Manifesto di costituzione Dei Gruppi Femminili “Giustizia e Libertà”

Laura Onofri

Ieri al Museo Diffuso della Resistenza di Torino, pieno sino all’inverosimile, è andato in scena
“La ragazza Partigiana” da un’ideazione drammaturgica e con la regia di Margheria Casalino
E’ la storia di Elsa Oliva, ragazza che proveniva da una famiglia operaia ed antifascista, e che diventò partigiana. Non staffetta, no lei voleva combattere con le armi in mano. Lo diceva e lo ripeteva e lo scrisse anche. E con la sua determinazione diventò anche comandante di una Volante, la “Volante Elsinki”. Leggi il resto »

“Donne è bello!” Vale ancora? Per non rendere l’8 marzo un rituale scontato

LIDIA RAVERA – L’Huffington Post – 19 febbraio 2014

Un tot di anni fa alcune fiere avversarie della cultura del lamento, diffusero una frase: “Donne è bello”.

Era una risposta collettiva alle madri di allora. Alla loro legittima ma estenuante tristezza, alla loro remissività avvelenata, ai sensi di colpa che, come un virus, ci inoculavano, perché avevamo deciso di non condividere la loro ostinata passività. “Donne è bello” era uno slogan, era un modus vivendi e operandi, era un progetto, una sfida, un augurio per noi stesse, un punto di vista eccentrico, un desiderio, un sogno, un programma politico. Leggi il resto »