Aborto sicuro, libero, gratuito

COMUNICATO STAMPA
27 ASSOCIAZIONI ADERENTI ALLA RETE PIÙ DI 194 VOCI TORINO E
LAIGA, LIBERA ASSOCIAZIONE ITALIANA GINECOLOGI PER
L’APPLICAZIONE DELLA LEGGE 194 ODV, DIFFIDANO LA REGIONE
PIEMONTE PER LA MANCATA APPLICAZIONE DELLE LINEE GUIDA
MINISTERIALI PER L’INTERRUZIONE VOLONTARIA DI GRAVIDANZA CON
METODO FARMACOLOGICO.


La Rete Più di 194 voci Torino, nata per sostenere l’autodeterminazione, la
libertà, la laicità, i diritti civili e sociali e la salute sessuale e riproduttiva di tuttə
è composta da tantissime associazioni di Torino e della sua area metropolitana.
Per fare questo contrasta, con assemblee e mobilitazioni pubbliche, proposte di
legge, atti regionali e nazionali che violano i principi della Legge 194 e i diritti
civili, presentando anche proposte di merito.

Leggi tutto

Violenza contro le donne: non bastano le panchine rosse, ci vuole una rivoluzione culturale

Non faremo passi avanti nella lotta alla violenza contro le donne se non ci sarà una rivoluzione culturale!

Se Non Ora Quando? Torino, in occasione del 25 Novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, crede sia fondamentale in tutti i campi rimuovere stereotipi e pregiudizi, promuovere una diffusa cultura del rispetto nei confronti delle donne e una corretta immagine della donne e del loro ruolo nella società.

Fino a quando ci sarà una disparità nei rapporti di forza tra uomo e donna, e sino a quando la nostra società non si scrollerà di dosso il patriarcato in tutte le sue forme e in ogni contesto, sino a quando non capiremo che una paritaria e civile modalità di relazione tra uomo e donna è la base per investire su una società più giusta ed equa, in un mondo più felice per tutti e tutte, non faremo grossi passi avanti.

Leggi tutto

“Speriamo che sia femmina: l’equilibrio fra i generi nelle società quotate e a controllo pubblico nell’esperienza italiana e comparata”

Tavola rotonda Presentazione del Volume

“Speriamo che sia femmina: l’equilibrio fra i generi nelle società quotate e a controllo pubblico nell’esperienza italiana e comparata”

a cura di Mia Callegari, Eva R. Desana e Marcella Sarale

Locandina in allegato

Aula E7 Campus Luigi Einaudi* – Lungo Dora Siena 100 A

PROGRAMMA

Ore 15,30 Saluti istituzionali: prof. Raffaele Caterina

Introduce: prof. Gastone Cottino

Modera: prof. Paolo Montalenti

Ore 16,00 Intervengono:

prof. Gaetano Presti
dott.ssa Dunia Astrologo
prof.ssa Chiara Pronzato
prof. Niccolò Abriani (da remoto)

Saranno presenti le Curatrici

*Per accedere al CLE è necessario esibire il Green Pass

È possibile seguire l’evento a distanza al seguente link:
https://unito.webex.com/meet/mia.callegari

È in corso l’accreditamento presso il l’Ordine degli Avvocati di Torino

Obiettivo Collettivo

Raccolta fondi per sostenere i progetti artistici 
del Collettivo Gliacrobati e dell’Atelier dei Sensi 
all’interno del circuito di cura della Onlus Fermata d’Autobus
 

