La rivoluzione della cura: le donne scendono in piazza

Corriere della sera – La 27 ora Laura Onofri

Il 25 settembre a partire dalle 14 in piazza del Popolo a Roma, le donne si sono date appuntamento per una grande manifestazione nazionale. La prima delle donne dopo la pandemia. Il titolo è Tull Quadze che, in pashtun vuol dire: Tutte le donne. Una manifestazione indetta a luglio dall’Assemblea della Magnolia per ribadire ancora una volta che è necessaria una rivoluzione della cura che deve avere al centro la vita degli esseri umani, della natura, di tutto il pianeta e che deve cambiare il paradigma del nostro Paese.

Read More

La casa è nostra!

17.09.2021 – 𝐂𝐀𝐒𝐀 𝐈𝐍𝐓𝐄𝐑𝐍𝐀𝐙𝐈𝐎𝐍𝐀𝐋𝐄 𝐃𝐄𝐋𝐋𝐄 𝐃𝐎𝐍𝐍𝐄: 𝐎𝐓𝐓𝐄𝐍𝐔𝐓𝐎 𝐂𝐎𝐍𝐓𝐑𝐀𝐓𝐓𝐎 𝐃𝐈 𝐂𝐎𝐌𝐎𝐃𝐀𝐓𝐎 𝐃’𝐔𝐒𝐎 𝐆𝐑𝐀𝐓𝐔𝐈𝐓𝐎, 𝐕𝐈𝐓𝐓𝐎𝐑𝐈𝐀!

La forza delle donne ha vinto! Finalmente la Casa Internazionale delle Donne ha ottenuto il contratto di comodato d’uso gratuito per i prossimi 12 anni. Si tratta del risultato frutto della forte, costante e unita mobilitazione che le associazioni femministe e le donne tutte hanno condotto contro una visione distorta che voleva cancellare la Casa Internazionale e la sua storia, il suo valore politico e sociale, il suo contributo alla liberazione e alle conquiste delle donne che l’hanno attraversata.

Un grazie collettivo va dunque a tutte quelle persone che si sono unite ad una battaglia tutt’altro che difensiva: abbiamo rivendicato un ruolo sociale che, forte del suo passato, vive e agisce nel presente.

Read More

Lezioni di Storia / Gender archaeology: l’archeologia che smaschera stereotipi e pregiudizi sul ruolo delle donne nell’antichità

Valigia Blu 19 settembre 2021 – Galatea Vaglio

Lezioni di Storia, una rubrica di divulgazione storica partendo dal presente

La guerriera scambiata per un uomo

Nel 1889 a Birka, in Svezia, l’archeologo Hjalmar Stolpe scopriva durante lo scavo di un villaggio vichingo la tomba Bj581. Lo scheletro del personaggio sepolto era vestito in seta intarsiata d’argento e attorniato da un ricco corredo che lo identificava come appartenente alla élite guerriera vichinga. Erano state deposte assieme al corpo infatti armi, frecce, asce, coltelli da battaglia, e ben due cavalli evidentemente usati in combattimento. Nonostante le dimensioni insolite della mandibola e delle ossa pelviche, lo scheletro fu identificato come quello di un uomo proprio per il corredo tombale, e per i successivi 128 anni nessuno mise in dubbio che si trattasse di un potente principe guerriero vichingo. Anzi la sepoltura fu considerata un punto di riferimento per lo studio delle tombe maschili di guerrieri vichinghi.

Read More

La rivoluzione della cura: flash mob a Torino


TULL QUADZE / TUTTE LE DONNE, LA VOCE DELLE DONNE PER PRENDERSI CURA DEL
MONDO. FLASH MOB MERCOLEDÌ 22 SETTEMBRE 2021, ORE 18.00, PIAZZA CARIGNANO
A TORINO

Mercoledì 22 settembre, dalle ore 18,00 in piazza Carignano a Torino, si terrà un
flash mob, in preparazione alla manifestazione nazionale delle donne “La
rivoluzione della cura”
che si terrà sabato 25 settembre a Roma, Piazza del
Popolo (ore 14,00), indetta dall’Assemblea della Magnolia per chiedere che “tutte
le risorse del PNRR, tutte le nuove leggi, dal fisco al lavoro, dall’ambiente al welfare
siano utilizzate per curare il mondo, sanare le ingiustizie, restituire a chi ha perduto e
sofferto”, “non un euro per scelte di dominio e sfruttamento, non un euro per le armi”,
e per la sorellanza con le donne e la popolazione afghana.

Read More

L’Événement di Audrey Diwan: Leone d’oro al Festival di Venezia

L’Événement, recensione del film di Audrey Diwan –

Cinefilos 12 settembre 2021 – Samanta De Santis

Il film arriverà in Italia con il titolo 12 settimane, distribuito da Europictures.

