Linda Laura Sabbadini è di nuovo direttora dell’Istat

Laura Onofri

Nell’aprile del 2016 Linda Laura Sabbadini  era stata rimossa dalla sua carica di direttora del dipartimento di statistiche sociali ed ambientali dell’Istat.

Eravamo rimaste allibite da questa decisione, che privava l’Ente di una figura così competente scientificamente, innovativa, appassionata del suo lavoro e aperta nei confronti della società civile e della comunità scientifica e che negli anni era riuscita a far sì che l’Istat monitorasse la fotografia del nostro Paese da un punto di vista sociale , di genere e ambientale.

Temi e dimensioni quali il lavoro, la  famiglia, il rapporto tra generazioni e tra generi , la violenza contro le donne, la discriminazione per orientamento sessuale, la povertà, l’integrazione sociale dei migranti, il benessere, la condizione urbana erano stati molto  potenziati sotto la sua direzione.

Leggi il resto »

Quell’esercito di donne che lavora senza una retribuzione di Linda Laura Sabbadini

La Stampa    11 luglio 2017   – LINDA LAURA SABBADINI*

Forse non ve ne siete accorti, ma numeri da capogiro sono stati diffusi dall’Istat e riguardano le donne, tutte le donne, non solo le casalinghe. 50 miliardi e 694 milioni di ore di lavoro di cura, per attività domestiche e volontariato sono prodotte dalle donne in un anno. Una quantità enorme e non retribuita. Un numero di ore addirittura maggiore delle ore di lavoro retribuito prodotto da uomini e donne insieme, pari a 41 miliardi 794 milioni secondo i conti nazionali.   Leggi il resto »

ISTAT, LE STATISTICHE DI GENERE DI LINDA LAURA SABBADINI PREZIOSE PER LE SCELTE POLITICHE

Valeria Fedeli 1 aprile 2016

Difficile comprendere la scelta dell’Istat di non avvalersi più delle competenze di Linda Laura Sabbadini, che non sarà più Direttora di Dipartimento né Direttora Centrale.

Si tratta di una studiosa molto stimata che ha introdotto in Italia gli strumenti delle statistiche di genere, come indicato dalle migliori direttive europee, e mi auguro che ora l’Istituto non disperda il suo grande lavoro tornando a privilegiare criteri di neutralità nelle proprie indagini.

Gli studi di Linda Laura Sabbadini si sono rivelati finora preziosi per approfondire molti ambiti di ricerca legati alla vita delle donne e, di conseguenza, per rendere più incisive scelte politiche fondamentali per il nostro Paese: dalla violenza di genere ai dati sull’occupazione femminile, dalle indagini sulla povertà a quelle sugli equilibri tra sfera domestica, lavorativa e sociale, dall’integrazione delle donne immigrate alla grande attenzione rivolta alle differenze territoriali, i suoi contributi rappresentano certamente un fattore di innovazione che ha arricchito molto il valore scientifico e culturale degli studi compiuti dall’Istat, una base di conoscenze imprescindibile per chiunque voglia mettere in campo politiche sociali monitorabili ed efficaci.

Perché Linda Laura Sabbadini è stata estromessa?

L’Huffington Post         2 aprile 2016   – Mara Carfagna

“Rendere visibili gli invisibili”, questo è il mantra che ha caratterizzato negli anni il lavoro portato avanti all’Istat da Linda Laura Sabbadini. Oggi purtroppo quello che rischia di diventare invisibile e quindi irrilevante è l’apporto futuro che la dedizione della ricercatrice avrebbe potuto fornire in termini di conoscenza su tematiche delicate e legate al sociale. All’Istat è in corso una riorganizzazione interna ed in questo processo il Dipartimento per le statistiche sociali ed ambientali, guidato dalla Sabbadini, sarà accorpato a quello delle Statistiche economiche e conti nazionali e sarà affidato a Roberto Monducci. Leggi il resto »

VOGLIAMO DI NUOVO LINDA LAURA SABBADINI ALL’ISTAT! Firma la Petizione

Dal 16 aprile Linda Laura Sabbadini non sarà più direttrice centrale del dipartimento di statistiche sociali ed ambientali.  Non ci spieghiamo come si possa fare a meno di una figura così importante e fondamentale, che negli anni è riuscita a darci una fotografia reale e veritiera, come solo i numeri possono darla, del nostro Paese da un punto di vista sociale ed ambientale toccando i temi dei consumi, del lavoro, della famiglia e del rapporto tra generazioni e tra generi e focalizzando le indagini sulla violenza contro le donne, il bullismo, i migranti , sulle nuove povertà e tante altre ancora.

Si continua a sottovalutare il tema delle politiche di genere e questa decisione, che si unisce alla perdurante mancanza di una Ministra per pari opportunità nel nostro governo, dimostra quanto stia poco a cuore questo tema alla politica

Linda Laura Sabbadini è stata insignita dell’onorificenza  di commendatore della Repubblica, proprio per il ruolo particolarmente innovativo svolto nel campo delle statistiche sociali e di genere e  più volte è stata premiata in Italia e all’estero, recentemente è stata inserita fra le prime cento eccellenze italiane.
Non comprendiamo assolutamente le ragioni di questa scelta che ha sollevato immediatamente le proteste di tante donne ed associazioni in tutto il Paese  e per questo chiediamo  di conoscere i motivi di questa ingiustificata decisione e  che si riveda immediatamente  questo provvedimento reintegrandola  come Direttrice del dipartimento delle politiche sociali ed ambientali. 

FIRMA LA PETIZIONE: https://www.change.org/p/presidente-del-consiglio-matteo-renzi-vogliamo-di-nuovo-linda-laura-sabbadini-di-nuovo-all-istat