Dalla casalinga alla scienziata la svolta femminista della Lego

La Repubblica 7 agosto 2014 – VINCENZO NIGRO

Una breve letterina, scritta a mano, con calligrafia pasticciata. Ma con una richiesta chiara e decisa. Charlotte Benjamin ancora non lo sa, ma da qualche giorno questa bimba di sette anni ha aggiunto un piccolo mattoncino all’evoluzione dei rapporti fra uomo e donna. Partendo
dai mattoncini Lego e dai giochi diversi per maschietti e femminucce.
All’inizio dell’anno Charlotte era entrata in un negozio, cercando una confezione di quei “Lego friends” che sono diventati il prodotto di punta dell’azienda danese visto che i
mattoncini classici ormai sono in crisi da anni. Charlotte torna a casa e aiutata dal padre scrive alla Lego in Danimarca: «Amo i vostri giochi, ma non mi piace che ci siano più Lego maschili e quasi nessuno femminile. Leggi il resto »