Che libro metto in valigia?

Che libro metto in valigia?Ecco altri consigli di lettura per l'estate Dalla nostra amica  Gabriella Congiu, Ragazze elettriche  di Naomi Alderman. Ed. Nottetempo Un romanzo fantascientifico ambientato in  ...

SUI GENERI: Identità e stereotipi in evoluzione?

SUI GENERI: Identità e stereotipi in evoluzione?Il Cirsde   ci informa che  è ora disponibile il terzo volume  della collana editoriale  CIRSDe "Studi di Genere. Convegni": "SUI GENERI: ...

Ti cambia il corpo ti resetta la mente Perché fare un figlio

Ti cambia il corpo ti resetta la mente Perché fare un figlioLa Repubblica    12 luglio 2018  Simona Sparaco Le fotografie sono di Elinor Carucci Dalla gravidanza alla nascita, dai primi anni fino all’adolescenza ...

Svolta sull’assegno di divorzio conta il sacrificio per la famiglia

Svolta sull’assegno di divorzio conta il sacrificio per la famiglia La Repubblica  12 luglio 2018  -   AUGUSTO CASASOLI Dopo un anno di polemiche e di disorientamento nelle cause di divorzio, le Sezioni ...

Democrazia paritaria: finalmente una proposta di legge presentata in Piemonte

Democrazia paritaria: finalmente una proposta di legge presentata in PiemonteLaura Onofri E' stata presentata in Consiglio Regionale del Piemonte  la proposta di legge di modifica dell’elezione dell’assemblea legislativa e del ...

Che libro metto in valigia?

13 luglio 2018

Ecco altri consigli di lettura per l’estate

Dalla nostra amica  Gabriella Congiu,

Ragazze elettriche  di Naomi AldermanEd. Nottetempo
Un romanzo fantascientifico ambientato in  un futuro molto vicino nel quale le donne improvvisamente sviluppano la capacità di prevalere fisicamente sugli uomini. Come gestiranno le donne questo potere?
Non aggiungo altro….
Invito a cena di Joshua Ferris .  Ed. Neri Pozza
Un libro di racconti che mettono in evidenza tutta la fragilità della condizione maschile (!) , in particolare nelle relazioni con le donne.
Le donne, il management, la differenza. Un altro modo di governare le aziende. di Luisa Pogliana Ed. Guerini e Associati
L’ho letto recentemente in parallelo a “Una stanza tutta per se” di Virginia Woolf ed ho pensato che le due autrici si sarebbero capite. Entrambe descrivono una disciplina (letteratura, management) governata prevalentemente da uomini, ed indicano che esiste  una terza via, oltre l’ovvia alternativa tra assimilazione ed esclusione.
Ed infine , per chi può leggerlo in inglese (non ho trovato la traduzione italiana)
The Confidence Code di Katty Kay & Claire Shipman. Ed. New York Times Bestseller
Un libro scritto dalle due giornaliste che hanno scritto Womenomics.  Per me è stato una folgorazione, mi ci sono ritrovata ed ho ritrovato molte (ahimè) colleghe.

SUI GENERI: Identità e stereotipi in evoluzione?

Il Cirsde   ci informa che  è ora disponibile il terzo volume  della collana editoriale  CIRSDe “Studi di Genere. Convegni”:

“SUI GENERI: Identità e stereotipi in evoluzione?”
    a cura di Norma De Piccoli e Chiara Rollero

 

Il  volume riporta la quasi totalità dei contributi presentati al Convegno Tematico della Sezione di Psicologia Sociale dell’Associazione Italiana di Psicologia che ha avuto luogo a Torino, dal 21 al 22 settembre, presso i locali del Dipartimento di Psicologia.

L’iniziativa è nata a partire sostanzialmente da due motivazioni di base:

a) riprendere una riflessione originata all’interno di GDG. Il Gruppo di Studio sulle Disparità di Genere (GDG), nato nel 2008 in seno alla Sezione di Psicologia Sociale dell’AIP, è stato promotore in passato di alcuni Simposi interni ai Convegni Nazionali dell’AIP – Sezione di Psicologia Sociale, oltre che di altri appuntamenti nazionali su questi temi;

b) creare un’occasione di confronto interdisciplinare e interprofessionale. Il titolo delle due giornate, volutamente inteso al plurale «Sui Generi», richiama la complessità del tema: dal gap di genere alla costruzione dell’identità; dal pregiudizio sessuale al ruolo svolto dai media (vecchi e nuovi), solo per citare qui alcune riflessioni che sono state sviluppate nell’arco delle due giornate.  Leggi il resto »

