PIU' DONNE NEI CDA - Terza edizione Incontri formativi

PIU' DONNE NEI CDA - Terza edizione Incontri formativiINCONTRI FORMATIVI “PIU’ DONNE NEI CDA E NELLE POSIZIONI APICALI” Terza edizione a Torino presso l’Aula Magna del Palazzo di ...

TUTELATA O PROCESSATA? Il ruolo della magistratura nei procedimenti per violenza di genere.

TUTELATA O PROCESSATA? Il ruolo della magistratura nei procedimenti per violenza di genere.5 OTTOBRE 2018     ORE 9.00 - 17.30 Sala Convegni Fondazione  Cassa di Risparmio  di Tortona Via Emilia, 168  - Tortona Registrazione partecipanti ...

Ammesse le Associazioni come parte civile nel processo contro il Sindaco Leghista che vede come parte offesa Laura Boldrini

Ammesse le Associazioni come parte civile nel processo contro il Sindaco Leghista che vede come parte offesa Laura BoldriniOggi, alla prima udienza del processo che vede parte lesa l'On. Boldrini e imputato il Sindaco di Pontinvrea, Matteo Camiciottoli ...

NORA Il silenzio deve tacere

NORA Il silenzio deve tacere MARTEDI 25 settembre  2018 ORE 17   SEDE RAI DI TORINO VIA VERDI 14 La Commissione Pari Opportunità Rai e  SeNonOraQuando? Torino Vi invitano alla  presentazione del ...

#ADESSO BASTA

#ADESSO BASTALaura Onofri Ci costituiremo parte civile, insieme ad altre associazioni, nel procedimento che vede Laura Boldrini parte offesa per hate speech ...

PIU’ DONNE NEI CDA – Terza edizione Incontri formativi

19 settembre 2018

INCONTRI FORMATIVI “PIU’ DONNE NEI CDA E NELLE POSIZIONI APICALI”

Terza edizione a Torino presso l’Aula Magna del Palazzo di Giustizia il 3-10-17 ottobre 2018

Un percorso formativo per migliorare le competenze e favorire l’accesso delle donne ai ruoli di responsabilità e nei Consigli di Amministrazione di Società pubbliche e private. E’ l’obiettivo della terza edizione del ciclo di incontri “Più donne nei CDA” proposta dal Tavolo di lavoro “Più donne nei Consigli di Amministrazione e nelle posizioni apicali” per rafforzare le conoscenze specifiche in materia di valorizzazione delle risorse umane nel welfare aziendale, di bilancio aziendale e delle riforme legate al Piano nazionale Impresa 4.0. Leggi il resto »

TUTELATA O PROCESSATA? Il ruolo della magistratura nei procedimenti per violenza di genere.

5 OTTOBRE 2018     ORE 9.00 – 17.30

Sala Convegni Fondazione  Cassa di Risparmio  di Tortona
Via Emilia, 168  – Tortona

Registrazione partecipanti 9-9.30

Saluti istituzionali 9.30-10.30
Antonio Apruzzese Prefetto di Alessandria
Monica Cerutti Assessora alle Pari Opportunità della Regione Piemonte
Gianfranco Lorenzo Baldi Presidente della Provincia di Alessandria
Gianluca Bardone Sindaco del Comune di Tortona
Sarah Sclauzero Presidente dell’APS me.dea ONLUS

Inizio Lavori 10.30-12.30
dott. Aldo Tirone, magistrato penale, presidente della sezione penale del Tribunale di Alessandria.
dott. Fabio Roia, magistrato penale, presidente di una sezione del Tribunale di Milano, si occupa di
violenza sulle donne dal 1991, prima come pm, poi come giudice.
Pausa pranzo 13.00-14.30

Ripresa lavori 14.30-16.30
dott.ssa Titti Carrano, avvocata civilista, past president della Rete Antiviolenza di Di.Re, legale autrice
del ricorso alla Corte europea dei diritti umani che ha provocato la condanna dell’Italia per non aver
protetto una donna e suo figlio dalla violenza del padre.
dott.ssa Francesca Pidone, giudice esperto presso Tribunale di sorveglianza di Pisa, coordinatrice del
Centro Antiviolenza “Casa delle Donne di Pisa”
Dibattito 16.30 –

Modera: Mimma Callegaris

Per l’evento è previsto l’accreditamento all’Ordine degli Avvocati e all’Ordine dei Giornalisti per l’attribuzione di crediti formativi professionali (n° 6 crediti per avvocati; n° 6 o 8 crediti per giornalisti).
La partecipazione all’evento è gratuita. L’iscrizione va effettuata entro il 30 settembre, inviando una email a:
comunicazione@medeacontroviolenza.it

