Torino, nei nidi comunali si potrà allattare al seno

Laura Onofri

Negli asili nido comunali di Torino si potrà allattare al seno il proprio bimbo o la propria bimba.
Sino ad oggi era possibile allattare con il latte materno i propri bambini lasciando il biberon alle educatrici.
Da oggi ci sarà la possibilità di allattare in ambiente “protetto”
La Città intende dunque fornire un sostegno alle neo-mamme in tutti i nidi d’infanzia comunali per facilitare questa pratica naturale, la cui importanza è stata più volte sottolineata ed oggetto di direttive sia dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che dell’UNICEF,

Investire nella cura conviene. Non solo alle donne

Articolo di redazione, ingenere.it del 17/12/2015
Un recente studio condotto in Turchia rivela che l’impatto di un investimento pubblico nella cura dell’infanzia sarebbe positivo non solo per le donne, ma anche per gli uomini, per le persone meno qualificate e per le famiglie più povere
Un numero crescente di ricerche e documenti di policy sottolineano il ruolo fondamentale che gli investimenti in infrastrutture sociali di cura possono svolgere nella promozione di una crescita inclusiva favorendo nel contempo l’eguaglianza di classe e di genere[1]. Leggi il resto »

Voglio un figlio. Forse

ND NOIDONNE 30 ottobre 2015 – Tiziana Bartolini

Una società familistica ma ostile ai bambini. Tiziana Valpiana, presidente de Il Melograno, parla delle fragilità e dei bisogni delle mamme di oggi

“Trenta anni fa venivano da noi donne consapevoli dei propri bisogni e del loro corpo, spesso erano politicizzate o femministe, e avevano scelto di cercare un’alternativa sulle modalità con cui vivere il parto e la maternità. Pian piano la platea si è allargata e hanno cominciato a venire donne diverse tra loro per cultura e provenienza sociale. Questo ha reso il nostro lavoro più difficile, abbiamo anche dovuto riprendere temi e concetti che pensavamo scontati e lo abbiamo ritenuto un fatto positivo”. Leggi il resto »

3 novembre 2015 | Tags: |

Le Donne senza figli

genitoricrescono – 29 settembre 2015 – Sara Boriosi

Cosa pensano le donne senza figli ogni volta che noi madri ci lamentiamo del peso quotidiano della maternità? E cosa pensano ogni volta che ce ne usciamo con un inopportuno “tu non puoi capire”?

Sara Boriosi scrive di vino nel suo Rosso di Sara – Quando le donne bevono vino e di vino si occupa a tempo pieno nel mezzo della verdissima Umbria. Intelligente, spiritosa, colta, bella, appassionata del suo lavoro: what else? Oggi ha deciso di regalarci, appunto, qualcos’altro di sé.

“Il pensiero si è formato in testa da solo, complice la pioggia battente di questo primo giorno uggioso di autunno e mentre scrivo mi sto sfinendo di cioccolato amaro per radunare le idee.
Mentre guidavo verso il centro commerciale ho inserito il pilota automatico che mi ha permesso di arrivare a destinazione sana e salva nonostante la mia testa fosse altrove, persa a ragionare con amorevole struggimento sulla vita delle mie nipoti, ormai ragazze. Leggi il resto »