Il Collettivo Gliacrobati nasce nel 2017 dall’esigenza di riunire un gruppo di pazienti psichiatrici con doppia diagnosi (ovvero con un quadro di disagio psicologico e psichico accompagnato da forme di dipendenza patologica) provenienti da Fermata d’Autobus, che si caratterizzano per aver manifestato evidenti inclinazioni e talenti artistici, e altri artisti esterni. Alcuni di essi hanno già una formazione specifica, altri invece vengono invitati a far parte del Collettivo poiché particolarmente predisposti all’espressione creativa. Il Collettivo si riunisce una volta a settimana negli spazi della Galleria Gliacrobati; durante la seduta mattutina, con il coordinamento di Carola Lorio, arteterapeuta e foto-arteterapeuta, si pone l’attenzione sulla verbalizzazione di emozioni e stati d’animo della propria creatività, per poi compiere un percorso di approfondimento critico della storia dell’arte e di aggiornamento sulle esposizioni più significative attualmente in corso. Il Collettivo è poi chiamato a confrontarsi sullo sviluppo del lavoro svolto da ognuno degli artisti e sulla progettualità del percorso intrapreso, avvalendosi degli specifici campi di ricerca che ognuno coltiva, dalla scrittura alla filosofia, alla letteratura. La seduta pomeridiana è coordinata da Francesco Sena, artista e arteterapista, che coadiuva il Collettivo nella realizzazione dei progetti sostenendo e incentivando la libera scelta di materiali e tecniche artistiche di esecuzione. Le opere realizzate sono quindi il frutto di un percorso di ricerca e di applicazione che accompagna ogni singolo artista alla scoperta del proprio linguaggio espressivo individuato all’interno di un progetto partecipato e di condivisione che si struttura attraverso l’identità del collettivo.

L’Atelier dei Sensi è una realtà più recente, nata nel 2021 dalla volontà di destinare uno spazio adeguato ai gruppi di arteterapia e di foto-arteterapia clinica condotti da Carola Lorio, arteterapeuta e foto-arteterapeuta, così come i laboratori creativi condotti da Cristina Mandelli con l’obiettivo di realizzare manufatti utilizzando tecniche diverse, dalla stampa serigrafica alla pittura, al disegno, alla pittura su seta, alla ceramica.

Ogni donazione servirà a sostenere entrambi i progetti sopracitati, parte del percorso di cura, e consentirà a ciascun donatore di poter ricevere come ricompensa un prodotto realizzato dal Collettivo Gliacrobati o creato presso l’Atelier dei Sensi. Ciascun reward verrà consegnato a campagna conclusa presso la Galleria Gliacrobati entro e non oltre il giorno 31/12. In caso di impossibilità del ritiro, la spedizione potrà essere programmata a carico del richiedente. 

Clicca qui per contribuire alla raccolta fondi

Anche dopo che la morte ci ha separati

Noi Donne 9 novembre 2021 – Maria Dell’Anno

Dobbiamo imparare ad usare le parole giuste: é un femminicidio, non una tragedia.

Molte persone hanno l’abitudine di andare il 2 novembre al cimitero a portare un saluto e un fiore alle persone care che non ci sono più. Anche alcune ragazze originarie di una piccola località in provincia di Modena hanno deciso di recarsi in quei giorni a visitare la tomba di una loro cara amica – Alessandra – che è morta poco più di un anno fa. Giunte al cimitero hanno scoperto che il suo corpo è stato sepolto accanto a quello di suo marito.
Niente di strano fin qui, mi direte voi. È ben frequente, anzi direi quasi scontato.
Ebbene la stranezza che ha fatto rimanere sbigottite le amiche è che quel marito prima di morire era indagato per aver ucciso Alessandra.

Leggi tutto

Un passo avanti

La parità di salario è legge. Il Senato ha approvato all’unanimità il Ddl che modifica il Codice  per le pari opportunità  e introduce novità legislative che hanno l’intento non solo di contrastare il fenomeno del gender pay gap, ma anche di far emergere le discriminazioni sul luogo di lavoro.
Ne parliamo il 16 novembre con la promotrice della Legge, Chiara Gribaudo.Webinar  su Zoom ID riunione 894 96 98 25 80Vi aspettiamo!

Cognome dei figli, ultima chiamata per la legge sulla libertà di scelta

Il Sole 24 ore – 9 novembre 2021 Marco Ludovico

La riforma del cognome non è un fatto burocratico. Sono in gioco la tutela dell’identità personale e l’attuazione del principio della pari dignità e dell’uguaglianza tra i sessi. Neanche cinque anni, però, sono bastati a Governo e Parlamento per dare seguito non a un impulso improvviso dettato dalla moda del momento, ma alla sentenza storica della Corte Costituzionale dell’8 novembre 2016. Quando la Consulta dichiarò illegittima l’automatica attribuzione del cognome paterno al figlio.

Leggi tutto