Pavia, l’università contesta Pillon ” Ritiri la sua legge”

La Repubblica 13 aprile 2019   –  Brunella Giovara

Ottocento firme di professori e studenti

Ma « c’era proprio bisogno di farlo venire qua? Cos’è? Una provocazione? » . L’università di Pavia invita il senatore leghista Simone Pillon a una tavola rotonda quasi pubblica, ed ecco gli studenti protestare, una ottantina di docenti prendere le distanze con un documento che lo accusa di aver partecipato al convegno di Verona, «che ha riunito movimenti globali antiabortisti, esponenti della destra radicale, cristiana e integralista». Leggi il resto »

La trappola del ddI Pillon e il gioco delle tre carte

HuffPost   8/4/2019   Loredana Taddei

Da mesi è in corso un attacco alle donne che viene dal cuore del Parlamento, sotto il nome di ddl Pillon.

Mentre le donne della società civile insieme a movimenti e sindacati continuano a mobilitarsi senza sosta, la Lega continua a difendere coriacemente il famigerato ddl e i 5 Stelle fingono contrarietà, gli altri gruppi al Senato che fanno?

Sappiamo quello che faranno domani le associazioni femministe, Non una di Meno, i sindacati e i centri antiviolenza: saranno ancora una volta in piazza, a Roma, per chiedere il ritiro del ddl Pillon e dei disegni di legge collegati. Leggi il resto »

DOPO VERONA

Scomparso il bonus bebè, riapparsi ‘padre-madre’ in luogo di ‘genitori’ sui documenti di identità.

Ecco le ultime novità all’indomani del Convegno della famiglia di Verona.

Ecco, dunque, la strategia di questo governo: creare un terreno di consenso rassicurante attorno a temi impossibili da contestare (famiglia, figli, rispetto per la vita) e contestualmente sferrare attacchi sempre più specifici a diritti faticosamente acquisiti nel corso di lunghi anni di battaglie e riconoscimenti e al principio di libera scelta ed autodeterminazione nell’ambito della maternità, della legge 194, delle unioni civili omosessuali e di ogni altra misura egualitaria nelle politiche legate alla famiglia, alla sessualità e alla identità di genere.

Sotto attacco si sono trovate prima di tutto le donne e con esse i minori, la comunità lgtbiq, i migranti; attacco sferrato attraverso prese di posizione contro la legge 194, contro quella sulle unioni civili, attraverso il ddl Pillon e correlati, i ddl Gasparri e Stefani (proposte di legge subdole, che formalmente non attaccano la 194, ma di fatto risultano essere un vero tentativo di abolirla o svuotarla completamente), attraverso la modifica dei termini per il congedo parentale e di maternità, attraverso il decreto sicurezza. Leggi il resto »

La violenza tollerata (troppo) nelle coppie di giovanissimi

Open   –  19.12.2018                Giada Ferraglioni

Secondo un recente studio di Eurispes, una percentuale rilevante di giovani non interrompe una relazione nonostante minacce e violenze. Quali  sono i rischi presenti nel ddL Pillon? 

Qual è, tra i giovani dai diciotto ai trent’anni, la soglia di tolleranza nei riguardi dei comportamenti violenti all’interno di un rapporto di coppia? A questa tematica ha cercato di dare una risposta l’istituto di ricerca Eurispes, che ha pubblicato uno studio intitolato “Amore malato: tra ricatti e minacce, ovvero dinamiche disfunzionali di coppia”.

Secondo quanto riportato da Eurispes, i risultati variano secondo il sesso, la provenienza geografica e il titolo di studio.

per quattro giovani su dieci, il gesto di violenza è “tollerabile”. Tra le donne, quasi un terzo delle intervistate (30,8%) non porrebbe necessariamente fine al rapporto.

Lo scorporo dei dati indica che a un titolo più alto di studio corrisponde una più netta insofferenza verso eventuali gesti di violenza. Leggi il resto »