JUST THE WOMAN I AM: è già record!

Oltre 3mila hanno deciso di non mancare in Piazza SAN CARLO

L’edizione zero di JUST THE WOMAN I AM ha chiuso con il botto ed è già record!

I numeri parlano da soli. Sold out in piazza San Carlo, che per l’occasione si è vestita di rosa, oltre 3mila le iscrizioni alla 6 km non competitiva e alla 3 km di fitwalking e stimati 50mila passaggi nel salotto di Torino. Leggi il resto »

8 marzo: WOMENAREUROPE Per un’altra Europa laica e dei diritti

WOMENAREUROPE

Per un’altra Europa laica e dei diritti

A maggio voteremo per rinnovare il Parlamento Europeo.
Un occasione importante per scegliere chi ci rappresenta secondo il principio della democrazia paritaria, chi avrà il compito di decidere le politiche europee. Un’occasione importante perché l’Europa non è un’entità lontana, ma incide sulla nostra vita quotidiana. Un’occasione per una svolta, per un’altra Europa dei popoli laica e dei diritti per tutti, donne e uomini. Per questo oggi , 8 marzo, giornata internazionale della donna, riflettiamo affinché diventi realtà.
Per questo chiediamo:
-lavoro per donne e uomini,
-scelta libera e consapevole della maternità e paternità , grazie anche a servizi sociali adeguati, politiche attive che garantiscano l’educazione sessuale nelle scuole e la contraccezione, maternità assistita, applicazione della legge sull’aborto
-contrasto alla violenza sessuale e al femminicidio
-contrasto alle discriminazioni nei confronti di ogni orientamento sessuale con politiche culturali attive per il rispetto di tutte e di tutti. Leggi il resto »

8 MARZO – JUST THE WOMAN I AM

8 MARZO PIAZZA SAN CARLO DALLE ORE 11 – SE NON ORA QUANDO? – TORINO sarà presente alla manifestazione!

Lo sport e la sana competizione agonistica, possano aiutare le donne del nostro Paese a ridurre il gap che ancora esiste nella società e che colloca l’Italia al 71° posto, dopo la Cina, nel Global gender gap report 2013 (ricordiamo che la graduatoria del World economic forum valuta la disparità di genere in base a quattro criteri principali: partecipazione economica e opportunità, risultati formativi, salute e sopravvivenza e potere di rappresentanza politica). Parlare anche in questi contesti, di diritti delle donne e di discriminazione può aiutare, dal punto di vista culturale, ad abbattere stereotipi e a raggiungere l’effettiva parità fra le donne e gli uomini. Inoltre il sostegno di questa iniziativa alla ricerca sul cancro aggiunge valore all’iniziativa stessa.”


Stampa