, che conferma la tendenza alla riduzione dei tassi di abortività e del numero delle IVG/anno; nel 2017 sono state 80.733. In particolare, la relazione ministeriale evidenzia la peculiarità tutta italiana dell’andamento dei tassi di abortività (1): quasi ovunque dopo la legalizzazione si ha una diminuzione progressiva, seguita da un plateau che si mantiene negli anni; in Italia, al contrario, dal 2005, i tassi di abortività diminuiscono significativamente di anno in anno.

Nella relazione si attribuisce tale riduzione ad una serie di fattori, primi fra tutti l’eliminazione dell’obbligo di prescrizione medica dei contraccettivi di emergenza per le maggiorenni, nonché l’aumento dell’uso di contraccettivi e l’“uso estensivo del profilattico” per le minorenni.
Leggi il resto »