I pregiudizi nelle frasi di noi giudici

La Repubblica 24 novembre 2019 Paola Di Nicola

I giudici hanno un ruolo decisivo nel perpetuare o disvelare gli stereotipi nella narrazione della violenza maschile contro le donne perché esprimono la parola ufficiale, enunciata in nome di tutti e nei confronti di tutti. Stabilire cosa sia violenza e cosa no lo decide il giudice, gli argomenti che usa trasmettono un modello che supera il fatto e diventa assoluto perché proviene da un’istituzione.

Se questo percorso è inquinato da stereotipi o pregiudizi li riprodurrà, riconoscendo loro anche efficacia giuridica. La magistratura ha una grande sfida davanti a sé, per questo va formata a proteggersi da abitudini inconsce, che appartengono a ogni essere umano e permeano inevitabilmente i processi.

Leggi il resto »

COME IL METODO MONTESSORI LIBERA I BAMBINI DAGLI STEREOTIPI DI GENERE

The Vision 22 ottobre 2019 Elisabetta Moro


Sono passati più di cento anni da quando Maria Montessori, nel 1907, fondò il suo primo asilo. Eppure il suo metodo di insegnamento, famoso a livello mondiale, come tutte le invenzioni geniali è sopravvissuto alla sua creatrice.

Ancora oggi, nonostante le critiche dei più scettici, il Metodo Montessori rimane un modello pedagogico valido ed estremamente moderno. Esiste un’ampia letteratura che analizza i suoi benefici sulla formazione dei bambini, che sottolinea soprattutto come promuova l’autonomia e il pensiero innovativo e ci sono diversi articoli che elencano gli imprenditori di successo di formazione montessoriana (dal CEO di Google Larry Page a Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia).

C’è, però, un particolare che raramente viene preso in considerazione: il Metodo Montessori favorisce la parità di genere e contribuisce a una formazione priva di stereotipi. Questo aspetto emerge dall’approccio pedagogico, pur non essendo chiaramente dichiarato tra gli obiettivi.

Leggi il resto »

Come gli stereotipi di genere cambiano il modo in cui le bambine vivranno la loro vita

The Vision 23 settembre 2019 – Elisa Giunti

I luoghi comuni su quanto i cervelli maschili e femminili siano strutturalmente e funzionalmente diversi sono diffusissimi. Queste tesi sono state accreditate per anni anche da articoli e apparenti evidenze scientifiche, che hanno avuto la funzione di fomentare il binarismo di genere e giustificare da un punto di vista neurofisiologico rigidi ruoli sociali che andrebbero invece superati.

Leggi il resto »

Quando la pubblicità fa le sue scuse alle donne

Le  campagne corrette contribuirebbero in modo considerevole all’abbattimento degli stereotipi di genere.

Questo video ci fa capire quanto invece ancora le pubblicità influenzano i comportamenti e inducono a seguire modelli femminili stereotipati

Adpology, una clip di Tiny Bullet per Thomas Thomas Films

Regia: Tiny Bullet

“Donne, stereotipi di genere nel mondo del lavoro e ruoli pubblici: quale legame con la violenza?

“Donne, stereotipi di genere nel mondo del lavoro e ruoli pubblici: quale legame con la violenza?”

Mercoledì 22 novembre

Ore 9.30 – 12.00

Auditorium Città Metropolitana di Torino

Corso Inghilterra, 7

Programma

Ore 9.30 Registrazione Partecipanti

ore 9.45   Saluti del Vicesindaco Città Metropolitana Marco Marocco

ore 10.00 Introduzione della Consigliera Delegata della Città metropolitana di                                       Torino Silvia Cossu

ore 10.15   Chiara Saraceno, Sociologa Università di  Torino –   Stereotipi e                                     violenza di genere. Un legame neppure troppo nascosto

ore 10.45   Giulia Maria Cavaletto Università di Torino Dipartimento di Culture, Politica                      e Società  e Consigliera di Parità Regione Piemonte – La               discriminazione “trasparente”: pregiudizi e stereotipi intorno al lavoro delle donne

ore 11.10    Gabriella Boeri Consigliera di Parità Città Metropolitana di Torino –              Violenza di genere nei luoghi di lavoro: analisi di alcuni casi 

 

ore 11.20         Dati e stereotipi a confronto. La rilevazione del Coordinamento Contro la  Violenza alle Donne

ore 11.30           Discussione

Modera Elena Di Bella  Dirigente Servizio Politiche Sociali e di Parità

Città Metropolitana di Torino