CIAO, BELLA CIAO L’eredità dell’Avv. Bianca Guidetti Serra

Pubblichiamo questo ricordo di BIANCA GUIDETTI SERRA per gentile concessione dell’autrice, l’avvocata Michela Quagliano del Foro di Torino.

« Quelli che si esercitano a esaminare le azioni umane non si trovano mai così impacciati come nel metterle insieme e presentarle sotto la stessa luce: poiché in genere si contraddicono in modo così strano che sembra impossibile che siano uscite dalla stessa bottega. »1 Così afferma Michel de Montaigne nei suoi « Saggi ». Questa volta però l’ «impaccio» mi è estraneo perché Bianca Guidetti Serra ha disposto la sua vita secondo un ritmo certo e sicuro, privo di sbavature. Il suo pensiero va letto in trasparenza, come una filigrana sottile costantemente presente nel suo agire.

Già, perché di prassi si trattò e non tanto – o non solo – perché le piacque il “fare”, come ha scritto ed affermato tante volte, quanto piuttosto perché in questa egemonia della prassi come valore in sé -unica in grado di contrastare i lati oscuri del tempo – sembra riassumersi il senso più profondo della vita di Bianca Guidetti Serra. Leggi il resto »

Il Cognome della madre nell’evoluzione normativa e giurisprudenziale

AVV. MICHELA QUAGLIANO – Ordine Avvocati di Torino

Nell’attuale normativa il cognome è parte integrante del “diritto al nome” che, disciplinato dall’art. 6 c.c. al titolo I “Delle persone fisiche” del primo libro, rientra all’interno del più generale “diritto alla personalità”.
Dunque il nome*, secondo quanto previsto dall’art. 6 comma 1 c.c., viene attribuito alla persona “per legge” e ciò perché, solo attraverso il suddetto diritto, si realizza il pieno sviluppo e riconoscimento dell’identità individuale (prenome o nome) e sociale (cognome). Leggi il resto »