Violenze e molestie nei luoghi di lavoro

Volentieri pubblichiamo questo comunicato ANSA di lunedì 25 NOVEMBRE 2019 in cui la senatrice Anna Rossomando, Vice Presidente del Senato, rende noto di aver presentato, come prima firmataria, il disegno di legge che prevede la ratifica della Convenzione sull’eliminazione della violenza e delle molestie nel mondo del lavoro (Convenzione OIL n. 190)


“Celebrare la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne significa anche predisporre atti concreti su tutta una serie di reati ancora oggi non pienamente definiti.

Con l’approvazione del disegno di legge di cui sono prima firmataria e che prevede la ratifica della Convenzione sull’eliminazione della violenza e delle molestie nel mondo del lavoro (Convenzione OIL n. 190), l’Italia puo’ diventare uno dei paesi a legislazione piu’ avanzata per quanto riguarda la lotta alle violenze e alle molestie commesse in ambito lavorativo.

Il provvedimento, oltre ad ampliare la definizione di violenza e molestia, comprendendo anche fenomeni come stalking e mobbing, individua come luogo di lavoro anche le situazioni esterne dall’ufficio fisico, come le chat e tutte le comunicazioni per via telematica e, di conseguenza, estende anche a questi ambiti la punibilita’ dei reati.

Inoltre il disegno di legge fa espresso riferimento a violenze e molestie basate sul genere e include ogni persona presente nell’ambiente di lavoro a prescindere dallo status contrattuale, come volontari e persone nel corso di periodi di formazione, tirocinio e apprendistato. Si tratta di una norma avanzata di tutela sul lavoro che spero possa venire approvata in tempi brevi e con un’ampia condivisione”. Lo dichiara in una nota la vicepresidente del Senato e senatrice Pd, Anna Rossomando.(ANSA).

Cgil, Cisl, Uil e Confindustria hanno siglato un accordo su violenza nei luoghi di lavoro il 25/01/2016

Gaetano Quadrelli CISL Torino area metropolitana 12/03/2016

Cosa si intende per molestie e violenza sul luogo di lavoro?

Nuovo accordo europeo sulle molestie e sulla violenza sul luogo di lavoro: i principi, le definizioni e la dichiarazione per le aziende ai sensi dell’accordo recepito.

Secondo alcuni dati europei nel mondo del lavoro la violenza e le molestie da parte di terzi riguardano dal 5% al 20% dei lavoratori e se – come indicato nella relazione ” Workplace Violence and Harassment: a European Picture” – il 40% dei dirigenti europei è preoccupato per  la violenza e le molestie sul luogo di lavoro, solo circa il 25% (e non più del 10% in molti paesi dell’UE) ha attuato procedure per affrontare questo fenomeno.

E proprio per arginare tale fenomeno il 26 aprile 2007 è stato firmato dalle parti sociali europee a livello intersettoriale, e successivamente comunicato al Consiglio e Parlamento Europeo, un  Accordo quadro sulle molestie e sulla violenza sul luogo di lavoro. Leggi il resto »