OPEROSA CONCHIGLIA. Mezzo secolo di lavoro nella vita di Michela Pachner

OPEROSA CONCHIGLIA. Mezzo secolo di lavoro nella vita di Michela PachnerLA STORIA A RAGGI XX Una storia di donna. Dal nostro archivio e dal mondo ArDP conserva il fondo archivistico dell’artista ...

LETTERA APERTA DI SE NON ORA QUANDO? ALLA MINISTRA DELLA SALUTE:  LA CONTRACCEZIONE DI EMERGENZA

LETTERA APERTA DI SE NON ORA QUANDO? ALLA MINISTRA DELLA SALUTE:  LA CONTRACCEZIONE DI EMERGENZALETTERA APERTA DI SE NON ORA QUANDO? ALLA MINISTRA DELLA SALUTE  LA CONTRACCEZIONE DI EMERGENZA In occasione del quarantesimo anniversario della legge ...

Migranti confine Usa: “Separare i bambini dai genitori è una forma di tortura”

Migranti confine Usa: “Separare i bambini dai genitori è una forma di tortura”da Amnesty International: “La politica Usa di separare i bambini dai genitori non è altro che una forma di tortura”. Le tristi ...

Riunione del Comitato martedì 26 giugno  2018  alle ore 21

Riunione del Comitato  martedì 26 giugno  2018  alle ore 21  Riunione del Comitato La prossima riunione del Comitato si terrà: martedì 26 giugno  2018  alle ore 21  presso la nostra sede in via Cernaia 30 ...

AIDA

AIDALa Casa delle Donne è felice di invitarvi alla proiezione del film AIDA Tutto comincia con una promessa mercoledì 20 giugno 2018 ore ...

OPEROSA CONCHIGLIA. Mezzo secolo di lavoro nella vita di Michela Pachner

20 giugno 2018

LA STORIA A RAGGI XX Una storia di donna. Dal nostro archivio e dal mondo


ArDP conserva il fondo archivistico dell’artista Michela Pachner (1926-2015). 
Quello che segue è uno scritto di Ferdinanda Vigliani, femminista storica, 
composto nel 2000 allo scopo di accompagnare una mostra personale di Michela Pachner, 
allestita tra il porticato e il giardino del Castello di Moncalieri. 

OPEROSA CONCHIGLIA. Mezzo secolo di lavoro nella vita di Michela Pachner 
Che il suo lavoro fosse di quelli che affascinano, coinvolgono e fanno crescere,
mi parve di capirlo fin dal nostro primo incontro. 
Sferruzzava una lana mélange dal colore indeciso: lilla, rosa pallido, viola sbiadito,
azzurro cangiante (i colori per lei sono sempre qualcosa che si prepara a diventare
qualcos’altro). Venne anche criticata nel gruppo di autocoscienza che frequentavo 
anch’io per avere portato con sé la lana e i ferri. E non per fare una sciarpa alla
sua nipotina (fu detto), ma per preparare i materiali di un’opera d’arte. 
Arte, quella stessa arte, quella stessa cultura che erano il terreno ostile della nostra
oppressione di donne.  Leggi il resto »

LETTERA APERTA DI SE NON ORA QUANDO? ALLA MINISTRA DELLA SALUTE:  LA CONTRACCEZIONE DI EMERGENZA

LETTERA APERTA DI SE NON ORA QUANDO? ALLA MINISTRA DELLA SALUTE 
LA CONTRACCEZIONE DI EMERGENZA

In occasione del quarantesimo anniversario della legge 194 segnali inquietanti arrivano dal fronte istituzionale per quel che riguarda l’attenzione alle donne e alla loro salute.

La contraccezione d’emergenza ( cosiddetta pillola del giorno dopo) infatti, non è stata inserita nell’elenco dei farmaci indispensabili da tenere sempre in farmacia.

È quello che risulta dall’esame dell’aggiornamento della Farmacopea Ufficiale, realizzato dal tavolo tecnico istituito dalla Ministra Beatrice Lorenzin e pubblicato qualche giorno fa sul sito del dicastero.

Il presidente della Società Medica per la contraccezione (SIMC) Emilio Arisi afferma: “Un’occasione mancata, perché offrire alle donne italiane la sicurezza di poter trovare in ogni farmacia del territorio nazionale un anticoncezionale d’emergenza, senza essere costrette, come ancora avviene, a passare da una farmacia all’altra, è un fattore importante per ottenere una efficace prevenzione e di conseguenza un ulteriore auspicabile calo delle Interruzioni volontarie di gravidanza anche negli anni a venire”.

Nell’ultima Relazione ministeriale sullo stato d’attuazione della 194 il sensibile calo delle interruzioni di gravidanza era stato attribuito proprio al rilevante aumento della vendita della contraccezione d’emergenza.

Ecco perché ci appare illogica ed altamente nociva, oltre che incurante dei criteri stabiliti dalla stessa legge 194 e della salute delle donne la scelta operata in sede ministeriale. Leggi il resto »

Migranti confine Usa: “Separare i bambini dai genitori è una forma di tortura”

da Amnesty International: “La politica Usa di separare i bambini dai genitori non è altro che una forma di tortura”.

Le tristi immagini di bambini crudelmente separati dai genitori a seguito della politica di “tolleranza zero” adottata dal procuratore generale Jeff Sessions lascerà, secondo Amnesty International, una macchia indelebile sulla reputazione degli Usa.

“Questa politica spettacolarmente crudele, in cui bambini terrorizzati vengono strappati dalle braccia dei genitori e trasferiti in centri di detenzione ormai stracolmi, di fatto delle gabbie, non è altro che una forma di tortura. La grave sofferenza mentale che le autorità statunitensi stanno intenzionalmente procurando alle famiglie a scopo coercitivo corrisponde esattamente alla definizione di tortura prevista dalla normativa nazionale e internazionale”, ha dichiarato Erika Guevara-Rosas, direttrice di Amnesty International per le Americhe.

Leggi il resto »

Riunione del Comitato martedì 26 giugno  2018  alle ore 21

19 giugno 2018

 

Riunione del Comitato

La prossima riunione del Comitato si terrà: martedì 26 giugno  2018  alle ore 21  presso la nostra sede in via Cernaia 30 scala destra 4 piano (suonare Libertà e Giustizia)

ecco l’ordine del giorno:

-aggiornamento del lavoro sul tema della maternità da parte dei vari gruppi e raccolta delle proposte emerse, anche relativamente allo spettacolo del 10 marzo 2019
-aggiornamento del gruppo scuola sull’iniziativa Potere alla Parola per il prossimo Salone del Libro
-varie ed eventuali.

Vi aspettiamo!nione Comitato mercoledì 31 gennaio 2018 ore 21

 

AIDA

La Casa delle Donne è felice di invitarvi alla proiezione del film

AIDA

Tutto comincia con una promessa

mercoledì 20 giugno 2018 ore 21,30

al Cinema Fratelli Marx – Corso Belgio 53 – Torino

Ingresso gratuito

 

Saranno presenti il regista e il produttore Leggi il resto »