MANIFESTI DI CHIVASSO: LA CGIL -TORINO CONTRO ATTACCHI ALLA LEGGE 194 E IN DIFESA DELLE DONNE

MANIFESTI DI CHIVASSO: LA CGIL -TORINO CONTRO  ATTACCHI ALLA LEGGE 194 E IN DIFESA DELLE DONNEMANIFESTI DI CHIVASSO: LA CGIL DI TORINO CONTRO I CONTINUI ATTACCHI ALLA LEGGE 194 E IN DIFESA DELLE DONNE, DELLA ...

23 FESTIVAL DELLE COLLINE TORINESI

23 FESTIVAL DELLE COLLINE TORINESIAnche quest'anno un ricco cartellone per il 23 Festival delle colline torinese. Qui tutto il programmma Per le amiche di SeNonOra Quando? ...

Pari Opportunità: la Cenerentola della politica

Pari Opportunità: la Cenerentola della politicaLaura Onofri A leggere  la notizia che all'on. Vincenzo Spadafora , deputato del Movimento 5 stelle,  è stata assegnata la delega a Pari ...

Muore suicida Bourdain, sui social insulti ad Asia Argento: anche questa è violenza!

Muore suicida Bourdain, sui social insulti ad Asia Argento: anche questa è violenza!Laura Onofri Neanche la morte ferma i violenti. Asia Argento  compagna dello chef suicida Anthony Bourdain,  è stata oggetto di attacchi sulla rete ...

#GIU' LE MANI DALLA CASA: neanche il DASPO ci ferma!

#GIU' LE MANI DALLA CASA: neanche il DASPO ci ferma!Laura Onofri Non volevo crederci finchè non ho letto il documento che più in basso  trascrivo. Trattare le Donne che sono andate ...

MANIFESTI DI CHIVASSO: LA CGIL -TORINO CONTRO ATTACCHI ALLA LEGGE 194 E IN DIFESA DELLE DONNE

15 giugno 2018

MANIFESTI DI CHIVASSO: LA CGIL DI TORINO CONTRO I CONTINUI ATTACCHI ALLA LEGGE 194 E IN DIFESA DELLE DONNE, DELLA LORO SALUTE E LIBERTÀ DI SCELTA!

Comunicato Stampa della CGIL Torino

Sono stati affissi a Chivasso alcuni manifesti che associano l’interruzione volontaria di gravidanza alla soppressione di bambini.
La Cgil di Torino condanna fermamente la campagna contro le donne e contro una legge dello Stato, la legge194, che proprio quest’anno celebra il suo quarantennale.
Si tratta di una campagna di disinformazione contro le donne, la loro salute e la loro libertà di scelta e autodeterminazione. La legge 194 è invece una legge che ha dato, e continua a dare – nonostante i ripetuti attacchi – ottimi risultati, sia in termini di prevenzione, sia contro gli aborti clandestini e a favore della salute delle donne e della maternità.
Le istituzioni intervengano con urgenza in merito alla vergognosa campagna  promossa dal movimento per la vita e centro di aiuto alla vita di Chivasso, e il Comune rimuova immediatamente i manifesti, così come è avvenuto in altre città d’Italia. Leggi il resto »

23 FESTIVAL DELLE COLLINE TORINESI

14 giugno 2018

Anche quest’anno un ricco cartellone per il 23 Festival delle colline torinese.

Qui tutto il programmma

Per le amiche di SeNonOra Quando? Torino, presentando questo coupon  stampato si potrà avere il biglietto alprezzo scontato di 11 euro anzichè 16.

martedì 12, ore 19.30; mercoledì 13, ore 20.45; giovedì 14, ore 19.30; venerdì 15, sabato 16, domenica 17 giugno, ore 18.00
Teatro Gobetti, Torino
 – fuori abbonamento
BERNARD-MARIE KOLTÈS/LICIA LANERA
ROBERTO ZUCCO

Licia Lanera, personalità di spicco della nuova scena italiana, dirige gli attori neo-diplomati della scuola del Teatro Stabile di Torino confrontandosi con l’ultima pièce scritta da Bernard-Marie Koltès. Essa ricostruisce la vicenda di un serial killer che, dopo l’omicidio dei genitori, diventa lupo solitario. Un eroe contraddittorio della mitologia del sommerso. Info e biglietteria teatrostabiletorino.it

