Quei pregiudizi invisibili (e quindi più pericolosi) sulle donne

Quei pregiudizi invisibili (e quindi più pericolosi) sulle donneCorriere della sera. La 27 ora    19 aprile 2019    Elena Tebano C’è voluta la gravidanza di Sheryl Sandberg nel ...

Madri, figlie, sorelle: come stanno le donne nel mondo

Madri, figlie, sorelle: come stanno le donne nel mondoin.Genere  11.04.2019 A livello globale, le donne rappresentano il 40 per cento della forza lavoro di mercato, ma svolgono da 2 a 10 ...

La crociata contro la parità

La crociata contro la paritàIn.Genere   18/04/2019    Sian Norris SPECIALE EUROPA. Romania, Ungheria, Polonia: la guerra alla parità è partita dall'Europa orientale e centrale e lentamente ...

Pavia, l’università contesta Pillon " Ritiri la sua legge"

Pavia, l’università contesta Pillon La Repubblica 13 aprile 2019   -  Brunella Giovara Ottocento firme di professori e studenti Ma « c’era proprio bisogno di farlo venire ...

INFINITA LUNA di Albertina Bollati

INFINITA LUNA   di Albertina Bollati Da lunedì 8  a domenica  14 aprile si tiene a Roma, all' Auditorium Parco della Musica il National Geographic Festival delle Scienze, ...

Quei pregiudizi invisibili (e quindi più pericolosi) sulle donne

21 Aprile 2019

Corriere della sera. La 27 ora    19 aprile 2019    Elena Tebano

C’è voluta la gravidanza di Sheryl Sandberg nel 2004 perché a Facebook si rendessero conto che le donne incinte hanno una mobilità ridotta e che quindi i parcheggi a loro riservati dovevano essere vicino all’entrata. È solo un esempio dei molti pregiudizi e discriminazioni invisibili (perché radicati nella struttura stessa delle nostre società) che rendono più difficile il lavoro e la carriera delle donne, fino a mettere addirittura a rischio la loro salute.

L’Economist ne passa in rassegna alcuni a partire dal libro di Caroline Criado Perez appena uscito in Gran Bretagna Invisible Women: Exposing Data Bias In A World Designed For Men ( «Le donne invisibili: i pregiudizi strutturali di un mondo progettato per gli uomini»). Dalle ricerche emerge così che se un ruolo viene descritto come «aggressivo» o «ambizioso» in un annuncio di lavoro le donne si candidano meno per quel posto. Mentre se il medesimo annuncio viene modificato in modo che sottolinei il valore di qualità come l’«entusiasmo» o la «capacità di innovazione» allora il numero di candidate aumenta dal 5 al 40%.

Leggi il resto »

Madri, figlie, sorelle: come stanno le donne nel mondo

in.Genere  11.04.2019

A livello globale, le donne rappresentano il 40 per cento della forza lavoro di mercato, ma svolgono da 2 a 10 volte in più rispetto agli uomini attività domestiche e di cura non retribuite. Una su tre sperimenta una forma di violenza fisica o sessuale durante la vita, ogni giorno sono ancora più di 500 le donne e le ragazze che nei paesi in situazioni di emergenza muoiono durante la gravidanza e il parto per la mancanza di personale sanitario qualificato e aborti non sicuri, circa 800 milioni sono state spose bambine. Almeno 200 milioni di ragazze e donne che vivono oggi in 30 paesi hanno subito mutilazioni genitali, circa 44 milioni sono bambine e adolescenti con meno di 14 anni ed entro il 2030 rischiano di raggiungere i 68 milioni se non aumenterà l’impegno per fermare la pratica. Leggi il resto »

La crociata contro la parità

In.Genere   18/04/2019    Sian Norris

SPECIALE EUROPA. Romania, Ungheria, Polonia: la guerra alla parità è partita dall’Europa orientale e centrale e lentamente si sta diffondendo sostenuta dalle chiese e dai governi conservatori e populisti

Pavia, l’università contesta Pillon ” Ritiri la sua legge”

13 Aprile 2019

La Repubblica 13 aprile 2019   –  Brunella Giovara

Ottocento firme di professori e studenti

Ma « c’era proprio bisogno di farlo venire qua? Cos’è? Una provocazione? » . L’università di Pavia invita il senatore leghista Simone Pillon a una tavola rotonda quasi pubblica, ed ecco gli studenti protestare, una ottantina di docenti prendere le distanze con un documento che lo accusa di aver partecipato al convegno di Verona, «che ha riunito movimenti globali antiabortisti, esponenti della destra radicale, cristiana e integralista». Leggi il resto »

INFINITA LUNA di Albertina Bollati

11 Aprile 2019

 Da lunedì 8  a domenica  14 aprile si tiene a Roma, all’ Auditorium Parco della Musica il National Geographic Festival delle Scienze, con oltre 500 appuntamenti . Fra questi, ci fa estremamente piacere segnalarne uno:

Infinita luna di Albertina Bollati*  presentato per la prima volta al Festival (Sala Ospiti) e realizzato in occasione dei 200 anni dal componimento L’infinito di Giacomo Leopardi.

INFINITA LUNA
“Così tra questa immensità s’annega il pensier mio”
Lo spunto per questo personale percorso artistico ‘nei cieli’, tema che da sempre
mi attrae e fonte ininterrotta di stimolo e curiosità, nasce da una delle più belle e
amate poesie della storia della letteratura italiana, L’Infinito di Giacomo Leopardi,
che la scrisse 200 anni fa (1819). Da qui si snoda il mio racconto per immagini
lungo un filo di continue suggestioni e ‘infinite’ scoperte con un particolare
omaggio alla Luna nell’anno che la vede protagonista in due importanti
celebrazioni, il cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo (1519) e il
cinquantesimo dell’allunaggio (1969). Leggi il resto »