Gli scrittori al sindaco anti «libri gender»: adesso ci metta tutti al bando

Corriere della sera – La 27 ora   13 luglio – Elena Tebano

Solo poche righe dirette al primo cittadino di Venezia Luigi Brugnaro: «Signor sindaco, cortesemente bandisca anche i nostri libri. Non vogliamo stare in una città dove vengono banditi quelli di altri». E poi le firme di 236 autori, tra i quali Michela Murgia, Massimo Carlotto, Altan, Piergiorgio Odifreddi, Loredana Lipperini e molti scrittori di libri per bambini (come i promotori Andrea Valente e Matteo Corradini).

Dopo la petizione sottoscritta da trentamila persone e le prese di posizione di Amnesty Internationale degli editori italiani, è il mondo degli autori a intervenire contro Brugnaro, che tra i primi atti dopo l’elezione aveva annunciato di aver «fatto togliere tutti i libri “gender” dalle scuole». Leggi il resto »

Chi di gender ferisce…

Ordine degli Psicologi del Lazio 19 giugno 2015 – Blog a cura di Paola Biondi

Il terrore corre sul filo del telefono. Anzi del wireless. Perché in concomitanza e sembra quasi in preparazione all’evento della manifestazione prevista a Roma sabato 20 giugno visto che termina proprio con l’invito a parteciparvi, si sta scatenando sui cellulari di tanti genitori un tam-tam preoccupante. Leggi il resto »

Di cosa parliamo quando parliamo di genere a scuola

inGenere 9 aprile 2015 – Pina Caporaso

L’ideologia del gender non esiste. Nelle classi si insegna ai più piccoli “a volare liberi”

Matilde era una mia alunna che in seconda elementare, a una mostra d’arte contemporanea, mi chiese se l’artista potesse essere una femmina, visto che in quella esposizione gli artisti erano solo maschi.
Mohammed, in quella stessa classe, nella gita di più giorni, lo trovammo una mattina al risveglio che aveva sistemato tutti i suoi compagni di stanza sui letti mentre dava il cencio sul pavimento perché in un posto sudicio non si dormiva bene. Leggi il resto »