GIUSTIZIA PER BERTA CACERES

GIUSTIZIA PER BERTA CACERESda Amnesty International Il clamore e l’indignazione suscitata dall'assassinio di Berta Cáceres, leader del popolo indigeno Lenca, non ha fermato la ...

Flash mob in rosso contro il femminicidio a Grugliasco

Flash mob in rosso contro il femminicidio a Grugliasco Quando, insieme a 4 amiche, ho fondato il Comitato Se Non Ora, Quando? - Grugliasco sentivo che era necessario fare ...

Addio pillola gratuita: ora la contraccezione la pagano solo le donne

Addio pillola gratuita: ora la contraccezione la pagano solo le donneL'Espresso 27 settembre 2016             Paola Emilia Cicerone Da due mesi gli ultimi anticoncezionali orali che ancora ...

Risarcire una vittima di stupro con libri è accusarla di ignoranza

Risarcire una vittima di stupro  con libri è accusarla di ignoranzaCorriere della sera - La 27 ora - 27 settembre 2016 - Cristina Obber LA SENTENZA DEI PARIOLI Risarcire una vittima di ...

AL MOMENTO OPPORTUNO

AL MOMENTO OPPORTUNOGiovedì 13 ottobre 2016 alle ore 21 – Libreria Azeta via Saluzzo 44 Torino Organizza la presentazione del libro AL MOMENTO ...

GIUSTIZIA PER BERTA CACERES

30 settembre 2016
Berta Caceres at the banks of the Gualcarque River in the Rio Blanco region of western Honduras where she, COPINH (the Council of Popular and Indigenous Organizations of Honduras) and the people of Rio Blanco have maintained a two year struggle to halt construction on the Agua Zarca Hydroelectric project, that poses grave threats to local environment, river and indigenous Lenca people from the region.

da Amnesty International

Il clamore e l’indignazione suscitata dall’assassinio di Berta Cáceres, leader del popolo indigeno Lenca, non ha fermato la scia di violenza contro gli attivisti delle popolazioni indigene e contadine dell’Honduras: sei mesi dopo il suo omicidio, almeno altri due difensori sono stati uccisi e altri quattro aggrediti.

In Honduras, attivisti e difensori dei diritti si sono schierati al fianco del COPINH, il Consiglio civico delle organizzazioni indigene e popolari honduregne, per lottare contro la costruzione della più grande centrale elettrica nazionale. I lavori, affidati a imprese private, rischiano di privare queste popolazioni dell’accesso pubblico all’acqua, fondamentale per la loro economia e sussistenza.

Chiedi giustizia per Berta, firma l’appello.

Le lotte di Berta al fianco della popolazione Lenca

Berta Cáceres si batteva da anni per difendere i diritti della sua comunità e per proteggere le terre ancestrali del suo Paese dalla deforestazione e dallo sfruttamento. Grazie alla sua determinazione e all’amore per la sua terra, Berta era riuscita ad opporsi alla realizzazione delcomplesso idroelettrico Agua Zarca, previsto sul Rio Gualcarque, nell’Honduras Nord-occidentale. La diga avrebbe devastato l’ecosistema e compromesso l’esistenza della comunità di Rio Blanco. Circa seicento famiglie che vivono nella foresta pluviale d’alta quota compresa fra i dipartimenti di Santa Barbara e Intibucà, dipendono infatti dal Rio Gualcarque per l’approvvigionamento di acqua. Lo sfruttamento del fiume, considerato sacro dalla popolazione locale, era stato autorizzato contravvenendo alla Convenzione del 1989 sul diritto all’autodeterminazione dei popoli indigeni.

Le persecuzioni continuano

Leggi il resto »

Flash mob in rosso contro il femminicidio a Grugliasco

29 settembre 2016
flash-mob

Quando, insieme a 4 amiche, ho fondato il Comitato Se Non Ora, Quando? – Grugliasco sentivo che era necessario fare qualcosa per migliorare la situazione delle donne in Italia. Non immaginavo però che i fatti di cronaca avrebbero mostrato una vera e propria emergenza.
Leggere la pagina del Corriere della sera “La strage delle Donne” , che tiene costantemente aggiornato l’elenco delle donne uccise per mano dei loro familiari e leggere quei nomi e quelle storie, guardare quelle fotografie, ha suscitato in noi e in tante/i altre/i donne e uomini che a noi si sono avvicinate/i, la voglia di fare qualcosa di concreto per combattere l’apatia che ancora circonda questi fatti.
Ecco allora nascere l’idea del che abbiamo organizzato

per domenica 2 ottobre, alle ore 11,00, nella piazza 66 martiri di Grugliasco.

