Potere alla parola 2021

SeNonOraQuando?Torino nelle scuole per prevenire e contrastare la violenza sulle donne

Cultura e parole della parità

Cosa si chiede ai ragazzi: La realizzazione di un prodotto (spot video e/o frase) da utilizzare in un’ipotetica campagna di sensibilizzazione pubblica sul tema della parità (di seguito i filoni di intervento)

Sostegno a distanza e in itinere: Attraverso piattaforme di e-learning, garantiremo il sostegno ad alunni e docenti durante il percorso

Gli elaborati prodotti: Il breve video/spot e l’immagine pubblicitaria con la frase dovranno pervenire all’Associazione Se Non Ora Quando?Torino, entro il mese di giugno 2021 via mail senonoraquando.torino@hotmail.it

I filoni d’intervento

1. La violenza culturale – È indispensabile abbattere, attraverso educazione, conoscenza e formazione, stereotipi e pregiudizi radicati e ancora troppo diffusi nella nostra società. Questi sono i veri ostacoli che impediscono alle donne di affermare compiutamente diritti, libertà, autonomia: in casa, in famiglia, a scuola e all’università, sul luogo di lavoro. La riflessione non dovrà riguardare soltanto gli episodi di violenza, le molestie o i maltrattamenti, ma, anche, la diffusa e alta disparità salariale tra lavoratrici e lavoratori, la disuguaglianza di partecipazione delle donne italiane alle forze di lavoro, e ancora la rigidità dei ruoli domestici nelle nostre famiglie dove si rileva un lavoro di cura ancora troppo poco condiviso.

2. Donne e scienza – Il modello della donna come ‘angelo del focolare’ è oramai superato, tuttavia resta forte l’immagine dell’uomo in ruoli importanti: ingegnere, direttore, chirurgo, presidente… e la donna in ruoli di servizio: segretaria, infermiera, parrucchiera … Esposte a questi modelli fin da piccole, le bambine e le ragazze non sentono come ‘appropriato’ un interesse per gli argomenti scientifici. Si tratta di uno stereotipo molto antico e radicato, e fortemente sostenuto dai modelli proposti in TV, dai giochi, dai social media e in molte istituzioni (la maestra e il preside), se non direttamente nelle famiglie.

3. Modelli di donne come esempi di possibilità – In Italia, storicamente, le donne non hanno mai avuto vita facile. Nonostante la produzione importantissima sia a livello scientifico che a livello culturale ed artistico, nonostante il grande protagonismo in politica e nella vita sociale, nonostante in alcuni campi abbiamo fatto letteralmente scuola, le donne italiane sono poco ricordate pur potendo essere per le nuove generazioni modelli ed esempi di possibilità….

A chi è rivolto: Alle/agli adolescenti di Scuole Superiori di primo grado e di secondo grado.

Obiettivo: Informare, sensibilizzare, favorire la riflessione attraverso percorsi di promozione della cultura della parità come strumento fondamentale per la prevenzione ed il contrasto della violenza sulle donne.