Orfani di femminicidio. Una legge incompiuta

di Assunta Confente, avvocata del Foro di Torino

Con la legge 11 gennaio 2018 n.4 il Parlamento italiano ha approvato una disciplina che, attraverso una gamma diversificata di strumenti normativi, cerca di offrire assistenza e sostegno agli orfani di femminicidio.

Una legge di grande civiltà perché riconosce un nodo fondamentale del fenomeno della violenza domestica e di genere, purtroppo ignorato per molto tempo, e ancora oggi non sufficientemente esplorato, quello relativo ai traumi e alle devastanti conseguenze psicologiche, sociali, economiche patite da questi orfani.

Con questa legge il legislatore ha cercato di colmare una insufficienza normativa, incompatibile con gli impegni assunti dal nostro Paese a livello sovranazionale in primo luogo con la Convenzione di Istanbul, e di affrontare le difficoltà che scaturiscono sul fronte giuridico in ordine ad aspetti legali quali la decadenza dalla responsabilità genitoriale, l’affidamento del minore o la designazione del tutore.

Una buona legge, che introduce una serie di novità sia sul piano civilistico che su quello penalistico che però, come vedremo, risulta, allo stato, incompiuta.

Tra gli obiettivi del legislatore degni di nota sono il riconoscimento di pari dignità ai rapporti di coniugio, alle unioni civili e ai rapporti di convivenza basati su una relazione affettiva stabile, i c.d. conviventi more uxorio,nonché la semplificazione e l’agevolazione per gli orfani di crimini domestici di tutte le attività processuali, successorie e di altra natura che seguono il reato.

Leggi il resto »

ORFANI DI FEMMINICIDIO aspetti giuridici, psicologici, sociali

Camera minorile di Torino e Commissione Pari Opportunità Regione Piemonte

in collaborazione con  Familiarmente  con il  patrocinio di Unione Nazionale Camere Minorili  invitano all’incontro:

ORFANI DI FEMMINICIDIO aspetti giuridici, psicologici, sociali

mercoledì 22 novembre 2017 ore 15 – 18 Sala Fondazione Croce – Via S.Maria 1 bis -Torino

 

L’incontro intende presentare il frutto di un anno di lavoro del gruppo di studio istituito dalla Camera Minorile di Torino, sul tema degli orfani di femminicidio, proponendo alcune riflessioni sulla complessità dei risvolti giuridici, psicologici, sociali, e normativi di tale fenomeno

Presentazione del GRUPPO di LAVORO

Avv. Monica MALAFOGLIA – Camera Minorile di Torino, coordinatrice del gruppo

Dott.ssa Laura ONOFRI – Commissione Pari Opportunità Regione Piemonte

Le procedure avanti il Tribunale per i Minorenni

Dott.ssa Anna Maria BALDELLI – Procuratore della Repubblica presso Tribunale per i Minorenni di Torino

Dr. Dante CIBINEL – Magistrato presso Tribunale per i Minorenni di Torino

Avv. Carola GIRAUDO – curatore speciale

Dr. Jgor Luceri – Giudice onorario presso Tribunale per i Minorenni di Torino

Esame del disegno di legge AC 3772

Avv. Sara SILENGO – Camera Minorile di Torino

Avv. Federica DE BONI – Camera Minorile di Torino

Dott.ssa Laura RECROSIO – psicologa psicoterapeuta, Familiarmente

Testimonianze

La partecipazione al convegno è gratuita, dà titolo per l’attribuzione di crediti formativi.

ISCRIZIONI avvocati iscritti al Foro di Torino: direttamente sul programma “RICONOSCO” avvocati di altri Fori: inviare una mail a: prenotazionecorsi@ordineavvocatitorino.it non avvocati: inviare una email a : info@cameraminoriletorino.it

ORFANI SPECIALI

Venerdì 29 settembre 2017– ore 10.00 –13.30

Auditorium Banca Popolare di Novara – Piazza San Carlo n. 196 – Torino

Su iniziativa di Donne & Futuro onlus e dell’Associazione Camera Minorile di Torino presentazione del libro:

ORFANI SPECIALI

Chi sono, dove sono, con chi sono Conseguenze psico-sociali su figlie e figli del femminicidio

Incontro con l’autrice Anna Costanza Baldry Professoressa presso il Dipartimento Psicologia, Università degli studi della Campania Luigi Vivitelli

modera Roberta Bosisio Dipartimento di Culture, Politica e Società e CIRSDe – Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi sulle Donne e di Genere, Università di Torino

Leggi il resto »

I nuovi diritti che rischiano di cadere nel vuoto

HuffPost    11 settembre 2017      –    Luca Francescangeli Country Director Italy

La legislatura è ormai agli sgoccioli e l’agenda dei diritti è sempre più messa in un angolo.

Il 12 settembre il Parlamento tornerà finalmente in attività, dopo aver goduto dell’ultimo e più lungo periodo di ferie di questo mandato. Il calendario dei lavori è già zeppo di scadenze ineludibili, prima tra tutte le legge di stabilità, che avrà una corsia preferenziale. Poi c’è la nuova legge elettorale: un’incognita nei contenuti, una certezza per il polverone che solleverà tra i vari schieramenti. D’altronde entro sei mesi, o poco più, andremo a votare, siamo ufficialmente in campagna elettorale (o forse non ne siamo mai usciti da febbraio 2013…)

Leggi il resto »

DI NUOVO MAMME (DELLE LORO NIPOTI)

Lettera D  – 30 maggio 2017                         Cristina Obber

I bambini dopo un femminicidio: come prendersi cura di loro? Ce lo racconta una nonna che si è ritrovata a prendersi cura delle sue nipotine dopo che il genero ha ucciso sua figlia.

Sono quattro i figli che ha lasciato Antonietta di Nunno, uccisa a Segrate dal suo ex compagno con un colpo di pistola alla testa. Quattro bambini di cui qualcuno si dovrà prendere cura. Ma chi, e come? Ne ho parlato con Stefania, che a 59 anni si è improvvisamente ritrovata a dover fare da mamma alle sue nipotine perché il genero le ha ucciso la figlia e poi si è suicidato, come è accaduto a Segrate.

Leggi il resto »