L’amavo più della sua vita a Moncalieri

25 novembre: giornata internazionale contro la violenza sulle donne

l’IIS “A. Marro” – strada Torino 32 Moncalieri dalle ore 10.00 alle ore 12.00

Il Comitato Se Non Ora Quando? Torino propone la proiezione della piece teatrale
“L’amavo più della sua vita” di Cristina Comencini

Intervengono:

Paolo Montagna – Sindaco della Città di Moncalieri

Laura Pompeo – Assessore alla Cultura e alle Pari Opportunità

Gianni Oliva – Dirigente IIS “Majorana-Marro”

Laura Onofri – Presidente Commissione Diritti e Pari Opportunità – Comune di Torino

Stefanella Campana – giornalista

Miresi Fissore – Comitato di Torino “Se Non Ora Quando?”

Dibattito con gli studenti L’incontro è aperto a tutta la cittadinanza

♦ Biblioteca civica A. Arduino, via Cavour 31 Moncalieri dalle ore 17.00 alle ore 19.00
Leggi il resto »

“l’amavo più della sua vita”

GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
alla Casa del Quartiere San Salvario via Morgari 14, Torino

SABATO 21 NOVEMBRE ore 19,30
Aperitivo-cena presso i Bagni Municipali
Apertura delle giornate contro la violenza sulle donne alla Casa del Quartiere

ore 20.30
‘l’amavo più della sua vita’
PROIEZIONE DELL’OPERA TEATRALE DELLA REGISTA CRISTINA COMENCINI a cura del comitato ‘SE NON ORA QUANDO?’
ore 21.30
TAVOLA ROTONDA – DIBATTITO APERTO sulla violenza contro le donne
Intervengono:
Laura Onofri, Consigliera Comunale e Referente torinese del comitato ‘SE NON ORA QUANDO?’ Roberto Poggi, dell’ Associazione CERCHIO DEGLI UOMINI
Damiano Rizzi, presidente e fondatore dell’Ong ‘SOLETERRE’ e autore del libro ‘La guerra a casa’ Lisa Reano, psicologa psicoterapeuta della Rete DAFNE
Moderano il dibattito: Isabella Bonapace e Claudia D’Aloisio, psicologhe responsabili dello SPAZIO d’ASCOLTO ‘LILITH’ alla Casa del Quartiere, per Ass. TIARE’ Leggi il resto »

UNA INIZIATIVA VIRTUOSA- LA PALESTRA DEI DIRITTI DEL PALAZZO DI GIUSTIZIA DI TORINO ED I CORSI DI DEMOCRAZIA DI GENERE INAUGURATI NEI LICEI DI TORINO.

di Fulvio Rossi, già Procuratore Generale aggiunto della Corte di Cassazione

STRATEGIE DI PREVENZIONE E CONTRASTO ALLA VIOLENZA DI GENERE –

Nell’ambito delle iniziative di prevenzione e contrasto alla violenza di genere ha riscosso particolare risonanza ed attenzione, anche in ambito internazionale, l’attività che già da cinque anni viene portata avanti presso i locali del Palazzo di Giustizia di Torino sotto il nome di “Palestra dei Diritti”,( Gimnasyum of human rights) che, grazie alle strutture offerte dal Comune, ha visto partecipare fino ad oggi più di mille donne di differente età, provenienza e capacità fisica, alle quali è stata fornita gratuitamente, accanto ad una formazione tecnica e pratica sul modo di evitare e respingere i vari tipi di aggressione (da quelli in ambiente esterno a quelli in ambito familiare), anche una puntuale informazione di carattere psicologico e legale supportata dalla distribuzione di dispense, elaborate da esperti nella materia ( magistrati , avvocati, psicologi), contenenti notizie su tutto ciò che può essere utile conoscere al fine di sapere utilizzare al meglio le iniziative di supporto per le vittime di violenza messe in campo da parte delle istituzioni. Leggi il resto »

“L’amavo più della sua vita” nelle scuole

di Laura Onofri

Dare un senso al lavoro che si è scelto di fare in un’ associazione,  in una comunità  non sempre è facile, non sempre è gratificante, qualche volta anzi provoca anche qualche frustrazione, a volte un senso di fallimento se non si raggiunge l’obiettivo che ci si era proposti.
Però ci sono momenti che restituiscono valore  a quello che stai facendo, ti indicano che la strada che stai percorrendo è quella giusta.

Questa settimana  alcune di noi sono andate in due licei della Città a parlare con gli studenti di violenza contro le donne.
Abbiamo iniziato senza troppe parole, proiettando subito il video della piece teatrale  di  Cristina Comencini  “L’amavo più della sua vita”, lo spettacolo che l’anno scorso il nostro Comitato presentò a Torino, alle OGR nell’ambito dell’iniziativa “Mai più complici”.
La forza, la capacità di parlare della violenza, del  femminicidio in un modo diretto e con un’interiorità profonda,  andando a sciogliere quei grumi infiniti  ed indefiniti che sono dentro ai ragazzi e alle ragazze e  che, Cristina Comencini  fa  affiorare da questo lavoro,  sono  qualità indiscutibili, e che  confermano non solo il  suo grande valore di scrittrice, ma anche la  ricerca e l’attenzione che ha dedicato a questo tema con una sensibilità ed uno studio attento della società. Leggi il resto »