L’Europa e il femminile da non sottovalutare

Noi Donne – Giancarla Codrignani

In vista delle elezioni europee una riflessione sui possibili cambiamenti: basterebbe far “partire da sé” ogni politica

Quale sarebbe il soggetto più titolato da rendere protagonista per un superamento innovativo della crisi che colpisce tutta l’Europa e per le trasformazioni globali che hanno bisogno di inventiva e di concretezza? Basterebbe solo far “partire da sé” ogni politica e, con o senza scuole di teorica femminista, si realizzerebbero effetti generalizzati positivi: un internazionalismo dis-organico (senza lobbies, come a febbraio la rete europea per l’autodeterminazione solidale con le spagnole) e senza gerarchie di comando. Ma le donne restano un paradosso perché – anche se nemmeno loro sono angele – nessun autorevole maschio rinuncia a buttar via alleanze nell’emergenza. Leggi il resto »