Schwa, la polemica: com’è nata e come potremmo uscirne

Corriere della sera – La 27 ora – 15 febbraio 2022 Elisa Messina

Sembra incredibile eppure è successo.
Il dibattito sullo schwa è uscito dalle discussioni tra linguisti e socio-linguisti diventando un tema divisivo come la legge Zan, scatena polemiche, provoca scambi di insulti sui social e persino sulle colonne dei quotidiani come il nostro.

Leggi tutto

Brevi interviste con uomini schifosi al teatro Astra

BREVI INTERVISTE CON UOMINI SCHIFOSI
David Foster Wallace / Daniel Veronese / Lino Musella / Paolo Mazzarelli

Da Martedì 15 febbraio 2022 a Domenica 20 febbraio 2022 al TEATRO ASTRA

Attore, drammaturgo, regista, nato a Buenos Aires nel 1955, Daniel Veronese è maestro indiscusso del teatro argentino contemporaneo e nome di riferimento in tutto il continente latinoamericano. Porta in scena le Brevi interviste con uomini schifosi di David Foster Wallace, lo scrittore-culto nato a Ithaca (NY) nel 1962 e morto suicida nel 2008 a 46 anni. L’ironia irresistibile di Wallace tratta la natura umana mostrando una suprema abilità nel descrivere il quotidiano. Il suo è uno humor talmente intriso di drammaticità da rasentare il sadismo.

Attraverso una rosa di racconti, Daniel Veronese traccia una propria linea drammaturgica che parla di uomini incapaci di avere relazioni armoniche con le donne e ci invita a osservarli da vicino. Veronese traspone queste voci, scritte da Wallace in forma di monologo al maschile, in dialoghi tra un uomo e una donna. In scena chiama a interpretarli due uomini, Lino Musella e Paolo Mazzarelli, attori di spicco della scena teatrale contemporanea, che si alternano nei due ruoli maschile e femminile. Una dialettica che mette in luce tutte le fragilità, le gelosie, il desiderio di possesso, la violenza, il cinismo insiti nei rapporti affettivi. Il regista argentino dà vita così, con sguardo feroce e molto humor, a uno zibaldone di perversioni e meschinità che ritraggono il maschio contemporaneo come un essere debole, che ricorre al cinismo se non alla violenza come principale modalità relazionale con l’altro sesso. Il risultato è comico e disturbante a un tempo.

Clicca QUI per la scheda completa

LO SPETTACOLO SARA’ IN SCENA FINO A DOMENICA 20 FEBBRAIO
ORARI: h 21, mer h 19.30, dom h 17 / DURATA 80 min


Di David Foster Wallace
Regia e drammaturgia Daniel Veronese
Traduzione Aldo Miguel Grompone e Gaia Silvestrini
Con Lino Musella e Paolo Mazzarelli
Produzione Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Marche Teatro, TPE – Teatro Piemonte Europa, FOG Triennale Milano Performing Arts, Carnezzeria srls
in collaborazione con Timbre 4, Buenos Aires, e Teatro di Roma – Teatro Nazionale


 

Affidarsi

Rassegna cinematografica dedicata alle tematiche dell’affidamento familiare

Quattro appuntamenti con il cinema di animazione. Primo appuntamento il 6 febbraio, con la proiezione de “La Gabbianella e il Gatto” di Enzo D’Alò presso il Centro studi Sereno Regis di Via Garibaldi 13, si prosegue domenica 13 al Cinema Massimo, via Verdi 18, con il film della Disney: “Onward – Oltre la magia”. Sempre di domenica, il 20 febbraio al Cinema Baretti, Via Baretti 4, proiezione del film Dreamworks “Il piccolo Yeti” di Jill Culton e Todd Wilderman e si conclude il 27 febbraio, di nuovo al Centro studi Sereno Regis, con la pellicola “Kubo e la spada magica” di Travis Knight. Tutte le proiezioni sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posto con inizio alle ore 15,30. Pagina FB dedicata

Ciao Luisa, libellula del «Corriere»: maestra di connessioni tra tutte e tutti

Corriere della sera – La 27 ora – 8 febbraio Barbara Stefanelli

Libellula. Aveva risposto così, dall’ospedale di Voltri dove stava combattendo per una camera vista mare, alla domanda «che cos’è per te la forza? Ti fa pensare più a una tigre o a un colibrì?».