Ti cambia il corpo ti resetta la mente Perché fare un figlio

12 luglio 2018

La Repubblica    12 luglio 2018  Simona Sparaco

Le fotografie sono di Elinor Carucci

Dalla gravidanza alla nascita, dai primi anni fino all’adolescenza La fotografa israeliana Elinor Carucci ha documentato per immagini la sua esperienza di madre. Mentre in Occidente le culle si svuotano, un inno senza enfasi a ciò che può riempire la vita stravolgendola completamente. E un avviso ai genitori: fateli andare, fateli fare, limitatevi a fare il tifo per loro

Per una madre è impossibile osservare le fotografie di Elinor Carucci senza venire inghiottita da una voragine di emozioni che ti avvicinano a lei fino a sentirla amica, quasi sorella. Davanti alle sue immagini, in mostra a Cortona da domani fino al 30 settembre, si ha l’impressione di essere messi a parte di una confidenza irripetibile.
Sono finestre che ci permettono di sbirciare su un’intimità che non è la nostra, ma che in un certo senso ci appartiene.
Penso all’abbraccio con mio figlio dopo il dolore del travaglio, quando ciò che fino a poco prima era solo una fantasia assume la consistenza di un corpo minuscolo, una testolina che puoi raccogliere in una mano, una faccia estranea eppure in qualche modo prevedibile, e imprescindibile, come se ci fosse sempre stata. Una cosa che mi è rimasta impressa di quel momento è stato l’odore del suo respiro, uno dei primi che compiva nel mondo, e non riesco a figurare niente di altrettanto fresco e pulito, tanto che ricordo di essermi domandata: «Ma da dove viene?»

Leggi il resto »

Svolta sull’assegno di divorzio conta il sacrificio per la famiglia

La Repubblica  12 luglio 2018  –   AUGUSTO CASASOLI
Dopo un anno di polemiche e di disorientamento nelle cause di divorzio, le Sezioni Unite della Cassazione mettono un punto fermo nello stabilire che il tenore di vita non è l’unico criterio per decidere se un coniuge è tenuto a corrispondere all’altro un assegno di mantenimento.
Nella pronuncia definitiva pubblicata ieri le Sezioni Unite, cioè la forma più alta e importante del nostro sistema giudiziario, scrivono infatti: « Ai fini del riconoscimento dell’assegno si deve adottare un criterio composito che, alla luce della valutazione comparativa delle rispettive condizioni economico- patrimoniali, dia particolare rilievo al contributo fornito dall’ex coniuge richiedente alla formazione del patrimonio comune e personale, in relazione alla durata del matrimonio, alle potenzialità reddituali future ed all’età dell’avente diritto » .
E per la formazione del «criterio composito» si valuta « il contributo fornito alla conduzione della vita familiare» che «costituisce il frutto di decisioni comuni di entrambi i coniugi, libere e responsabili, che possono incidere anche profondamente sul profilo economico patrimoniale di ciascuno di essi dopo la fine dell’unione matrimoniale ».

La sentenza corregge quanto stabilito il 10 maggio dell’anno scorso a chiusura della causa di divorzio tra l’ex ministro Vittorio Grilli e l’ex moglie Lisa Lowenstein. Leggi il resto »

Democrazia paritaria: finalmente una proposta di legge presentata in Piemonte

10 luglio 2018

Laura Onofri

E’ stata presentata in Consiglio Regionale del Piemonte  la proposta di legge di modifica dell’elezione dell’assemblea legislativa e del Presidente della Giunta regionale, a prima firma Silvana Accossato per introdurre la norma di riequilibrio di genere nell’ambito dell’attuale sistema elettorale.

La proposta interviene in due ambiti: la composizione delle liste e le modalità di espressione del voto, riguardo al primo viene prevista l’alternanza di genere  e la pari rappresentanza di candidate e candidati sia per le liste circoscrizionali, che per il listino regionale; per il secondo viene introdotta la doppia preferenza: nel caso in cui l’elettore o l’elettrice lo voglia, può esprimere due preferenze ma queste devono essere date ad una donna e a un uomo, pena l’annullamento della scheda stessa. Leggi il resto »