Ma le rose … no

Ma le rose … no             

martedì 13 Giugno alle ore 21 al Teatro delle Arti del Cecchi Point (via Cecchi 17) – Torino

spettacolo di Teatro Danza  proposto dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Movimento Naturale

La proposta di un nuovo spettacolo nasce dopo l’esperienza dello spettacolo Secondo Tempo andato in scena nel Giugno 2014 in anteprima in questo stesso spazio

Il nuovo spettacolo è il risultato di un lavoro di ricerca collettivo guidato dalla danzatrice coreografa Claudia Serra, attraverso il quale ciascuna interprete ha sperimentato, oltre alla Danza, linguaggio principe, anche la possibilità di esprimersi attraverso la Parola, il Canto le Arti Circensi.

 

“Ma le rose … no” parla dei molti femminili, tragico, eroico, armonioso, grottesco, violento, fragile, sensuale, giocoso presenti in ogni donna, a seconda dei momenti e delle fasi della vita.

Le rose che, danno il titolo allo spettacolo, sono una compensazione formale ad un rapporto Uomo/Donna nel quale le differenze ontologiche non consentono mai una vera comprensione.

Lo spettacolo segue una traccia narrativa per quadri che hanno per tema i tanti caratteri femminili.

Coordinamento coreografico e regia: Claudia Serra

L’intera manifestazione sarà ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

INFORMAZIONI:

Associazione Sportiva Dilettantistica Movimento Naturale http://www.movimentonaturale.net

movi.nat@tiscali.it

tel. 011.5174663 – cell. 338.2416052 / 333.2058253

MA BOUCHE DANS LES BRAS

La Junior Company del Centro Studio Danza diretto da Denise Zucca in collaborazione con Emanuela Guarino ‐ referente COMITATO SE NON ORA QUANDO? ‐ Grugliasco

presenta

VENERDI’ 18 DICEMBRE ‐ ORE 21,30 NAVE ‐ Parco culturale Le Serre
Via Tiziano Lanza 31, Grugliasco

MA BOUCHE DANS LES BRAS

Spettacolo di danza contemporanea in atto unico di Denise ZUCCA
testi: Paola BONETTI
con la partecipazione di: Edoardo OCCELLI e Simone PEZZOT

“La felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarsi sempre dopo una caduta” (Confucio)

Come si può raccontare il ruolo della donna nella nostra società? Ci sono soluzioni didascaliche che ne esaltano solo la funzione in uno schema ordinato: madre, moglie, figlia, lavoratrice. Oppure c’è una strada intima e profonda, che affonda lo sguardo oltre la superficie. Proprio come se l’occhio attraversasse uno specchio per scindere le vere tracce di una vita dai semplici riflessi.
retro Leggi il resto »

INTRECCI

Alla Fondazione dell’Avvocatura Torinese Fulvio Croce

LE SWINGING LADIES
Presentano lo spettacolo
RITRATTI DI DONNA

Le relazioni al femminile raccontate attraverso

MUSICA, PITTURA , CANTO e DANZA
27 APRILE 2015 ore 19.00
FONDAZIONE “FULVIO CROCE” Via Santa Maria 1-Torino Leggi il resto »

Gli Animali senza favola di Simona Bertozzi

Artribune 18 dicembre 2014 – Giuseppe Distefano

Debutta a Bologna la nuova creazione della coreografa e danzatrice Simona Bertozzi. “Animali senza favola” è il titolo dello spettacolo in programma all’Arena del Sole: un quintetto-branco tutto al femminile, figure aurorali mosse alla ricerca di uno stato originario di pulsione alla vita. Ne abbiamo parlato con l’ideatrice.

Animali senza favola, Compagnia Simona Bertozzi – Nexus

Punto di partenza di Animali senza favola è la riflessione che Maria Zambrano consegna a Chiari del bosco…
La suggestione che ho assunto dall’opera di Maria Zambrano è il suo porsi in ascolto di una percezione dell’essere che “emerge nell’immediatezza”, che non estingue il proprio stato creaturale, che “va incontro alla luce con il suo respiro” e, come l’animale, sta nel mondo in una condizione di vigilanza e sospensione. E anche ammirazione! Proprio questa riflessione sull’animalità, che per sua sostanza originaria sfugge al perimetro della narrazione, della favola appunto, ed è scollata da una percezione spazio-temporale oggettivante, mi ha suggerito un’ulteriore possibilità di indagine coreografica delle dinamiche relazionali e l’autogenerazione di una grammatica del gesto. Indagine già aperta negli ultimi lavori, tra cui Orphans, Oratori_ae e Guardare ad altezza d’erba, quest’ultimo realizzato per la Biennale Danza con un sestetto di giovanissimi danzatori tra i dieci e i dodici anni.

simona bertozzi 2 Leggi il resto »

Dedicato a tutte le donne che vogliono sentirsi “danzanti”

Benessere è quella condizione in cui il corpo non è presenza dolente e faticosa, ma compagno leggero e plastico di ogni giornata.

Sostenitrice di un lavoro sul corpo mai aggressivo, che ne privilegi con attenzione la complessa funzionalità, l’A.S.D. Movimento Naturale, arrivata al trentesimo anno di attività, ripropone a partire da ottobre i corsi di Danza Moderna e Ginnastica Dolce per chi intende dedicarsi del tempo muovendosi piacevolmente. Leggi il resto »

21 Settembre 2014 | Tags: |