Ammesse le Associazioni come parte civile nel processo contro il Sindaco Leghista che vede come parte offesa Laura Boldrini

17 settembre 2018

Oggi, alla prima udienza del processo che vede parte lesa l’On. Boldrini e imputato il Sindaco di Pontinvrea, Matteo Camiciottoli per il reato di diffamazione, le Associazioni Udi con l’avvocata Barbara Pasquali, Differenza Donna con l’Avvocata Teresa Manente, SeNonOraQuando?Torino con  l’avvocata Michela Quagliano, D.i.R.e. con l’avvocata Nadia Calafato e il Centro per non subire violenza Onlus da Udi con l’avvocata Sabina Castagnetta sono state ammesse quali parti civili . Esprimono quindi soddisfazione per la decisione del Giudice che riconosce che il bene tutelato è un diritto di tutte le donne, anche nella loro accezione associativa.
Tutte le donne devono sapere che non sono sole e che, contro qualsiasi violenza sessista subiscano, ci sono altre donne pronte a sostenerle e a schierarsi con loro.

 

NORA Il silenzio deve tacere

16 settembre 2018

MARTEDI 25 settembre  2018 ORE 17   SEDE RAI DI TORINO VIA VERDI 14

La Commissione Pari Opportunità Rai e  SeNonOraQuando? Torino

Vi invitano alla  presentazione del romanzo  NORA Il silenzio deve tacere  di Amalia Bonagura

Dopo i saluti della Presidente CPO Rai, Mussi Bollini,

ne parleranno con l’autrice:

Laura Onofri  –  “SeNonOraQuando? Torino”

Laura Recrosio  psicologa, psicoterapeuta – “Familiarmente”

Letture di Pamela Massi, Gruppo della Creta

 

Leggi il resto »

#ADESSO BASTA

15 settembre 2018

Laura Onofri

Ci costituiremo parte civile, insieme ad altre associazioni, nel procedimento che vede Laura Boldrini parte offesa per hate speech presso il Tribunale di Savona.

Snoq?Torino ha deciso di costituirsi parte civile nel processo contro Matteo Camiciottoli, sindaco leghista di Pontinvrea che,  linkando sulla sua pagina pubblica di Facebook, un articolo e la foto di un ragazzo extracomunitario di origine africana accusato di essere “il capo branco dei violentatori” di una ragazza,  aggiungeva a commento la frase : “Potremmo dargli gli arresti domiciliari a casa della Boldrini magari gli mette il sorriso….che ne pensate?”

Con l’hastag #Adesso Basta, più di un anno fa,  la Presidente della Camera, Laura Boldrini aveva deciso di iniziare a contrastare concretamente   tutte le offese sessiste e le fake news  che per cinque anni l’ hanno sommersa di odio, di violenza e aggressione sessista, come mai era capitato ad una donna delle istituzioni. Ha iniziato così a denunciare, non solo per scoraggiare chi utilizza in maniera impropria i social, facendone uno strumento di violenza e prevaricazione, ma soprattutto per lanciare un messaggio,  ai ragazzi e alle ragazze che subiscono queste agressioni in rete,  a uscire dal silenzio e denunciare, a non subire passivamente, a  porre un argine alla deriva di volgarità e violenza.

#Adesso Basta è una chiamata all’azione di tutte  le donne, principali vittime dell’hate speech in rete,   che Laura Boldrini, con forza ha sollecitato a denunciare: “Non possiamo convivere con la violenza. Non è normale ricevere insulti, non bisogna cedere a questa pressione, denunciate”.  

SeNonOraQuando?Torino ha sentito il dovere di esserle accanto in questa battaglia, perchè non basta la solidarietà che in questi casi si esprime a parole, bisogna iniziare ad agire con i fatti.

Lo dobbiamo non solo a lei che per cinque anni si è fatta portatrice ed interprete di tutte le nostre battaglie, ma lo dobbiamo a tutte le donne che non hanno la sua forza e i suoi strumenti e che spesso non denunciano per paura, per vergogna, per solitudine. La nostra costituzione di parte civile significa proprio questo: far sapere a tutte le donne che non sono sole e che,  contro qualsiasi violenza subiscano,  ci sono altre donne pronte a sostenerle e a schierarsi con loro. Leggi il resto »