Ma a cosa serve un Flash mob? Quale aiuto concreto può dare alle donne vittime di violenza? Ce lo siamo chieste e abbiamo cercato di dare qualche risposta.
Innanzitutto abbiamo bisogno di cambiare la mentalità della società intera. E per farlo c’è bisogno di dimostrare che i diversi casi non sono tra di loro isolati perchè sono collegati dalla indifferenza e dalla apatia di tutti, o quasi tutti. gli italiani. Apatia che diviene complicità quando si continua a considerare la violenza sulle donne argomento da tenere all’interno delle famiglie.
Per questo bisogna parlarne, rendere visibile il coinvolgimento di tutti e pretendere una presa di coscienza collettiva. Leggi il resto »

Addio pillola gratuita: ora la contraccezione la pagano solo le donne

pillole

L’Espresso 27 settembre 2016             Paola Emilia Cicerone
Da due mesi gli ultimi anticoncezionali orali che ancora erano a carico del Servizio Sanitario nazionale sono stati riclassificati in fascia C. Una decisione che rischia di danneggiare la fascia più debole della popolazione. Le ginecologhe di No grazie pago io: «l’unica ‘pratica anticoncezionale’ rimborsata dal servizio sanitario nazionale è l’aborto»

Lo Stato che promuove le campagne del Fertility Day non paga la contraccezione. Forse è una coincidenza casuale, ma sono stati in molti a pensarlo, scoprendo che da due mesi le ultime pillole anticoncezionali che si trovavano in fascia A – e quindi a carico del Servizio Sanitario nazionale – sono state riclassificate in fascia C e quindi a carico del cittadino. Col risultato che oggi le donne che vogliono fare uso di un contraccettivo orale – così come di qualunque altra forma di contraccettivo – devono pagarlo di tasca propria.
Sono stati i medici di No grazie pago io , un’associazione che si batte per l’indipendenza della professione medica  dall’industria farmaceutica, a scovare  sulla Gazzetta Ufficiale del 27 luglio scorso l’elenco delle pillole passate in fascia C: Triminulet, Planum, Ginodem, Milvane, Etinilestradiolo e Gestodene Mylan Generics,   Practil, Kipling,  Gestodiol, Antela, Desogestrel Etinilestradiolo Aurobindo,  Estmar, Minulet , Brilleve. Leggi il resto »

Risarcire una vittima di stupro con libri è accusarla di ignoranza

libri

Corriere della sera – La 27 ora – 27 settembre 2016 – Cristina Obber

LA SENTENZA DEI PARIOLI
Risarcire una vittima di stupro con libri è accusarla di ignoranza
di Cristina Obber

In questi giorni si parla molto della sentenza relativa al giro di prostituzione minorile ai Parioli. Ne ho parlato con la dottoressa Maria Squillace, responsabile del centro abuso su minori di Reggio Calabria, che in più di vent’anni di attività ha incontrato centinaia di bambini e adolescenti.
Cosa pensa della sentenza che ha condannato l’adulto a donare alla ragazzina dei libri?
E’ grave che si affidi a lui un atto di rieducazione. Non c’è niente di più sbagliato. Stiamo giustificando l’abusante. E’ assurdo pensare di intervenire facendole fare cose che secondo noi sono risolutive. E davvero pensiamo che un libro può far riparare un trauma? Deve essere chiaro che qui c’è un trauma, che è quello del post-trauma da abuso, perché di abuso si tratta a 14 anni. Questa sentenza riporta la responsabilità sulla vittima, dicendole che se fosse stata consapevole della propria dignità non si sarebbe trovata in quella situazione. Sappiamo che a 14, 15 anni, il cervello non è completamente sviluppato nell’area frontale che è quella che definisce il controllo degli impulsi. Leggi il resto »

AL MOMENTO OPPORTUNO

al-momento

Giovedì 13 ottobre 2016 alle ore 21 – Libreria Azeta via Saluzzo 44 Torino

Organizza la presentazione del libro
AL MOMENTO OPPORTUNO

Romanzo giallo di
Maria Antonietta Macciocu e Donatella Moreschi

Vincitore del Premio GIALLO FERRARA 2015

Dialogherà con le autrici Lilli Lauger
Titolare del blog di critica cinematografica laulilla

Seguirà degustazione di vini della Cascina Gilli di Castelnuovo Don Bosco Leggi il resto »