E lei, concilia? Torna lo sguardo di GiULiA

Giulia.globalist – Redazione 3 febbraio 2014

Concilia? Sembra il tormentone di un vecchio Carosello. Invece è un gioco di parole per introdurre una modalità di condivisione delle fatiche del vivere, in particolare della cura di prole ed anziani, che purtroppo ancora pesa in prevalenza sulle spalle delle donne. Fatica che le donne hanno ben chiara. Gli uomini meno, tanto che un nostro slogan è: “La conciliazione resta un problema degli uomini (finchè continua a gravare sulle donne)”. Mentre la società segna ancora il passo.

“Concilia? Fra lavoro, cura e tempo per sé” è dunque il titolo della seconda edizione del premio fotografico lo Sguardo di Giulia. Il premio conta quest’anno su una partecipazione ancora più ampia e proveniente da tutte le regioni d’Italia, da fotografe/i per professione o per passione e dalla meglio gioventù delle nostre scuole superiori. C’è tempo, sino al 14 giugno, ma mai ridursi all’ultimo minuto!

In allegato il comunicato che illustra il tema di quest’anno, quindi il bando con le modalità di partecipazione e infine le due liberatorie, quella che dovranno compilare tutte e tutti i i partecipanti e quella destinata a chi ha meno di 18 anni.
Per info. giulia.lombardia@yahoo.it e/o giulia.lombardia@gmail.com

scarica il file qui http://giulia.globalist.it/giuliaglobalistit%5CDownloads%5CTutto%20premio%20fotogr%20Giulia%202014.pdf Leggi il resto »

Lo sguardo di Giulia, ci vuole un’idea! Premio fotografico!!!

da Giulia.globalist

Scadono il 12 ottobre i termini per partecipare con una foto, un’immagine o un filmato

Donne vittime di violenza, una tragedia quotidiana: son buoni tutti ad illustrarla in modo semplicistico e riduttivo con una foto incentrata su di lei, la vittima, accovacciata per terra, nell’angolo, seminuda, giovane e carina. Ma le anziane? Le madri pestate davanti ai figli? E, soprattutto, perché non puntare i fari su di lui, il persecutore? La violenza è subita, ma anche agita. E troppo spesso l’aggressore gode dell’anonimato, pure fotografico.
Noi, donne giornaliste, che ormai non sopportiamo più di vedere gli articoli sulla violenza domestica illustrati, sui giornali e sui siti, da foto stereotipate o glamour, abbiamo deciso di lanciare un Premio cui possa concorrere anche chi non è giornalista. La sfida è dare forma ad un’idea innovativa, o insolita o drammatica o divertente, purché rivoluzioni l’attuale maniera (vecchia, deprimente, offensiva) di illustrare le violenze sulle donne.

“Chiamala violenza, non amore” è il tema da illustrare quest’anno, con foto di cronaca, foto costruite, brevissimi video, insomma con immagini d’ogni genere e d’ogni mezzo (macchina fotografica, cellulare, cinepresa, photoshop…) da inviare entro e non oltre il prossimo 12 ottobre. Un’occasione creativa e prestigiosa da non perdere.
E quindi, fatevi venire un’idea innovativa e partecipate!!!

Invio a:  sguardodigiulia@gmail.com
Info: giulia.lombardia@yahoo.it
Trovate  il testo integrale del bando e la liberatoria su  http://giulia.globalist.it/Detail_News_Display?ID=58423&typeb=0