Brando Benifei risponde al questionario sulle elezioni europee

Brando Benifei risponde al questionario sulle elezioni europee Grazie a Brando Benifei, Candidato del Partito Democratico alle prossime elezioni Europee per aver dato riscontro al nostro questionario. ...

Ristabilire l'ordine naturale? Una minaccia per i diritti umani in materia di sessualità e riproduzione in Europa

Ristabilire l'ordine naturale? Una minaccia per i diritti umani in materia di sessualità e riproduzione in Europa Il CIRSDe - Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne e di Genere, il CUG - Comitato Unico di Garanzia dell'Università ...

Un altro attacco sessista: a denunciarlo un servizio di Piazza Pulita

Un altro attacco sessista: a denunciarlo un servizio di Piazza Pulita Laura Onofri per SeNonOraQuando? Torino L'ennesimo attacco sessista: questa volta a farne le spese è la Consigliera regionale Nadia Conticelli  ...

Piera Levi Montalcini risponde al questionario sulle elezioni regionali

Piera Levi Montalcini risponde al questionario sulle elezioni regionali Grazie a Piera Levi Montalcini , Candidata della Lista Civica Moderati per Chiamparino alle prossime elezioni ...

Mario Giaccone risponde al questionario sulle elezioni regionali

Mario Giaccone risponde al questionario sulle elezioni regionali Grazie a Mario Giaccone, Candidato della Lista Per il Piemonte del Sì alle prossime elezioni della ...

Brando Benifei risponde al questionario sulle elezioni europee

20 Maggio 2019



Grazie a Brando Benifei, Candidato del Partito Democratico alle prossime elezioni Europee per aver dato riscontro al nostro questionario. Le sue risposte le trovate qui di seguito.

Elezioni Europee 2019

Il Comitato Senonoraquando? Torino è composto da donne diverse per età, professione, provenienza, appartenenza politica, culturale o religiosa, che si attivano nella società civile, in maniera trasversale e plurale, per favorire il diritto all’autodeterminazione delle donne.

In occasione delle prossime Elezioni Europee il Comitato  ha preparato un questionario per capire l’interesse dei candidati e delle candidate  su democrazia paritaria, diritti sessuali e riproduttivi, parità salariale, la violenza contro le donne, il welfare per le famiglie.  

E’ stato inviato alle segreterie di tutti i partiti che si sono candidati alle elezioni  europee del prossimo 26 maggio. Le risposte ai questionari saranno  pubblicate  sul sito e sul profilo facebook di SNOQ-Torino,  mediante invio della nostra news letter e di qualunque altro mezzo di comunicazione riterremo utile.

Questionario

La Risoluzione Estrela su “Salute e diritti sessuali e riproduttivi” è stata respinta dal Parlamento Europeo nel 2013 con l’astensione di europarlamentari italiani. Prevedeva il diritto “all’aborto sicuro e legale” in Europa, promuoveva un’educazione sessuale adeguata per bambine e bambini, la prevenzione di gravidanze indesiderate e l’accesso equo alla contraccezione.

Anche la Risoluzione Tarabella, approvata nel 2015, che promuoveva il diritto delle donne ad avere il controllo su sessualità e riproduzione è stata svuotata dall’emendamento

che ristabilisce il principio di sussidiarietà in materia di libertà riproduttiva. Le politiche su salute, diritti sessuali, riproduttivi, educazione sessuale, di fatto sono ritornati di competenza degli Stati membri.

  1. se eletta/o si impegnerà per sostenere una legislazione che preveda:

il diritto “all’aborto sicuro e legale”, un’educazione sessuale adeguata per bambine/i,  contraccezione gratuita ?

        Risposta                              SI’  ◻                               

Dal 2013 un centinaio di organizzazioni appartenenti ad oltre trenta Paesi europei hanno attivato una dettagliata strategia estremista chiamata “Ristabilire l’Ordine Naturale: un’Agenda per l’Europa”, allo scopo di far retrocedere i diritti umani in materia di salute sessuale e riproduttiva, nel nome della “Legge Naturale”. Il loro obiettivo è rovesciare le leggi esistenti sul divorzio, sulla contraccezione, sulle tecnologie di riproduzione assistita e sull’aborto, sull’uguaglianza per le persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali o intersessuali (LGBTI) e sul diritto di cambiare genere o sesso. Un documento redatto dal Forum Parlamentare Europeo sulla Popolazione & lo Sviluppo riporta in dettaglio gli obiettivi e gli attori di “Agenda Europa”. La versione in italiano, tradotta da SNOQ? Torino, è consultabile e scaricabile, su https://www.epfweb.org/node/690.