Stavamo lavorando, mentre lei fotografava l’alba attraverso la finestra, a uno dei nostri ultimi progetti. Un podcast su «un altro genere di forza», una serie a puntate che — dopo decine di incontri e interviste — andrà a chiudersi con un suo breve monologo.

Leggi tutto

Il colore delle parole

Succedeoggi 7 febbraio 2022 Beppe Navello

Qual è lo spirituale della poesia? E quale quello della prosa? Albertina Bollati prova a rispondere con le sue opere che si confrontano con le parole di alcuni grandi: da Pavese a Kafka, da Calvino a Magris a Rigoni Stern

Alla Casa delle Letterature a Roma c’è una mostra di piccole opere pittoriche, discreta e appartata ma molto curiosa, Per incantamento di Albertina Bollati: si tratta di 20 tavole ad acquerello, acrilico e china esposte in quel chiostro biblioteca che ospita studenti silenziosi, impegnati nella lettura e nella scrittura.

Leggi tutto

Il governo cinese prende di mira gli uomini “femminucce”, con conseguenze devastanti

Open Democracy 26 gennaio 2022 Xintian Wang

I giovani che si allontanano dalle rigide norme di genere vengono puniti dalla guerra culturale del governo contro l'”estetica anormale”

Questa è una versione modificata di un articolo apparso per la prima volta su gal-dem

Raggiungendo il fondotinta e il frullatore di bellezza, Pan Ning dice a gal-dem che uomini come lui non sono i benvenuti nel suo paese. “La società si aspetta che gli uomini siano guerrieri e accusa i ragazzi effeminati di essere ‘pervertiti'”, afferma il laureato 23enne, parlando tramite Zoom da Shanghai, in Cina.

Leggi tutto

Le molestie sono dappertutto…anche in Sala Rossa

Laura Onofri

Sara Diena è la più giovane consigliera nella storia del Comune di Torino ed è un’attivista del movimento ecologista Fridays for Future.

Nell’intervista a La Stampa, che riportiamo qui di seguito, ha voluto stigmatizzare atteggiamenti, comportamenti e frasi che le vengono rivolti perché è donna e perché è giovane e che sicuramente non sarebbero tenuti nei confronti di consiglieri uomini più anziani.

Leggi tutto

Rapporto su analisi di genere dello sfruttamento in agricoltura

Pubblichiamo il rapporto che Maria Grazia Giammarinaro ha realizzato su impulso dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro, su un’analisi di genere dello sfruttamento in agricoltura in Italia, che contiene anche raccomandazioni per un’attuazione gender-sensitive del Piano triennale caporalato. 

Leggi tutto

Il grembo dei nuovi padri

in.Genere 25 gennaio 2022 Alessandra Minello

Ci sono padri che si approcciano alla genitorialità con intenzioni completamente diverse da quelle che animavano le generazioni passate. E mentre i dati parlano ancora di forti disuguaglianze tra i ruoli, la letteratura inizia a raccontare questo mutamento

Il ruolo dei padri è cambiato notevolmente negli ultimi decenni. Da figura di potere e autorità, quella paterna è diventata negli anni recenti una figura che si rapporta con i figli in maniera più complessa anche sul piano emotivo. In questo processo il cambiamento delle donne è fondamentale: la nuova presenza delle madri nel mercato del lavoro, insieme a una visione femminista e più paritaria, hanno creato lo spazio per questo cambiamento. Oggi i ruoli genitoriali sono più intrecciati: la difficoltà che provano le donne a far coesistere il ruolo di madre e quello di lavoratrice, la provano, con forme diverse, anche i padri.

Leggi tutto