Passa la risoluzione Tarabella su uguaglianza di genere, ma passa anche l’emendamento PPE

Laura Onofri

Passa la risoluzione, non legislativa, Tarabella che invita l’Unione a migliorare le politiche per raggiungere la parità tra donne e uomini, ma passa anche l’emendamento PPE che ribadisce che sanità e diritti sessuali e riproduttivi sono di competenza dei singoli Stati.

La risoluzione è un passo fondamentale per cercare di raggiungere l’eguaglianza in molti ambiti della società e per il contrasto alla violenza sulle donne. I deputati (441 voti favorevoli, 205 contrari e 52 astensioni), esortano gli Stati membri , nell’ambito della disciplina del lavoro ad
-applicare pienamente la direttiva relativa all’attuazione del principio della parità di trattamento e di pari opportunità di uomini e donne in materia di occupazione e impiego;
-sbloccare i progetti di legge sulle quote femminili nei consigli di amministrazione e promuovere le politiche educative che incoraggiano le donne a scegliere carriere nel campo della scienza e nella tecnologia dell’informazione e delle telecomunicazioni (TIC);
-affrontare le problematiche delle donne che lavorano a tempo parziale, del lavoro sotto-retribuito e precario e garantire che siano assicurate cure di qualità ai bambini e alle persone non autosufficienti. Leggi il resto »