Genitorialità fattore di competizione Il caso della francese Axa

Corriere della sera La 27 ora  – 5 aprile 2017         Maria Silvia Sacchi

Mentre si inizia a discutere sulle leggi che riguardando la maternità in Italia, vedi libro bianco presentato il 19 marzo scorso in occasione delle celebrazioni in ricordo del giuslavorista Marco Biagi ucciso dalle Brigate Rosse, le aziende multinazionali, dovendo competere su tutti i Paesi del mondo, aprono una strada tutta loro in tema di genitorialità. Per ora a muoversi sono stati i francesi Kering e Axa, gruppo del lusso il primo, delle assicurazioni il secondo.

«Come azienda in questi anni abbiamo lavorato molto sull’inclusione, che passa per il concetto della valorizzazione delle diversità — dice Maurizio Di Fonzo direttore risorse umane di Axa Italia —. Rientra in questo ambito la nuova policy di congedo parentale per entrambi i genitori che ha l’obiettivo di favorire il benessere dei dipendenti anche in un momento così importante e bello della loro vita, in una interpretazione al passo con i tempi della genitorialità».

Leggi il resto »

Bonus a mamma e papà se si congedano insieme

Corriere della sera – La 27 ora – 8 gennaio Claudio Del Frate

L’esperimento pilota verrà finanziato in Alto Adige con il denaro ricavato dai «vitalizi d’oro»

Un incoraggiamento — in denaro — ai padri che decidono di rinunciare al lavoro per dedicarsi all’educazione dei figli; e un premio ulteriore se la scelta di privilegiare il ruolo di mamma e papà viene compiuta da entrambi i genitori. È un vero e proprio investimento sulla famiglia quello deciso dalla Provincia di Bolzano che ha varato un bonus dedicato a quanti usufruiranno dei congedi parentali. L’esperimento pilota verrà finanziato grazie a una prima quota dei «vitalizi d’oro» che l’Alto Adige è riuscito a farsi restituire da un gruppo di ex amministratori pubblici. La «casta» rimborsa dunque denari che vengono spesi a vantaggio dei bambini: la favola perfetta dell’antipolitica. Leggi il resto »

Legge di Stabilità :PASSO AVANTI PER LE DONNE E GLI UOMINI

Legge di Stabilita’: FEDELI E PARENTE (PD)”PASSO AVANTI PER LE DONNE E GLI UOMINI”

Oggi la Commissione Bilancio del Senato ha approvato i due emendamenti sulla condivisione della genitorialità e quello per i voucher per il baby-sitting. Il primo prolunga al 2016 la sperimentazione sulla paternità obbligatoria che fu lanciata ormai tre anni fa dall’ex Ministra Fornero, raddoppiandone la durata a 2 giorni più altri due facoltativi; il secondo invece ripropone, sempre per il 2016, il contributo concesso alle famiglie in cui le donne desiderino tornare a lavoro invece che fruire di tutto il periodo di maternità.

“Siamo riuscite – dichiarano Valeria Fedeli e Annamaria Parente, prime firmatarie degli emendamenti – grazie ad un lavoro di squadra lungo e impegnativo fatto in questi giorni in Parlamento, e che ha trovato molta della sua forza nella spinta della società civile, a far si che la sperimentazione della legge 92/12 in tema di conciliazione e condivisione non venisse accantonata ma proseguisse, rafforzata, per il 2016. Leggi il resto »

Se migliora la vita delle donne migliora la vita del paese

Se migliora la vita delle donne migliora la vita del paese – Torniamo a ripeterlo oggi al nuovo governo.
Abbiamo considerato un primo passo verso una democrazia migliore la nomina di otto ministre , ma ci chiediamo che fine abbia fatto la parità di genere nella scelta dei sottosegretari. E’ tempo di passare dai numeri alle politiche, che non sono neutre. Il verso va cambiato in profondità .
La battaglia per la parità di genere non deve essere affidata alla “buona volontà” o alle convenienze contingenti; si sostanzia di politiche nuove. Leggi il resto »