#FORZARAGAZZE AL LAVORO

Laura Onofri

Chi, se non Laura Boldrini, da sempre appassionata e impegnata per la difesa dei nostri diritti , poteva pensare, in questo momento,  di chiamare a raccolta tutte le donne per affrontare  e contrastare il  momento preoccupante che sta vivendo il nostro Paese: un conservatorismo che rischia di calpestare la dignità umana annullando ogni conquista civile,  una superficialità con cui spesso vediamo   viene affronta, quando viene affrontata,  la questione femminile,  perché molto spesso la stessa viene ignorata per poi riaffiorare in tempo di campagne elettorali dove serve riempirsi la bocca di parità e pari opportunità.

Laura Boldrini ha pensato di partire proprio da Torino con il suo progetto  “#Forzaragazze al lavoro”, dedicato a Valeria Solesin,  borsista italiana alla Sorbona, uccisa nell’attentato al Bataclan  e che aveva pubblicato con questo titolo un articolo sulla situazione delle donne madri lavoratrici in Italia e in Francia e che porterà in molte Città di tutto il Paese.

Ieri quindi a Torino, organizzato da SeNonOraQuando?Torino, si è svolto il primo incontro   con oltre trenta associazioni e organismi di parità  e  circa 80 donne che hanno accolto con molto entusiasmo l’invito, non solo,  a confrontarsi   su una proposta di legge che Boldrini sta per presentare alla Camera e che prevede misure per l’incremento dell’occupazione e l’imprenditoria femminile, ma anche a ragionare  sul cammino da percorrere per  far fronte a questo nuovo oscurantismo, per difendere leggi come la 194, per contrastare le molestie sessuali, la disparità salariale, la violenza domestica,  per cambiare una cultura ancora troppo spesso maschilista e non paritaria.   Leggi il resto »