L’evento è un libro scritto nel 2000 da Annie Ernaux. L’autrice francese molto prolifica, vincitrice anche del Premio Strega nel 2016, compone le proprie opere traendo spunto dalla sua storia personale, traumi compresi, anzi, partendo soprattutto da quelli.

La regista Audrey Diwan lo traspone su pellicola (L’Événement) fino a farlo arrivare in concorso e vincere il Leone d’oro alla 78esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Per lei è il suo secondo lungometraggio, il primo era stato Mais vous êtes fous nel 2019, che affrontava il tema della dipendenza dalla droga. E anche questa volta l’argomento non è meno leggero né meno importante.

Read More

Il coraggio delle donne

La Repubblica 10 settembre 2021 – Cristina Comencini

Sui giornali e in rete scorrono le immagini delle donne più coraggiose del mondo: scendono in piazza nei loro abiti lunghi ma a viso scoperto, davanti a uomini che le odiano e le vorrebbero a casa. Sono bellissime, di tutte le età. Non hanno paura di rischiare la loro vita, non rinunceranno alla libertà che abbiamo conquistato anche noi da sole, come loro. Si discute molto sui giornali se si possa esportare la democrazia.

Si può se esiste un soggetto politico che vuole la democrazia e la libertà, che lotta per conquistarle. Ora sappiamo che esiste: le donne afghane sono il nuovo soggetto politico di domani. Ci potranno volere decenni ma non si arrenderanno. Dopo aver visto il mondo rovesciato, essersi svegliate la mattina con l’idea che rispettare la religione non vuol dire coprirsi dalla testa ai piedi, che non c’è niente di male ad avere un corpo di donna, che sposarsi è una scelta, dopo aver sentito nell’aria del mattino la gioia di raggiungere il posto di lavoro, il banco di scuola, l’amico o l’amica al caffè, il dottore all’ambulatorio, non si può tornare indietro, è successo anche a noi.

Read More

RAI: sette uomini per sette nuove nomine

Laura Onofri

Sette uomini per sette nuove nomine: non certo un bell’inizio per i nuovi vertici Rai. Carlo Fuortes, da poco nominato amministratore delegato dell’azienda ha infatti proceduto al rinnovo di sette importanti ruoli che tengono sotto controllo i conti aziendali ed evocando a sè, ad interim, quello di direttore generale.

Read More

Tull Quadze/ Tutte le donne Sabato 25 Settembre ore 14 Roma Piazza del Popolo

La voce delle donne per prendersi cura del mondo

SABATO 25 SETTEMBRE ORE 14 Roma PIAZZA DEL POPOLO 

Dalla pandemia abbiamo imparato una lezione: lottare per praticare quella cura che ha al centro la vita degli esseri umani, della natura e di tutti i viventi. Altrimenti, la risposta sarà sempre la stessa: ingiustizia, disuguaglianza, sfruttamento degli esseri umani e della nostra terra e alla fine guerra e distruzione.

Read More

Nel 2021 non siamo ancora davvero «libere di abortire».

Ma le ragazze non ci stanno: «Conoscono i loro diritti e sono disposte a battersi per difenderli»

Corriere della sera. La 27 ora – 2 settembre 2021 Chiara Servegnini

Nel 2021, in Italia, c’è ancora bisogno di chiedere allo Stato di «garantire concretamente il libero accesso all’aborto»? La risposta si può trovare nelle frasi che ricorrono nei manifesti della campagna «Libera di abortire», promossa da Radicali Italiani insieme a IVG ho abortito e sto benissimo, Non è un veleno, UAAR, Giovani Democratici Abruzzo, Giovani Democratici Milano, Si può fare e Take… Action!. 

Read More

Legge Golfo-Mosca compie 10 anni: Noi Rete Donne organizza incontro

Giovedì 23 settembre sarà presente la Ministra Elena Bonetti all’incontro organizzato da Noi Rete Donne e NOIDONNE in occasione del decennale della legge Golfo-Mosca

Mercoledi, 01/09/2021 – Giovedì 23 settembre (h 18,00) partecipa la Ministra Elena Bonetti all’incontro organizzato da Noi Rete Donne e NOIDONNE in occasione del decennale della legge Golfo-Mosca.
“A 10 anni dall’applicazione della L. Golfo-Mosca: le nostre proposte”
presentano e coordinano
Daniela Carlà e Antonella Roselli
Introduce
Fabiana Massa
Intervengono
Giovanna Badalassi
Maria Cristina Cataudella
Marilisa D’Amico
Antonio Nicita
Laura Onofri
Serenella Pizzoferrato
Sonia Sandei

Coordinamento organizzativo: Sabrina Cicin