L’immunologa Antonella Viola: «Sono stata molestata dal mio capo, vi dico come ci si sente»

Corriere della sera - La 27 ora - 28 giugno - Antonella Viola* Sul Corriere di ieri ...

“LECCO, RACCONTO TOSSICO. L’ODG INTERVENGA”

“LECCO, RACCONTO TOSSICO. L’ODG INTERVENGA” Stampa Romana 29 giugno 2020 “Il dramma dei papà separati”. “A causare la tragedia la difficile separazione tra il padre ...

Aborto sicuro e contraccezione gratuita per tutt*!

Aborto sicuro e contraccezione gratuita per tutt*! Aborto sicuro e contraccezione gratuita per tutt*! 2 luglio 2020, ore 11.00 Presidio al Ministero della salute, Piazza Castellani ...

Lavoro, l'Ue boccia l'Italia: non garantite parità sul lavoro e giusta retribuzione a donne

Lavoro, l'Ue boccia l'Italia: non garantite parità sul lavoro e giusta retribuzione a donne Italia oggi 29giugno 2020 La bocciatura delle politiche italiane, e di quelle di altri 14 paesi su ...

Come il Portogallo sta puntando sulla paternità

Come il Portogallo sta puntando sulla paternità in.Genere 24 giugno 2020 - Virginia Ferreira Politiche di congedo innovative e focalizzate sui padri, e un ...

L’immunologa Antonella Viola: «Sono stata molestata dal mio capo, vi dico come ci si sente»

30 Giugno 2020

Corriere della sera – La 27 ora – 28 giugno – Antonella Viola*

Sul Corriere di ieri la vicenda del professor Pier Paolo Pandolfi, genetista di fama mondiale, che ha lasciato Harvard dopo essere stato accusato di aver molestato, con decine di mail e apprezzamenti, una ricercatrice del suo laboratorio. «È stata solo una sbandata romantica», si è difeso. Pandolfi dovrebbe passare ora al Vimm di Padova, ma il comitato scientifico si è dimesso contro il suo arrivo.

Sul caso interviene con una lettera l’immunologa Antonella Viola

Leggi il resto »

“LECCO, RACCONTO TOSSICO. L’ODG INTERVENGA”

Stampa Romana 29 giugno 2020

“Il dramma dei papà separati”.

A causare la tragedia la difficile separazione tra il padre e la madre

Padre uccide i due figli, era sconvolto dalla separazione”.

Questi titoli danno un chiaro quadro di cosa significhi rivittimizzare mediaticamente una donna che ha perso due figli, colpevolizzandola di un duplice omicidio agito da un padre che per vendetta ha attuato un piano violento nei suoi confronti infierendo sui due bambini: una prassi sempre più frequente che rientra nel femmincidio, che può anche “culminare con l’uccisione o il tentativo di uccisione della donna stessa, o in altre forme di morte violenta di donne e bambini” (Marcela Lagarde).

Leggi il resto »

Aborto sicuro e contraccezione gratuita per tutt*!

Aborto sicuro e contraccezione gratuita per tutt*!

2 luglio 2020, ore 11.00 Presidio al Ministero della salute, Piazza Castellani (Lungotevere Ripa), ROMA

Dopo il caso Umbria, Pro-choice RICA (Rete italiana contraccezione e aborto) promuove un presidio a Roma per sollecitare le istituzioni competenti a prendere immediati provvedimenti per tutelare e garantire i diritti sessuali e riproduttivi delle donne. In particolare, le promotrici chiedono di sostenere le donne nell’accesso ai servizi medici che garantiscono l’aborto farmacologico e di reintrodurre i contraccettivi in Fascia A, ovvero nei farmaci essenziali e gratuiti

Il presidio si svolgerà presso il Ministero della salute, a sottolineare l’importanza del parere chiesto dal Ministro Speranza al Consiglio superiore di sanità “per favorire, ove possibile, il ricorso all’interruzione volontaria di gravidanza con metodo farmacologico, in regime di day hospital e in regime ambulatoriale, come in uso nella gran parte degli altri Paesi europei” – così nella richiesta del Ministro – e di “prevedere l’aggiornamento delle Linee di indirizzo sull’IVG”, interruzione volontaria di gravidanza, con l’uso di Mifepristone (RU486) e prostaglandine, “tenendo anche in considerazione la possibilità di monitoraggio da remoto attraverso dispositivi tecnologici di telemedicina”.

Durante il presidio verranno consegnate ad Aifa (Agenzia italiana del farmaco) e Ministero della salute le 80.000 firme raccolte dalla petizione per la contraccezione gratuita e responsabile. Saranno anche consegnate le sottoscrizioni ricevute dal mondo della politica, dell’associazionismo, della cultura e delle professioni mediche all’appello sull’aborto farmacologico promosso da Pro-choice RICA durante l’emergenza Coronavirus. Saranno presenti le associazioni che hanno sottoscritto l’appello, a partire da quelle che aderiscono a Pro-choice RICA, con l’accompagnamento musicale della cantautrice Lucilla Galeazzi.

Iniziativa Pro-choice

Lavoro, l’Ue boccia l’Italia: non garantite parità sul lavoro e giusta retribuzione a donne

Italia oggi 29giugno 2020

La bocciatura delle politiche italiane, e di quelle di altri 14 paesi su 15 dell’Ue, arriva dal Consiglio europeo dei diritti sociali (Ceds) del Consiglio d’Europa, che si è espressa sul reclamo presentato dall’Ong University Women of Europe: “l’Italia ha violato i diritti delle donne perché ha fatto insufficienti progressi misurabili nel promuovere uguali opportunità per quanto concerne una pari retribuzione”.

Leggi il resto »

Come il Portogallo sta puntando sulla paternità

in.Genere 24 giugno 2020 – Virginia Ferreira

Politiche di congedo innovative e focalizzate sui padri, e un significativo coinvolgimento maschile nella cura dei figli. È la ricetta portoghese, un caso virtuoso che può indicarci dove guardare

Le riforme attuate su base continuativa in Portogallo con lo scopo di promuovere un migliore equilibrio tra vita familiare e vita lavorativa, oltre a una più equa distribuzione delle responsabilità familiari tra uomini e donne, sono state accompagnate da novità significative relative alla paternità.

Leggi il resto »