Leggi il resto »

Pari Opportunità: la Cenerentola della politica

13 giugno 2018

Laura Onofri

A leggere  la notizia che all’on. Vincenzo Spadafora , deputato del Movimento 5 stelle,  è stata assegnata la delega a Pari Opportunità e Giovani, non stupisce tanto il fatto che sia il primo uomo che abbia questo mandato, quanto che nel suo   curriculum  non rileviamo  competenze o esperienze  che possano spiegare questa decisione, poichè le uniche che risultano dal suo CV  sono quelle sui diritti dei minori.

Le pari opportunità sono un principio giuridico inteso come l’assenza di ostacoli alla partecipazione economica, politica e sociale di un qualsiasi individuo per ragioni connesse al genere, religione e convinzioni personali, razza e origine etnica, disabilità, età, orientamento sessuale o politico.

Per la loro realizzazione, quindi, il  Dipartimento delle PO (come si legge anche dal sito ) provvede agli adempimenti riguardanti:  l’indirizzo, la proposta e il coordinamento delle iniziative normative e amministrative in tutte le materie attinenti alla progettazione e alla attuazione delle politiche di pari opportunità,  indirizzo, proposta e coordinamento che  vengono dati da colei o colui che ha queste deleghe. Leggi il resto »

Muore suicida Bourdain, sui social insulti ad Asia Argento: anche questa è violenza!

10 giugno 2018

Laura Onofri

Neanche la morte ferma i violenti.

Asia Argento  compagna dello chef suicida Anthony Bourdain,  è stata oggetto di attacchi sulla rete e sui social: neanche davanti al dolore per una morte così tragica  queste persone si fermano e  non dimostrano una pietas che dovrebbe almeno raccomandare il silenzio, il rispetto.

Perchè Asia Argento è costantemente, e non solo in questa occasione, offesa, vilipesa, fatta oggetto di insulti sessisti,  da soggetti che vomitano odio feroce, e che protetti dallo schermo e dell’anonimato dei social e senza alcun pudore si vantano anche di queste prodezze?

Sono molti i personaggi pubblici, politici, dello spettacolo, dello sport che oggi  spesso sono i destinatari preferiti su cui scaricare tutto l’odio, l’acredine, l’intolleranza per l’altro, per quello che la pensa diversamente, per l’avversario, e  su cui riversare frustrazioni  e invidie che sicuramente queste persone hanno nei confronti delle loro vittime.

Ma spesso quest’odio è concentrato e particolarmente indirizzato verso le donne che sono libere,  forti, non piegate, indipendenti e volitive e per questo invidiate  dalle altre non indulgenti con chi ce l’ha fatta ad imporsi,  e parallelamente  perseguitate dagli uomini che  le vedono destabilizzanti per l’ordine sociale maschilista. Leggi il resto »

#GIU’ LE MANI DALLA CASA: neanche il DASPO ci ferma!

Laura Onofri

Non volevo crederci finchè non ho letto il documento che più in basso  trascrivo.

Trattare le Donne che sono andate in Consiglio Comunale  a manifestare per la chiusura della Casa Internazionale delle Donne come i peggiori hooligans che compiono atti di violenza negli stadi è veramente incredibile.

Quanto accaduto a Roma, alle donne della Casa Internazionale delle Donne  è un tentativo di imbavagliamento di chi si oppone, di chi manifesta, di chi ha solo la forza della sua voce per contestare, protestare, dissentire sulle decisioni politiche.

Attenzione..la nostra libertà di espressione e di critica sta subendo un graduale, impercettibile ma ugualmente preoccupante condizionamento.

Ed è altresì preoccupante che questa notizia non abbia avuto molto risalto fra i media nazionali. Facciamola girare.

Ci vogliono: mute ferme immobili silenziose accondiscendenti prone remissive sottomesse…, ma non conoscono le donne…zitte non staremo e neanche ferme…continuiamo a lottare per  la Casa Internazionale delle donne. Leggi il resto »