Il Potere della parola…..

da Pagine ebraiche 2 febbraio 2015 – ANNA FOA

Mi sembra proprio un’ottima iniziativa, quella presa dagli antropologi italiani e fatta propria dal presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Renzo Gattegna e dal rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni, di cassare la parola ‘razza’ dal dizionario italiano. Non è questione di politically correct o di sottigliezze di nomi. Infatti mai parola è stata funesta quanto quella di ‘razza’, Un termine per di più, come ci spiegano i genetisti, che non corrisponde a nessuna realtà. Ma provate ad andarlo a spiegare in una scuola, l’uditorio si dividerà fra i sorpresi e i convinti, invece, della sua realtà. E non solo fra gli studenti. Sembra che le acquisizioni della scienza non raggiungano le aule scolastiche e nemmeno quelle universitarie. Sappiamo, naturalmente, che abolendo il termine ‘razza’ non aboliremo il razzismo. Ma gli toglieremo il suo sottofondo teorico e culturale, lo ridurremo a mero pregiudizio. E lo collocheremo nel tempo: un’idea nata da meno di due secoli, errata, gravida di conseguenze disastrose per l’umanità.

OCCUPY TORINO ONE BILLION RISING FOR JUSTICE 2014

MAC MOVIMENTO ARTE CREATIVITA’
ORGANIZZA

OCCUPY TORINO ONE BILLION RISING FOR JUSTICE 2014
CAMPAGNA GLOBALE DEL ONE BILLION RISING FOR JUSTICE del14 FEBBRAIO 2014.

MAC è un’associazione culturale nata nel 2011 che si occupa di danza, sensibilizzazione ai diritti umani, resilienza ed eventi culturali. Il 14 Febbraio 2013 in Piazza Castello a Torino, insieme ad associazioni, sindacati e realtà istituzionali del panorama torinese, ha dato vita ad un’unica danza sulle note di Break the Chain con la presenza di 6000 persone.

14 FEBBRAIO 2014 – ORE 18,00 VIA PIO VII, 61- TORINO
presso RAF Momenti Familiari Leggi il resto »