Isabella Ragonese: “Non si è sole. Sono con le donne che denunciano”

Isabella Ragonese è l’unica donna, e unica italiana, nella giuria della 35esima edizione del Tff, composta da Gilles Mackinnon, Petros Markarias, Santiago Mitre e il presidente Pablo Larraín. “In giuria c’è un clima molto interessante con grande varietà di punti vista. Occasione di crescita per me” ha detto l’attrice e autrice palermitana da sempre molto legata al Festival del Cinema torinese:”Questo festival ha una forte identità che coincide con lo spirito della città “ ha sottolineato.

Con lei si è parlato anche del momento storico che le donne stanno vivendo dopo lo scandalo molestie sessuali partito dagli Usa.

“Non si è sole. C’è una comunità di donne che si sostiene. Sono dalla parte delle donne che denunciano sempre” ha spiegato la Ragonese, aggiungendo una sua sensazione : “Come spesso capita in Italia tutto diventa una sorta di tifoseria mentre credo che la questione sia molto più complessa”.

qui il video

Intervista Daniela Lanni

Riprese e montaggio Daniele Solavaggione (Reporters)

SOLE, CUORE, AMORE

Sole, cuore, amore  è l’esempio di come un film possa narrare la condizione di parte del mondo del lavoro oggi, più di molti convegni o studi sociologici.

Il film di Daniele Vicari,  astro del nuovo realismo italiano con due  straordinarie protagoniste: Isabella Ragonese  indimenticabile con il  suo cappottino rosso  interpreta Eli  ed  Eva Grieco, che presta  il suo volto e la sua arte di danzatrice (lo è nella vita reale)  al personaggio  di Vale, che sembra forse il più lontano, più in secondo piano, ma che dà molta forza al film, ci riesce appieno.

La storia è purtroppo  una delle tante storie vere di questo nostro Paese dove di lavoro,  ce n’è poco  e quindi quando c’è, sei costretta a fare i salti mortali per tenerlo:  Eli  si alza alle 4,30 del mattino,  da Nettuno va a Roma a lavorare in un bar e torna sfinita a casa  la sera appena il tempo per salutare i 4 figli che sono già a letto e cenare con il marito disoccupato. Leggi il resto »