Leggi il resto »

Ristabilire l’ordine naturale? Una minaccia per i diritti umani in materia di sessualità e riproduzione in Europa

18 Maggio 2019

Il CIRSDe – Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne e di Genere, il CUG – Comitato Unico di Garanzia dell’Università di Torino e Se Non Ora Quando? – Torino sono lieti di invitarvi al seminario

Ristabilire l’ordine naturale? Una minaccia per i diritti umani in materia di sessualità e riproduzione in Europa

che si svolgerà lunedì 20 maggio 2019 alle ore 14.30 presso la Sala Lauree grande Blu del Campus Luigi Einaudi (Lungo Dora Siena 100, Torino).

Nell’estate del 2017, un documento dal titolo Ristabilire l’ordine naturale. Un’Agenda per l’Europa è arrivato all’attenzione del Forum Parlamentare Europeo sulla popolazione e sullo sviluppo. Il testo è comparso sul blog di Agenda Europa, una rete di mobilitazione che ha come obiettivo limitare la libertà delle donne nell’ambito della riproduzione, della sessualità, e della vita in generale, e per sostenere forti antagonismi nei confronti delle persone LGBTQ.

La pubblicazione  è stata tradotta in italiano da SeNonOraQuando? – Torino che ha presentato  il documento per la prima volta in Italia durante la contromanifestazione svoltasi in contemporanea al Congresso delle Famiglie di Verona e organizzata da molte associazioni per i diritti delle donne e per i diritti LGBTQ+.

In ogni paese europeo  si delineano  attività politiche  ben illustrate  nel documento  che  si stanno realizzando per promuovere il manifesto “Restaurare l’ordine naturale”;  a volte con successo a volte no.  In Italia alcune di queste azioni come nuove proposte di legge per sradicare leggi di civiltà, o approvarne di nuove per la restaurazione di questo fantomatico “ordine naturale”, sono già state intraprese da forze politiche del nuovo Parlamento e dal governo insediato un anno fa, forze che hanno stretto un’alleanza con gli attori italiani di Agenda Europa, come plasticamente sì è potuto vedere a Verona, al Congresso mondiale delle famiglie.


Per informazionicirsde@unito.it | +39 011 670 3129 

Iscrizioni: https://www.cirsde.unito.it/it/node/1472 

Unicamente per gli avvocati e le avvocate del Foro di Torino la partecipazione al seminario comporterà l’attribuzione di due crediti formativi, per ottenere i quali bisognerà iscriversi al seguente link: https://www.cirsde.unito.it/it/node/1477

Un altro attacco sessista: a denunciarlo un servizio di Piazza Pulita

Laura Onofri per SeNonOraQuando? Torino

L’ennesimo attacco sessista: questa volta a farne le spese è la Consigliera regionale Nadia Conticelli  per aver “osato” attaccare con un post Matteo Salvini sul caso Diciotti.  Ne hanno parlato l’altra sera in un  servizio andato in onda su La 7 a Piazza Pulita.

Il giornalista è andato a cercare alcuni di questi “leoni da tastiera” che avevano ripetutamente insultato e  offeso la Consigliera sino ad augurare lo stupro a lei e alle sue figlie ma che di fronte alle telecamere sono sembrati più conigli che leoni, arrivando addirittura a negare quello che avevano scritto.

Il cronista nel corso della sua inchiesta intervistava anche il Vice Sindaco di Nichelino che non solo non stigmatizzava  in modo netto e deciso il vergognoso comportamento sessista di Carmelo Mendolia,  (ex consigliere comunale di Nichelino) che su un social media, augurava lo stupro alla Consigliera, ma  anzi con un sorriso malizioso e divertito,  minimizzava uno degli atti più orrendi che possa essere augurato ad una donna: lo stupro.

