ROSA

Rosa, il film con Lunetta Savino in ANTEPRIMA a Torino al cinema Massimo il 13 settembre alle ore 21

in sala Lunetta Savino e la regista Katja Colja

Ha  ricevuto un’accoglienza calorosa durante il Bif&st – Bari International Film Festival: Rosa, diretto da Katja Colja e con Lunetta Savino protagonista assoluta, uscirà in anteprima a Torino al cinema il 13 settembre. IL film vede nel cast anche Boris Cavazza, Anita Kravos e Simonetta Solder.

Un film di emozioni e molto femminile in cui la protagonista regge orgogliosamente sulle sue spalle una bella storia di riscoperta della femminilità e di elaborazione del lutto

Rosa ha sessant’anni ed è sposata con Igor da quaranta. Lei è mingherlina, italiana, lui è imponente, sloveno: un matrimonio che è sopravvissuto a molte tempeste ma che, ormai, sembra essersi congelato. Il dolore incolmabile per la scomparsa della figlia più giovane, Maja, ha portato Rosa e Igor ad erigere confini invalicabili, oltre i quali ciascuno di loro vive la propria sofferenza in solitudine.

A casa gli spazi sono rigorosamente limitati, l’unica eccezione è quando arrivano gli ospiti, in modo da dare un’illusione di serenità. Ma ogni volta che rimangono soli, ognuno si rifugia nel proprio angolo, al riparo dagli sguardi, dai pensieri e dalle emozioni dell’altro. Igor trascorre il suo tempo sulla barca a vela di Maja, come per mantenere vivo qualcosa che non esiste più, ma è difficile lasciarsi andare. Rosa invece si è avvolta nel muto dolore tra le mura della loro casa e nella tomba di Maja nel cimitero, dove sta costruendo una cappella per le sue ceneri.

Ma la vita sorprende e lo fa in modi più inaspettati e l’amore vince oltre e al di là di tutto.

ht

 

 

Leggi il resto »

“Io, attrice impegnata vi dico: giusto esporsi”

Repubblica sera – di ANNA BANDETTINI
ore 19.35 del 8 febbraio 2016

L’ultima “campagna civile” che l’ha impegnata è di qualche settimana fa, la preparazione e promozione del video “Sì lo voglio” a sostegno della legge sulle unioni civili che ha realizzato con le amiche e compagne di “Snoq Factory”. E proprio con questo gruppo di donne, Lunetta Savino, 58 anni, una delle attrici più brave e conosciute del cinema (nei film di Ozpetek, Riccardo Milani, Giorgio Pasotti) e della tv italiana (da “Un medico in famiglia” a “È arrivata la felicità”) ha iniziato a fare le sue battaglie sui diritti delle donne e in generale su temi civili, in linea con quello che sulla ribalta internazionale fanno Elton John, Beyoncè, o attrici come Meryl Streep, Susan Sarandon, Patricia Arquette . «Lo trovo un segno di civiltà. Anche gli artisti vivono nel mondo, usufruiscono degli stessi diritti di tutti e patiscono come tutti se vengono calpestati», dice subito. Leggi il resto »