Femminicidio e crisi economica: un legame pericoloso

Europa 14 marzo 2014 – di Paola Casella

“Non ho un lavoro perchè non lo trovo, è difficile, a 44 anni, e con i tempi che corrono. Mio marito mi dà solo 40, max 50 euro da gestirmi al mese. Oggi addirittura mi ha accusata di avergli rubato 100 euro. Io non so nemmeno dove li nasconda, forse lo fa apposta perchè ce ne sono pochi, così non me ne dà più, visto la crisi. Ma io penso che marito e moglie la crisi la risolvono insieme”. Questa mail di una lettrice, Nada, è arrivata alla redazione di Donneuropa come commento all’intervista alla giudice Paola Di Nicola. Leggi il resto »

“Lo stupro di Lucrezia” di Valter Malosti alle Fonderie Limone

Il Comitato Se Non Ora Quando di Torino sarà presente alle Fonderie Limone dove stasera, 20 novembre, alle 19.30, debutta in prima nazionale uno spettacolo di Valter Malosti “Lo stupro di Lucrezia” che sarà replicato fino al 2 dicembre. (Date e orari dello spettacolo sul sito del Teatro Stabile di Torino www.teatrostabiletorino.it/?projects=lo-stupro-di-lucrezia) È un adattamento teatrale dello stesso Malosti dell’opera di William Shakespeare, la storia di Lucrezia che, dopo essere stata stuprata da Tarquinio, si suicida. In Shakespeare la voce della donna si dilata e diviene uno dei più alti esempi di  meditazione sulle conseguenze dello stupro visto dalla parte di una donna, attraverso una serie di lamentazioni, introspezioni, allegorie, invettive contro il Tempo, la Notte, l’Occasione.

Se Non Ora Quando, che ha organizzato a Torino dal 4 al il 14 ottobre scorso una serie di eventi contro la violenza alle donne e ha lanciato il grande appello, “Mai più complici”, ritiene utile che continui un’azione di sensibilizzazione. Per questo Se Non Ora Quando Comitato di Torino sarà presente alle Limone Fonderie in occasione di ogni replica dello spettacolo “Lo stupro di Lucrezia” anche per portare i propri contenuti e riflessioni sulle ragioni della violenza di genere, su modelli sociali e culturali stereotipati, sulla qualità della relazione con la donna e con il suo corpo.

Domenica 25 novembre dopo lo spettacolo delle ore 15.30, seguirà un dibattito sulla violenza a cura del Comitato di Torino “Se Non Ora Quando?” con Milena Boccadoro, Cinzia Ballesio e Stefanella Campana.

La violenza, svelando se stessa, svela tutte le discriminazioni contro le donne. Violenza che in Italia ha già fatto oltre cento donne morte per mano di un uomo. Femminicidi, la vergogna di un’intera società, una società che non è in grado di proteggere le sue figlie, le sue bambine, private del loro futuro, dei sogni, dei diritti fondamentali, della vita stessa.