8 marzo: WOMENAREUROPE Per un’altra Europa laica e dei diritti

WOMENAREUROPE

Per un’altra Europa laica e dei diritti

A maggio voteremo per rinnovare il Parlamento Europeo.
Un occasione importante per scegliere chi ci rappresenta secondo il principio della democrazia paritaria, chi avrà il compito di decidere le politiche europee. Un’occasione importante perché l’Europa non è un’entità lontana, ma incide sulla nostra vita quotidiana. Un’occasione per una svolta, per un’altra Europa dei popoli laica e dei diritti per tutti, donne e uomini. Per questo oggi , 8 marzo, giornata internazionale della donna, riflettiamo affinché diventi realtà.
Per questo chiediamo:
-lavoro per donne e uomini,
-scelta libera e consapevole della maternità e paternità , grazie anche a servizi sociali adeguati, politiche attive che garantiscano l’educazione sessuale nelle scuole e la contraccezione, maternità assistita, applicazione della legge sull’aborto
-contrasto alla violenza sessuale e al femminicidio
-contrasto alle discriminazioni nei confronti di ogni orientamento sessuale con politiche culturali attive per il rispetto di tutte e di tutti. Leggi il resto »

L’Europa e il femminile da non sottovalutare

Noi Donne – Giancarla Codrignani

In vista delle elezioni europee una riflessione sui possibili cambiamenti: basterebbe far “partire da sé” ogni politica

Quale sarebbe il soggetto più titolato da rendere protagonista per un superamento innovativo della crisi che colpisce tutta l’Europa e per le trasformazioni globali che hanno bisogno di inventiva e di concretezza? Basterebbe solo far “partire da sé” ogni politica e, con o senza scuole di teorica femminista, si realizzerebbero effetti generalizzati positivi: un internazionalismo dis-organico (senza lobbies, come a febbraio la rete europea per l’autodeterminazione solidale con le spagnole) e senza gerarchie di comando. Ma le donne restano un paradosso perché – anche se nemmeno loro sono angele – nessun autorevole maschio rinuncia a buttar via alleanze nell’emergenza. Leggi il resto »

WOMENAREUROPE “PER UN’ALTRA EUROPA, LAICA E DEI DIRITTI”

In occasione della “GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA” dell’8 MARZO, le Donne per l’autodeterminazione (sigla che raccoglie le principali associazioni e movimenti femministi) hanno indetto una grande manifestazione unitaria, che si svolgerà SABATO 8 MARZO, con partenza alle ORE 14,30 da Piazza Vittorio Veneto, per concludersi in Piazza Castello. In allegato trovate il documento su cui è stata indetta la manifestazione.

Le prossime elezioni per il Parlamento Europeo saranno un’importante occasione per scegliere, secondo il principio della democrazia paritaria, le donne e gli uomini che decideranno le politiche europee per i prossimi anni.
Infatti l’Europa non è un’entità lontana, bensì incide sulla nostra vita quotidiana. Oggi le politiche economiche e finanziarie dell’Europa, basate sull’austerità e sul cosiddetto “rigore”, invece di essere la cura per la crisi economica europea, ne costituiscono spesso la causa primaria e causano disoccupazione, taglio dello stato sociale e impoverimento delle popolazioni a vantaggio delle istituzioni bancarie e della finanza speculativa.
Occorre assolutamente una svolta, per costruire un’altra Europa dei popoli, laica e dei diritti per tutti, uomini e donne. Per queste ragioni manifestiamo l’8 MARZO, GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA, perché il sogno di un’altra Europa diventi realtà.
Leggi il resto »

C’è ancora bisogno di scendere in piazza!

di Laura Onofri

L’8 marzo non dobbiamo scendere in piazza solo in appoggio alle donne spagnole e per contrastare un ‘Europa che arretra sui diritti delle donne e sull’autodeterminazione bocciando la risoluzione Estrela , un testo che avrebbe impegnato gli stati membri alla tutela dei diritti riproduttivi e dell’autonomia delle donne su questioni come la contraccezione, l’accesso all’interruzione di gravidanza, la diffusione di malattie sessualmente trasmissibili e l’educazione sessuale.
No, l’8 marzo dobbiamo scendere in piazza perché anche a casa nostra, nella nostra Regione, nella nostra città, continuamente vengono messi in atto tentativi di attacco all’autodeterminazione delle donne! Leggi il resto »

Womenareurope: ora di concretizzare una vera rete europea sui diritti sessuali e riproduttivi

La rete delle reti femminile 17 gennaio 2014

Lo scorso dicembre in sede europea si è consumato un gran pasticcio: il Rapporto Estrela,(http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?type=REPORT&reference=A7-2013-0306&language=IT) che poneva alcune linee guida (peraltro non ancora vincolanti), perché l’Europa andasse nella direzione di una legislazione comune sulla salute e sui diritti sessuali riproduttivi, è stato bocciato. Leggi il resto »