Questo è il servizio di #PIAZZAPULITA di ieri sera, su #LA7, sugli #insulti, pesantissimi, che ho ricevuto su #facebook dopo aver condannato le azioni di #Salvini sul caso #Diciotti. 😕Gli #haters nei commenti auguravano a me alle mie figlie #stupro e violenza. I cronisti di Piazzapulita sono andati a cercare questi #leonidatastiera e li hanno intervistati. Fa male constatare che #odio e #violenza sessisti siano ancora accolti con un risolino beffardo di superficialità….#immigrazione #violenzadigenere #cyberviolenza

Publiée par Nadia Conticelli sur Vendredi 17 mai 2019

Leggi il resto »

Piera Levi Montalcini risponde al questionario sulle elezioni regionali

Grazie a Piera Levi Montalcini , Candidata della Lista Civica Moderati per Chiamparino alle prossime elezioni della Regione Piemonte, per aver dato riscontro al nostro questionario. Le sue risposte le trovate qui di seguito.

Il Comitato Senonoraquando di Torino è composto da donne diverse per età, professione, provenienza, appartenenza politica, culturale o religiosa, che si attivano nella società civile, in maniera trasversale e plurale, per favorire il diritto all’autodeterminazione di tutte le donne.

In occasione delle prossime Elezioni Europee intende sottoporre ai candidati e alle candidate di tutti gli schieramenti un questionario sui temi di cui il Comitato si occupa: la democrazia paritaria, i diritti sessuali e riproduttivi, la parità salariale, la violenza contro le donne, il welfare per le famiglie, ecc.

Lo scopo è quello di diffondere presso i candidati e le candidate l’interesse e le informazioni sulle questioni che ci stanno a cuore, e di sollecitare la presa in carico dei nostri obiettivi da parte degli eletti nello svolgimento della loro futura pratica politica. Le risposte ai questionari restituite al Comitato saranno pubblicate sul sito e sul profilo facebook di SNOQ- Torino, mediante invio della nostra news letter e di qualunque altro mezzo di comunicazione riterremo utile.

Questionario

Democrazia paritaria

1) Quante e quali regioni non hanno ancora inserito nella propria legge elettorale un sistema di riequilibrio di genere?

Risposta: Calabria, Friuli Venezia Giulia, Marche,Piemonte, Valle d’Aosta non rispettano la legge.


Risposta parzialmente esatta Le regioni che non hanno nessun riequilibrio di genere sono: la Calabria, la Liguria, il Piemonte le Marche e la Puglia La Valle d’Aosta ha solo la quota di genere. Il Friuli ha la quota di genere più la lista alternata. Diverso invece il quadro se si parla di doppia preferenza.

2)E’ favorevole al riequilibrio di genere? Se sì quale sistema inserirebbe nella legge elettorale?

Risposta: Doppia preferenza obbligatoria

Leggi il resto »

Mario Giaccone risponde al questionario sulle elezioni regionali

Grazie a Mario Giaccone, Candidato della Lista Per il Piemonte del Sì alle prossime elezioni della Regione Piemonte, per aver dato riscontro al nostro questionario. Le sue risposte le trovate qui di seguito.

Il Comitato Senonoraquando di Torino è composto da donne diverse per età, professione, provenienza, appartenenza politica, culturale o religiosa, che si attivano nella società civile, in maniera trasversale e plurale, per favorire il diritto all’autodeterminazione di tutte le donne.

In occasione delle prossime Elezioni Europee intende sottoporre ai candidati e alle candidate di tutti gli schieramenti un questionario sui temi di cui il Comitato si occupa: la democrazia paritaria, i diritti sessuali e riproduttivi, la parità salariale, la violenza contro le donne, il welfare per le famiglie, ecc.

Lo scopo è quello di diffondere presso i candidati e le candidate l’interesse e le informazioni sulle questioni che ci stanno a cuore, e di sollecitare la presa in carico dei nostri obiettivi da parte degli eletti nello svolgimento della loro futura pratica politica. Le risposte ai questionari restituite al Comitato saranno pubblicate sul sito e sul profilo facebook di SNOQ- Torino, mediante invio della nostra news letter e di qualunque altro mezzo di comunicazione riterremo utile.

Questionario

Democrazia paritaria

1) Quante e quali regioni non hanno ancora inserito nella propria legge elettorale un sistema di riequilibrio di genere?

Risposta: Calabria, Marche, Valle D’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Piemonte,


Risposta parzialmente esatta Le regioni che non hanno nessun riequilibrio di genere sono: la Calabria, la Liguria, il Piemonte le Marche e la Puglia La Valle d’Aosta ha solo la quota di genere. Il Friuli ha la quota di genere più la lista alternata. Diverso invece il quadro se si parla di doppia preferenza.

2)E’ favorevole al riequilibrio di genere? Se sì quale sistema inserirebbe nella legge elettorale?

Risposta: Doppia preferenza

Leggi il resto »