“Parole & Cinema”

MERCOLEDÌ 13 NOVEMBRE ORE 21.00 LUOGHI COMUNI Porta Palazzo via Priocca 3 Torino

Presentazione del libro “L’informatica al femminile. Storie sconosciute di donne che hanno cambiato il mondo” di Cinzia Ballesio e Giovanna Giordano (Neos Edizioni).

Le due autrici e l’editrice Silvia Ramasso presentano il libro dialogando con Edoardo Peretti dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema.

A seguire, la proiezione di Bombshell: The Hedy Lamarr story di Alexandra Dean documentario dedicato ad una delle più celebri protagoniste del volume.

INGRESSO GRATUITO

L’INFORMATICA AL FEMMINILE

Alla Galleria delle donne di Torino via Fabro 5 – Torino

venerdì 20 settembre alle ore 20 PIATTO e

alle 21,15 presentazione del libro

L’INFORMATICA AL FEMMINILE

di Cinzia Ballesio e Giovanna Giordano

edito da Neos

“Guardare un’immagine sullo smartphone, collegarsi a internet in wi-fi, cliccare sulle icone: sono operazioni che facciamo ogni giorno senza sapere che sono frutto di ricerche e invenzioni di donne. Da Ada Lovelace Byron che intui la potenzialità del computer cent’anni prima che ne fosse effettivamente costruito uno, fino alle ragazze che oggi animano il web spesso con ruoli da protagoniste: donne che non si sono spaventate di fronte alla novità, ma hanno inventato tecnologie migliorandole con la loro genialità…”

Leggi il resto »

La donna che fece scendere Armstrong sulla Luna

La Stampa – Scienza 8 luglio 2019 Piero Bianucci

Quando si parla di storia dell’informatica, vengono in mente soltanto due donne: Ada Lovelace Byron e Hedy Lamarr. Ada, figlia del celebre poeta romantico inglese, perché nell’Ottocento, ispirata dalla “macchina analitica” del matematico Charles Babbage, fu la pioniera del software, tanto che si chiama ADA uno dei linguaggi di programmazione della Difesa americana. Hedy per le sue geniali invenzioni tuttora applicate alle telecomunicazioni e all’informatica, nonché per la straordinaria bellezza che ne fece una diva fatale di Hollywood: la storia del cinema le deve la prima (fugace) scena di nudo integrale nel film “Estasi” del 1932.

Da Eniac a Internet

Ma Ada Lovelace e Hedy Lamarr sono solo le punte emergenti. Il contributo delle donne alla scienza dei computer è ben più vasto. Nel libro “L’informatica al femminile” (Neos Edizioni, 144 pagine, 17 euro) Cinzia Ballesio e Giovanna Giordano tracciano la biografia di una trentina di donne quasi sconosciute ma che hanno avuto un ruolo decisivo nel costruire il mondo digitale in cui viviamo. Furono donne le programmatrici di Eniac, il primo computer completamente elettronico (Usa, 1946), tre informatiche nere nel 1962 resero possibile il volo in orbita dell’astronauta John Glenn (come racconta il film “Il diritto di contare”), innumerevoli sono le donne hanno ideato i programmi che fanno funzionare Internet e quelle che oggi lavorano all’Intelligenza Artificiale.

Leggi il resto »

DIGITAL WOMEN POWER

DIGITAL WOMEN POWER

VENERDÌ 11 MARZO 2016 ORE 16,30

SALA DELLE COLONNE – PALAZZO CIVICO – PIAZZA PALAZZO Dl CITTA’, 1 ,TORINO

Il tema del divario digitale di genere sarà affrontato dalla tavola rotonda che ospita interventi dal punto di vista delle istituzioni politiche, della ricerca, della formazione e delle nuove professioni, con uno sguardo sull’evoluzione della comunicazione in rete e di chi fa divulgazione tecnologica.

16.30 Laura Onofri – Presidente Commissione Diritti e Pari Opportunità Comune di Torino

16.45 Mariella Berra – Docente di Sociologia delle reti

17.00 Giovanna Giordano – Informatica e formatrice, autrice del libro “Maledetta informatica”

17.15 Barbara D’Amico – Data journalist

17.30 Elia Bellussi – Presidente Museo Informatica Piemontese

17.45 Domande

18.15 Chiusura

modera Augusta Giovannoli, esperta di Creatività Digitale. 

 

La manifestazione aderisce all’inziativa Rosa digitale (www.rosadigitale.it) 

“Non vi è divario di genere che tenga contro la divulgazione delle conoscenze”.